Sciopero Usb: venerdì nero per servizi e trasporti in Toscana

Sciopero Usb: venerdì nero per servizi e trasporti in Toscana

Tre manifestazioni, in Toscana, in occasione della giornata  di sciopero generale nazionale convocato per oggi da Usb, Cobas e Cib Unicobas.

A Firenze un corteo partirà alle 9.30 da piazza Indipendenza e sfilerà per le vie del centro prima di concludersi con un comizio in piazza Santissima Annunziata; sono previsti cortei anche a Pisa e Livorno.

Tutte le categorie del pubblico e del privato sono coinvolte: i mezzi pubblici circoleranno sicuramente nelle fasce in cui il servizio è garantito.

“Lo sciopero generale – sostengono i sindacati di base – è indetto contro le politiche economiche e sociali del governo Gentiloni, del tutto allineate a quelle distruttive dell”Unione Europea, in particolare in vista della presentazione della prossima Legge di Stabilità nella quale il governo non ha alcuna intenzione di introdurre elementi di reale discontinuità con la nefasta ”austerità”, con la dilagante precarietà del lavoro, la riduzione dei salari, dei redditi e delle pensioni, il decennale blocco contrattuale nel pubblico impiego e nella scuola, l”aziendalizzazione privatistica della scuola, della sanità e di tanti servizi pubblici e beni comuni”.

“Previsti disagi e deviazioni nelle corse dei bus  a Firenze”: a lanciare l’avvertimento è il Comune di Firenze, per lo sciopero generale di oggi. “L”astensione da lavoro interesserà anche il trasporto pubblico – si legge nella nota – sono previsti disagi e deviazioni di alcune linee Ataf per la manifestazione che si svolgerà in centro”. Per informazioni sulle fasce di garanzia, indica il comune, consultare www.ataf.net e www.gestramvia.com.

Ferrovie dello Stato comunica che le Frecce circoleranno regolarmente. Per gli altri treni nazionali le ripercussioni dovrebbero essere limitate e saranno assicurati tutti i convogli elencati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull’Orario ufficiale di Trenitalia e sul sito web trenitalia.com.

L'articolo Sciopero Usb: venerdì nero per servizi e trasporti in Toscana proviene da www.controradio.it.

Comuni: Nardella, alzo tassa soggiorno per potenziare bus

Comuni: Nardella, alzo tassa soggiorno per potenziare bus

“Verranno incrementate le corse nei giorni festivi, ed i servizi di collegamento e integrazione con le linee tranviarie”.

Aumento della tassa di soggiorno, a Firenze, per finanziare il potenziamento dei bus “senza alzare le tasse ai fiorentini”. Lo ha annunciato, questo pomeriggio in Consiglio comunale, il sindaco Dario Nardella. In pratica, ha spiegato il sindaco “ci impegniamo a portare entro la fine dell’anno all’approvazione del Consiglio comunale, un bilancio che preveda per il trasporto pubblico locale un impegno di spesa aggiuntivo per la copertura di 1,5 milioni di km aggiuntivi di percorrenza dei bus – ha detto il sindaco – verranno incrementate le corse nei giorni festivi, ed i servizi di collegamento e integrazione con le linee tranviarie”.
Per raggiungere questo obiettivo, ha aggiunto, “aumenteremo l’imposta di soggiorno; a questo fine contribuirà anche l’accordo, ormai imminente, con Air BnB per la riscossione diretta della medesima tassa, ed il ricavato della lotta all’evasione fiscale”.
A fronte del maggiore impegno economico profuso da Palazzo Vecchio il sindaco ha spiegato di pretendere da Ataf, la società dei bus di Firenze, “che garantisca in modo solenne di non ridurre o tagliare in alcun modo la forza lavoro, anzi, al contrario la sostenga anche attraverso il turn over dei dipendenti che vanno in pensione”.
Nella giornata di domani, ha poi aggiunto Nardella, ci sarà un incontro tra il Comune e le
categorie economiche coinvolte nella quale verrà stabilito di quanto sarà accresciuto il contributo della tassa di soggiorno.
“Ed ho già avviato contatti con i sindaci dell’area metropolitana – ha detto ancora il sindaco – che voglio incontrare al più presto: mi aspetto un analogo impegno da parte loro per garantire questo sistema, visto che molte di queste linee dei bus serviranno anche per i comuni limitrofi. Sono certo che vi sarà attenzione e disponibilità”.
Nardella ha anche parlato degli obiettivi di riduzione della Co2 a Firenze, sostenendo che entro il 2020, “potremo farcela a tagliarla del 20%: con tre linee tramviarie in funzione che comporteranno 20mila macchine in meno in strada ogni giorno, e in aggiunta la conversione dell’intera flotta degli autobus in elettrica”.

