Circuito Mugello: supera 50% raccolta differenziata

Circuito Mugello: supera 50% raccolta differenziata

Obiettivo del 50% di raccolta differenziata dei rifiuti non solo centrato, ma superato fino al 51,1% con ‘KiSS Mugello-Keep it Shiny and Sustainable’, il programma di sostenibilità ambientale e sociale organizzato per il Gran Premio d’Italia di MotoGP.

In occasione del Gran Premio d’Italia di MotoGP tenuto a giugno nel circuito del Mugello, la raccolta differenziata ha toccato il 51,1% dei rifiuti complessivamente conferiti all’interno dell’Autodromo, superando l’obiettivo prefissato al 50%.

Il dato, si spiega in un comunicato dell’autodromo toscano, “assume un significato ancora più rilevante se si guarda non solo all’edizione del 2016, quando si raggiunse il 40%, ma anche a quella iniziale del 2013, quando la raccolta differenziata si fermò al 20%”.

Oltre alle collaborazioni con i consorzi di settore, il circuito del Mugello sottolinea che ha giocato un ruolo decisivo il grande impegno con Alia Servizi Ambientali ad aumentare lungo tutto il circuito, rispetto alle edizioni precedenti, la disponibilità di contenitori e isole ecologiche attrezzate per la raccolta differenziata (rifiuti organizi; vetro; plastica e metalli; carta e cartone; pile esauste).

Nel week-end del Gran Premio sono anche stati distribuiti agli spettatori 20mila kit per la raccolta differenziata, con sacchecchi e fogli illustrativi.

Mentre, nell’area paddock e negli hospitality, è stata effettuata la raccolta degli oli alimentari esausti e degli oli lubrificanti usati.

Commenta Paolo Poli, AD di Mugello Circuit: “Abbiamo lavorato perché crescesse la consapevolezza del pubblico e di tutto il paddock per il rispetto dell’ambiente. I dati ci confermano che la visione di un motorsport ambientalmente sostenibile era corretta e la fiducia ben risposta”.

Conclude Poli: “tutto questo rappresenta per noi uno stimolo a continuare ed a migliorare ulteriormente. La quota 51,1% è, quindi, solo un nuovo punto di partenza verso un Gran Premio che differenzi il 100%”.

L'articolo Circuito Mugello: supera 50% raccolta differenziata proviene da www.controradio.it.

MOTOMONDIALE, LA CARICA DEI CENTOMILA

Motomondiale

Firenze- Vertice in Prefettura per il Motomondiale in programma il prossimo 4 giugno. Novità rispetto alla scorsa edizione.

Sono previsti centomila spettatori per il Gran Premio d’Italia di Motociclismo che si svolgerà all’Autodromo del Mugello il 4 giugno. Questo è quanto emerge dalla prevendita dei biglietti che al momento registra un venti per cento in più rispetto alla passata edizione. Lo ha annunciato  l’amministratore delegato  del circuito, Paolo Poli, intervenuto al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito ieri a Palazzo Medici Riccardi. Il tavolo, presieduto dal prefetto Alessio Giuffrida, si è riunito per fare il punto sulla manifestazione sportiva che richiama un così gran numero di appassionati, che ha un notevole impatto su tutta l’area mugellana e che richiede l’attivazione di una complessa macchina operativa e un grande impegno da parte di tutti gli enti interessati. Inoltre quest’anno i giorni delle prove e delle gare, che fanno da corollario al Moto GP, si svolgono nel ponte del 2 giugno e questo fa ritenere un afflusso anticipato di pubblico.

Sicurezza degli spettatori, viabilità principale e alternativa, arrivo e deflusso dei veicoli, soccorsi, parcheggi, concomitanza con altri eventi. Molte le questioni esaminate nel consiglio provinciale. Il dispositivo che sarà messo in campo è ormai rodato, ma ogni anno richiede di essere affinato per garantire una sempre migliore riuscita dell’avvenimento. Uno degli aspetti più critici è il deflusso degli spettatori e dei mezzi, concentrato in poche ore al termine della gara. Per questo viabilità e traffico sono da tempo “osservati speciali” in Prefettura.  Saranno intensificati tutti i servizi di controllo da parte delle forze dell’ordine e dalle polizie municipali.

