VOLTERRA, SACCARDI: “IL SINDACO PROTESTA MA NON DIALOGA”

Volterra Saccardi

L’assessore alla Salute Saccardi si è detta disposta a incontrare il sindaco Busoni “quando scende da torre e siede al tavolo Regione.”  Proprio ieri l’allontanamento vicesindaco Fedeli dal tavolo.

“Ieri siamo stati a Volterra per rassicurare la popolazione rispetto alle storie che si andavano raccontando per alimentare le paure della gente e fare strumentalizzazione politica. Credo che abbiamo fatto chiarezza su un ospedale che non solo non chiude ma che mantiene tutte le attività che adesso si stanno svolgendo e che andrà a un rafforzamento del sistema dell’emergenza urgenza”. Lo ha detto l’assessore toscano al diritto alla salute Stefania Saccardi in merito al rafforzamento del nosocomio di Volterra, e dopo che ieri il sindaco Marco Buselli ha inscenato una protesta, salendo sulla torre campanaria di Palazzo dei Priori, contro il ventilato depotenziamento della struttura.

“Siamo andati a dire la verità dei fatti – ha aggiunto -. Peccato che a questo incontro non sia stato presente il sindaco di Volterra che ha preferito inscenare una manifestazione di protesta invece di sedersi a un tavolo con l’amministrazione regionale come normalmente si fa tra istituzioni”. Secondo
Saccardi “è legittimo fare le manifestazioni di protesta ma è civile ascoltare prima le proposte della Regione. Siamo a disposizione del sindaco di Volterra quando vorrà scendere dalla torre e sedersi a un tavolo con le istituzioni”.

Un incontro al centro di polemiche che avrebbe visto l’allontanamento del vicesindaco di Volterra Riccardo Fedeli proprio da parte dell’assessore Saccardi. “Si tratta di un comportamento inaccettabile – aveva spiegato Fedeli in una nota – contrario alle più semplici e condivise regole democratiche. L’assessore Saccardi escludendo dal confronto l’amministrazione comunale di Volterra ha, di fatto, estromesso dal confronto sulla sanità e il diritto alla salute tutti i cittadini volterrani che hanno a cuore da mesi le sorti del loro ospedale.”

“Invece che prendere sul lato personale” ha continuato Fedeli “la pacifica protesta del sindaco Buselli, la Saccardi spieghi piuttosto ai cittadini perché più volte invitata ai consigli comunali aperti sui temi della sanità si sia sempre rifiutata di partecipare e perché invece si sia presentata al confronto solo a due giorni da una manifestazione che chiederà di fare chiarezza una volta per tutte sul destino dell’ospedale e sui temi della riorganizzazione sanitaria a Volterra e in tutta la Val di Cecina.” In conclusione, per Fedeli “per la Regione Toscana esistono sindaci e territori meritevoli di ascolto e altri no”.

The post VOLTERRA, SACCARDI: “IL SINDACO PROTESTA MA NON DIALOGA” appeared first on Controradio.