Bullismo a Bagno a Ripoli: mamma invita a compleanno del figlio i ragazzini ‘sospesi’

Bullismo a Bagno a Ripoli: mamma invita a compleanno del figlio i ragazzini ‘sospesi’

Intervista a Barbara Squarci, la mamma del giovane bullizzato in uno spogliatoio di calcio a Bagno a Ripoli (Fi). Dopo lo sfogo su Facebook tende la mano ai coetanei del figlio che si sono comportati da bulli “Vorrei invitarli al compleanno di Olmo”. I ragazzi intanto sono statti sospesi dalla società sportiva e il sindaco del Comune vuole incontrare le famiglie per intraprendere un percorso di dialogo e confronto contro il bullismo.

“Quello che è successo a mio figlio potrebbe succedere a tutti. Dobbiamo puntare sulla cultura sul ‘No’ detto dal compagno di mio figlio che ha avuto la forza di raccontare quello che era successo. E comunque quello che voglio fare emergere da questa esperienza e che da un fatto del genere e dalla sua denuncia si può solo ripartire. Quei ragazzini non devono essere demonizzati o essere messi alla gogna ma essere messi di fronte alle loro responsabilità”, sono le parole della madre di Olmo il giovane protagonista del  fatto  accaduto nello spogliatoio di una società sportiva a Bagno a Ripoli, alle porte di Firenze, e che ha avuto come protagonisti 5 adolescenti, tutti tredicenni.

A rendere nota la storia è stata la mamma della vittima con un post su Facebook; ma non ha voluto puntare il dito contro i ragazzi autori dell’atto di bullismo, quanto piuttosto ringraziare il tredicenne che ha difeso suo figlio. “Ci sono ancora ragazzini che non si piegano ai soprusi – ha scritto la mamma -, che denunciano, che chiedono giustizia, che mettono a repentaglio la loro tranquillità per un amico. Quel ragazzo ha dimostrato un coraggio, una correttezza, una forza che quei tre messi insieme non avranno mai”. Agli aggressori ha quindi augurato che possano “crescere”. E al figlio, che sta bene, ha invece fatto notare che ha “tanti amici che ti vogliono bene perché sei tu, non per pietà”. Il post della mamma è stato condiviso dal sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini che ha invitato le famiglie dei ragazzi coinvolti in Comune per intraprendere un percorso contro il bullismo. Nel frattempo la madre di Olmo rivolge un invito ai coetanei che hanno compiuto il gesto, affinché vengano al compleanno del figlio, come momento da cui potere ripartire con consapevolezza e rispetto degli altri.

intervista a cura di Raffaele Palumbo

L'articolo Bullismo a Bagno a Ripoli: mamma invita a compleanno del figlio i ragazzini ‘sospesi’ proviene da www.controradio.it.