Quest’anno un aiuto sul fronte della circolazione verrà anche dal nuovo casello autostradale di Firenzuola. Sensi unici di marcia saranno disposti sulle strade provinciali, dove saranno presenti i prefiltraggi, in modo da favorire lo scorrimento dei veicoli. La polizia stradale curerà anche l’incanalamento dei mezzi verso i parcheggi che sono stati aumentati e nei quali saranno presenti numerosi addetti e volontari che li presidiano 24 ore su 24 e che hanno seguito degli appositi corsi di formazione. Sensi obbligati per l’uscita dai posteggi in modo da convogliare il traffico verso determinate direttrici. Segnaletica ad hoc orienterà gli automobilisti. Bus navetta collegheranno l’abitato di Scarperia al circuito.

L’Autodromo aprirà giovedì 1° giugno alle ore 9. Gli organizzatori hanno rafforzato i servizi al pubblico, nella quantità e nella qualità, in modo da mantenere un alto livello di efficienza in tutte e quattro le giornate. E’ allo studio, ed è una novità di quest’anno, l’ipotesi di istituire per i camper un “obbligo di dimora” fino alle ore 20 in modo da dilazionare la loro uscita dall’area dell’Autodromo e intralciare meno la circolazione. Resta comunque confermata la possibilità per i veicoli di rimanere all’interno del circuito fino alla successiva mattina di lunedì.

Sul fronte della sicurezza e dell’ordine ordine pubblico vigilerà la sala GOS che svolgerà anche un attento controllo anti-scavalco lungo la recinzione dell’autodromo. Le telecamere sono state aumentate e consentono il controllo dell’85% dell’area del circuito. Ci saranno poi i servizi antidroga da parte dei carabinieri e della guardia di finanza che opererà anche contro l’abusivismo commerciale e il bagarinaggio.

Il piano sanitario è già pronto, sarà rinforzata tutta la rete,  potenziate le sale operative, aggiunte ambulanze, allertati gli ospedali di Careggi e di Borgo San Lorenzo. Due le piazzole per elisoccorso all’interno dell’Autodromo il cui centro medico permanente è attrezzato come un pronto soccorso ospedaliero, ha a disposizione un elicottero sanitario ed è in contatto con 118 e Misericordia.

Replicata, infine, l’ordinanza del prefetto per limitare l’uso dell’alcol e vietare l’introduzione, all’interno del circuito, di contenitori in vetro. Il provvedimento sarà consultabile sul sito della prefettura www.prefettura.it/firenze.

Insieme all’ad Paolo Poli, alla riunione hanno partecipato i vertici provinciali delle forze dell’ordine, la polizia stradale, i vigili del fuoco, il consigliere della Città Metropolitana Angelo Bassi con la polizia provinciale, Ufficio Associato di Protezione Civile del Centro Intercomunale Mugello, il sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti anche in rappresentanza degli altri comuni mugellani, i comandanti delle diverse polizie municipali e il Servizio Emergenza 118 dell’ASL Firenze.

The post MOTOMONDIALE, LA CARICA DEI CENTOMILA appeared first on Controradio.

MOTOMONDIALE, LA CARICA DEI CENTOMILA

Motomondiale

Firenze- Vertice in Prefettura per il Motomondiale in programma il prossimo 4 giugno. Novità rispetto alla scorsa edizione.

Sono previsti centomila spettatori per il Gran Premio d’Italia di Motociclismo che si svolgerà all’Autodromo del Mugello il 4 giugno. Questo è quanto emerge dalla prevendita dei biglietti che al momento registra un venti per cento in più rispetto alla passata edizione. Lo ha annunciato  l’amministratore delegato  del circuito, Paolo Poli, intervenuto al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito ieri a Palazzo Medici Riccardi. Il tavolo, presieduto dal prefetto Alessio Giuffrida, si è riunito per fare il punto sulla manifestazione sportiva che richiama un così gran numero di appassionati, che ha un notevole impatto su tutta l’area mugellana e che richiede l’attivazione di una complessa macchina operativa e un grande impegno da parte di tutti gli enti interessati. Inoltre quest’anno i giorni delle prove e delle gare, che fanno da corollario al Moto GP, si svolgono nel ponte del 2 giugno e questo fa ritenere un afflusso anticipato di pubblico.

