CAPPELLE DEL COMMIATO, FOLLA MILITANTI PER L’ULTIMO SALUTO A ‘MAO’

Mao Cappelle del Commiato ultimo saluto

Presenti familiari, tra cui assessore Funaro, Pape Diaw e Ornella De Zordo per rendere l’estremo saluto a leader del Movimento di lotta per la casa. Sulla bara una bandiera rossa e la maglia della Fiorentina.

Una folla di militanti e simpatizzanti del Movimento di lotta per la casa di Firenze si è recata oggi alle cappelle del commiato per salutare Lorenzo Bargellini, storico leader del Movimento, scomparso domenica scorsa all’età di 58 anni. Presenti per tutta la giornata i familiari di Bargellini, tra cui l’assessore del Comune di Firenze Sara Funaro.

Tra le persone arrivate per portare l’estremo saluto, l’ex consigliera comunale Ornella De Zordo e il senegalese Pape Diaw, figura di riferimento per i suoi connazionali e già consigliere comunale di Rifondazione. In molti hanno lasciato fiori e oggetti sulla bara di Bargellini, a testimonianza della sua attività politica e della sua passione per la Fiorentina. Una bandiera rossa con la scritta ‘Hasta la victoria siempre’, una maglietta dell’ex attaccante viola Gabriel Omar Batistuta, una sciarpa della Fiorentina, e anche un volume dedicato alle lotte di piazza a Firenze negli anni ’70.

Per ricordare Bargellini il Movimento di lotta per la casa ha annunciato un corteo che partirà domani alle 17 da piazza San Marco e sfilerà per le vie del centro fino a raggiungere la zona di piazza Santa Croce. I familiari hanno fatto sapere che Bargellini sarà poi cremato, e le sue ceneri sparse in Arno sotto il Ponte all’Indiano.

The post CAPPELLE DEL COMMIATO, FOLLA MILITANTI PER L’ULTIMO SALUTO A ‘MAO’ appeared first on Controradio.

CAPPELLE DEL COMMIATO, FOLLA MILITANTI PER L’ULTIMO SALUTO A ‘MAO’

Mao Cappelle del Commiato ultimo saluto

Presenti familiari, tra cui assessore Funaro, Pape Diaw e Ornella De Zordo per rendere l’estremo saluto a leader del Movimento di lotta per la casa. Sulla bara una bandiera rossa e la maglia della Fiorentina.

Una folla di militanti e simpatizzanti del Movimento di lotta per la casa di Firenze si è recata oggi alle cappelle del commiato per salutare Lorenzo Bargellini, storico leader del Movimento, scomparso domenica scorsa all’età di 58 anni. Presenti per tutta la giornata i familiari di Bargellini, tra cui l’assessore del Comune di Firenze Sara Funaro.

Tra le persone arrivate per portare l’estremo saluto, l’ex consigliera comunale Ornella De Zordo e il senegalese Pape Diaw, figura di riferimento per i suoi connazionali e già consigliere comunale di Rifondazione. In molti hanno lasciato fiori e oggetti sulla bara di Bargellini, a testimonianza della sua attività politica e della sua passione per la Fiorentina. Una bandiera rossa con la scritta ‘Hasta la victoria siempre’, una maglietta dell’ex attaccante viola Gabriel Omar Batistuta, una sciarpa della Fiorentina, e anche un volume dedicato alle lotte di piazza a Firenze negli anni ’70.

Per ricordare Bargellini il Movimento di lotta per la casa ha annunciato un corteo che partirà domani alle 17 da piazza San Marco e sfilerà per le vie del centro fino a raggiungere la zona di piazza Santa Croce. I familiari hanno fatto sapere che Bargellini sarà poi cremato, e le sue ceneri sparse in Arno sotto il Ponte all’Indiano.

The post CAPPELLE DEL COMMIATO, FOLLA MILITANTI PER L’ULTIMO SALUTO A ‘MAO’ appeared first on Controradio.

L’8 GIUGNO MANIFESTAZIONE A FIRENZE PER BARGELLINI

Bargellini manifestazione movimento lotta per la casa

La manifestazione del Movimento di lotta per la casa partirà da Piazza San Marco e sfilerà per le vie del centro nella zona di Santa Croce.

Il Movimento di lotta per la casa di Firenze ha annunciato per giovedì 8 giugno una manifestazione per ricordare Lorenzo Bargellini, trovato privo di vita il 4 giugno scorso nella sua abitazione di via Reginaldo Giuliani a Firenze. Il corteo, spiegano gli organizzatori, partirà da piazza San Marco e sfilerà per le vie del centro. “Un corteo per le strade del suo quartiere di Santa Croce – si legge in un post pubblicato sulla pagina facebook del Movimento -, teatro di mille battaglie, per affermare che non finisce qui”.