L'articolo Comuni: Nardella, alzo tassa soggiorno per potenziare bus proviene da www.controradio.it.

Bus di linea contro auto e dehor in centro Firenze, feriti

Bus di linea contro auto e dehor in centro Firenze, feriti

Ipotesi malore del conducente, ambulanze sul posto.

Incidente in via della Scala, a pochi metri da piazza Santa Maria Novella nel centro di Firenze, dove un bus di linea Ataf ha urtato contro alcune auto in sosta e contro il dehor di un locale.
Alcune persone sono rimaste ferite e sul posto stanno intervenendo mezzi del 118. Secondo quanto spiegato dalla polizia municipale, l’incidente sarebbe avvenuto a causa di un malore del conducente del bus.
Nello scontro sono rimaste ferite tre persone, tra cui un bimbo di 8 anni, che erano sedute ai tavoli del dehor. Nessuno sarebbe in pericolo di vita. Il piccolo è stato portato all’ospedale pediatrico Meyer in codice verde, colore che indica bassa criticità, e i due adulti all’ospedale di Careggi, uno in codice verde e l’altro in codice giallo. Non gravi anche le condizioni dell’autista del bus.
Nell’incidente sono rimasti coinvolti oltre all’autobus dieci veicoli in sosta, tra auto e motorini.

L'articolo Bus di linea contro auto e dehor in centro Firenze, feriti proviene da www.controradio.it.

Firenze: Ataf, sindacati valutano stato agitazione

Firenze: Ataf, sindacati valutano stato agitazione

“Con Comune incontro insoddisfacente, impegni disattesi”. Il punto di rottura più grave riguarda la discussione sul taglio dei km.

Aria di guerra tra sindacati e Ataf.  L’incontro di ieri tra Comune di Firenze e organizzazioni sindacali in Palazzo Vecchio per discutere delle prospettive di rilancio dell’azienda “è stato tutt’altro che soddisfacente”, spiegano dalla rsu; tanto che le organizzazioni dei lavoratori valutano lo stato di agitazione, in vista del prossimo incontro previsto il 16 ottobre.
Gli impegni presi dal Comune con l’accordo dell’ 11 maggio scorso, a fronte della revoca dello sciopero programmato, “sono stati largamente disattesi – dice la rsu –  non abbiamo evidenza di una miglior collaborazione da parte della Polizia municipale (che ieri non era neanche presente all’incontro), le 24 nuove porte telematiche sulle corsie preferenziali (il numero pubblicizzato di 32 infatti comprende anche vecchie porte da sostituire) si installeranno solo dopo tutti gli iter relativi ai ricorsi sulla procedura di gara effettuata per il loro montaggio, quindi non in tempicbrevi, e soprattutto, nulla di buono anche al riguardo alla situazione caos dell’area della stazione ingorgata di cantieri, per cui non ci sono proposte concrete”.
Ultimo e più grave punto di rottura, “la discussione sul taglio dei km: nonostante da tempo si sbandieri che i km del servizio urbano di Firenze sarebbero aumentati, la realtà illustrataci è che ci sarà un ulteriore taglio, già deciso nel 2011, e che il Comune lavora perché non vi sia, ma non dà sicurezze in proposito, vincolando tutto al reperimento delle risorse necessarie. Di fronte a queste risposte, poche possono essere le nostre reazioni se non che stiamo valutando l’apertura dello stato di agitazione, e sicuramente al prossimo incontro, previsto il 16/10, ci attendiamo tutt’altro atteggiamento”.

L'articolo Firenze: Ataf, sindacati valutano stato agitazione proviene da www.controradio.it.

Scioperi: Firenze, domani disagi e deviazioni corse bus

Scioperi: Firenze, domani disagi e deviazioni corse bus

Deviazioni di alcune linee Ataf per la manifestazione che partirà alle 9:30 da piazza Indipendenza.

“Previsti disagi e deviazioni nelle corse dei bus domani a Firenze”: a lanciare l’avvertimento è il Comune di Firenze, in vista dello sciopero generale di domani indetto dai sindacati OS Orsa territoriale, Unione sindacale italiana-Usi, Cib-Unicobas, Cobas-Confederazione dei comitati di base e Unione sindacale di base.

“L’astensione da lavoro interesserà anche il trasporto pubblico – si legge nella nota – sono previsti disagi e deviazioni di alcune linee Ataf per la manifestazione che si svolgerà in centro: il corteo partirà alle 9.30 da piazza Indipendenza per dirigersi verso piazza San Marco-piazza Duomo-via dei Servi-piazza Santissima Annunziata”.

Per informazioni sulle fasce di garanzia, indica il comune, consultare www.ataf.net e www.gestramvia.com.

L'articolo Scioperi: Firenze, domani disagi e deviazioni corse bus proviene da www.controradio.it.