Sicurezza degli spettatori, viabilità principale e alternativa, arrivo e deflusso dei veicoli, soccorsi, parcheggi, concomitanza con altri eventi. Molte le questioni esaminate nel consiglio provinciale. Il dispositivo che sarà messo in campo è ormai rodato, ma ogni anno richiede di essere affinato per garantire una sempre migliore riuscita dell’avvenimento. Uno degli aspetti più critici è il deflusso degli spettatori e dei mezzi, concentrato in poche ore al termine della gara. Per questo viabilità e traffico sono da tempo “osservati speciali” in Prefettura.  Saranno intensificati tutti i servizi di controllo da parte delle forze dell’ordine e dalle polizie municipali.

Quest’anno un aiuto sul fronte della circolazione verrà anche dal nuovo casello autostradale di Firenzuola. Sensi unici di marcia saranno disposti sulle strade provinciali, dove saranno presenti i prefiltraggi, in modo da favorire lo scorrimento dei veicoli. La polizia stradale curerà anche l’incanalamento dei mezzi verso i parcheggi che sono stati aumentati e nei quali saranno presenti numerosi addetti e volontari che li presidiano 24 ore su 24 e che hanno seguito degli appositi corsi di formazione. Sensi obbligati per l’uscita dai posteggi in modo da convogliare il traffico verso determinate direttrici. Segnaletica ad hoc orienterà gli automobilisti. Bus navetta collegheranno l’abitato di Scarperia al circuito.

L’Autodromo aprirà giovedì 1° giugno alle ore 9. Gli organizzatori hanno rafforzato i servizi al pubblico, nella quantità e nella qualità, in modo da mantenere un alto livello di efficienza in tutte e quattro le giornate. E’ allo studio, ed è una novità di quest’anno, l’ipotesi di istituire per i camper un “obbligo di dimora” fino alle ore 20 in modo da dilazionare la loro uscita dall’area dell’Autodromo e intralciare meno la circolazione. Resta comunque confermata la possibilità per i veicoli di rimanere all’interno del circuito fino alla successiva mattina di lunedì.

Sul fronte della sicurezza e dell’ordine ordine pubblico vigilerà la sala GOS che svolgerà anche un attento controllo anti-scavalco lungo la recinzione dell’autodromo. Le telecamere sono state aumentate e consentono il controllo dell’85% dell’area del circuito. Ci saranno poi i servizi antidroga da parte dei carabinieri e della guardia di finanza che opererà anche contro l’abusivismo commerciale e il bagarinaggio.

Il piano sanitario è già pronto, sarà rinforzata tutta la rete,  potenziate le sale operative, aggiunte ambulanze, allertati gli ospedali di Careggi e di Borgo San Lorenzo. Due le piazzole per elisoccorso all’interno dell’Autodromo il cui centro medico permanente è attrezzato come un pronto soccorso ospedaliero, ha a disposizione un elicottero sanitario ed è in contatto con 118 e Misericordia.

Replicata, infine, l’ordinanza del prefetto per limitare l’uso dell’alcol e vietare l’introduzione, all’interno del circuito, di contenitori in vetro. Il provvedimento sarà consultabile sul sito della prefettura www.prefettura.it/firenze.

Insieme all’ad Paolo Poli, alla riunione hanno partecipato i vertici provinciali delle forze dell’ordine, la polizia stradale, i vigili del fuoco, il consigliere della Città Metropolitana Angelo Bassi con la polizia provinciale, Ufficio Associato di Protezione Civile del Centro Intercomunale Mugello, il sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti anche in rappresentanza degli altri comuni mugellani, i comandanti delle diverse polizie municipali e il Servizio Emergenza 118 dell’ASL Firenze.

The post MOTOMONDIALE, LA CARICA DEI CENTOMILA appeared first on Controradio.