“Lorenzo se n’è andato ma non lascia il vuoto – si legge nel post -, quelli come lui vivono per lasciare qualcosa di molto prezioso ai propri compagni. Lui lo ha fatto impegnandosi fino all’ultimo respiro affinché il fuoco delle lotte non si spegnesse. E non si spegnerà”. E domani, hanno fatto sapere madre e fratelli di Bargellini,  la salma, che sarà poi cremata, sarà esposta, dalle 12 alle 19, alle Cappelle del Commiato di Firenze.

Alla manifestazione parteciperanno anche i consiglieri comunali di Firenze riparte a sinistra (Frs) Tommaso Grassi, Giacomo Trombi e Donella Verdi “essendo venuta a mancare la doverosa comunicazione istituzionale del consiglio comunale di Firenze, ci riserveremo di ricordare Lorenzo con una nostra comunicazione nel prossimo consiglio comunale del 12 giugno.” “Addio, Lorenzo, ci mancherai” avevano concluso i consiglieri.

The post L’8 GIUGNO MANIFESTAZIONE A FIRENZE PER BARGELLINI appeared first on Controradio.

A PALAZZO VECCHIO NESSUN RICORDO PER BARGELLINI: MANCA INTESA

bargellini Consiglio comunale Firenze

Non c’è stato in Consiglio comunale momento di ricordo per leader Movimento per la casa Bargellini: manca l’intesa. Sinistra: “ce lo aspettavamo, addio ad un uomo giusto e coerente.”

Per mancanza di un accordo comune tra i gruppi politici di Palazzo Vecchio non è stato svolto in Consiglio comunale di Firenze un momento di ricordo di Lorenzo Bargellini, leader del Movimento di lotta per la casa, scomparso ieri. In sede di conferenza dei capigruppo, secondo quanto appreso, non sarebbe stata trovata un’intesa tra le varie forze politiche, in particolare tra Fi, Fdi e M5s, sullo svolgimento del ricordo in Aula, che sarebbe dovuto essere affidato a una comunicazione della presidenza del Consiglio comunale.

“Grandissimo dispiacere ma nessuna sorpresa per il mancato ok, da parte di alcuni gruppi consiliari, alla comunicazione in ricordo di Lorenzo Bargellini, venuto a mancare ieri. Nessuna sorpresa perché Lorenzo era per molti un avversario temibile”. Lo affermano i consiglieri comunali di Firenze riparte a sinistra (Frs) Tommaso Grassi, Giacomo Trombi e Donella Verdi. “È però grandissimo il dispiacere – aggiungono in una nota – perché Lorenzo era un uomo giusto, con la G maiuscola, sempre dalla parte degli ultimi, dei reietti, dei senza casa della nostra e della sua città di Firenze, senza fare distinzioni di alcun tipo, che praticava con coerenza assoluta ed estrema il proprio perseguire la giustizia”.

I consiglieri annunciano la loro adesione “alle manifestazioni che verranno organizzate in ricordo di Lorenzo”, ed “essendo venuta a mancare la doverosa comunicazione istituzionale del consiglio comunale di Firenze, ci riserveremo di ricordare Lorenzo con una nostra comunicazione nel prossimo consiglio comunale del 12 giugno. Addio, Lorenzo, ci mancherai”, concludono.

The post A PALAZZO VECCHIO NESSUN RICORDO PER BARGELLINI: MANCA INTESA appeared first on Controradio.

MORTE DI BARGELLINI, NARDELLA: “RISPETTO MA I SUOI METODI FUORI LEGGE”

Nardella morte Bargellini

Sulla morte del leader del Movimento di Lotta per la casa Nardella esprime “dispiacere e rispetto, ma i suoi metodi erano fuori legge.”

“C’è dispiacere per la scomparsa, rispetto per la figura di Bargellini che è stato senza dubbio un protagonista della vita di Firenze negli ultimi anni, anche se con altrettanta chiarezza e senza ipocrisia ricordo che noi abbiamo sempre combattuto i metodi fuori dalla legge che sono stati utilizzati dal leader del Movimento di lotta per la casa”. Lo ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze, a proposito della scomparsa di Lorenzo Bargellini.

“Crediamo che i diritti dei cittadini si possano tutelare esclusivamente attraverso le regole e la legalità”, ha aggiunto Nardella, a margine di una iniziativa alla Eli Lilly di Sesto Fiorentino, ricordando che “da quando sono sindaco abbiamo raggiunto quasi 30 sgomberi di immobili, complessi e condomini, a dimostrazione che c’è stato un intensificarsi del contrasto alle occupazioni abusive”, ma anche che “non abbiamo abbassato
il livello di accoglienza e solidarietà, sia nei confronti delle famiglie che attendono un alloggio, per cui ci siamo dati l’obiettivo di assegnare nel mio mandato mille alloggi nuovi, sia nei confronti dei senzatetto e di chi vive ai margini della comunità”.

The post MORTE DI BARGELLINI, NARDELLA: “RISPETTO MA I SUOI METODI FUORI LEGGE” appeared first on Controradio.