Maltempo: tromba d’aria in Casentino, danni e allagamenti

Maltempo: tromba d’aria in Casentino, danni e allagamenti

Una tromba d’aria di notevole intensità si è abbattuta nel tardo pomeriggio nell’Aretino, con particolare insistenza sulla frazione di Soci, nel comune di Bibbiena (Arezzo).

Un vera e propria tromba d’aria si è abbattuta ieri sul Casentino. Il forte vento, accompagnato alla pioggia, ha divelto tegole, comignoli, rami e sradicato piante, provocando danni e allagamenti. Sul posto diverse squadre dei vigili del fuoco anche da Arezzo, da Siena e da Firenze. Il lavoro è in corso visto l’alto numero di chiamate ricevute e secondo i vigili del fuoco potrà concludersi solo in tarda serata. Al momento non si registrano danni a persone.
Pioggia forte e qualche danno anche nel resto della vallata del Casentino e ad Arezzo ma senza le criticità registrate nella zona di Bibbiena.

L'articolo Maltempo: tromba d’aria in Casentino, danni e allagamenti proviene da www.controradio.it.

Turku: la ricercatrice ferita è di Bibbiena

Turku: la ricercatrice ferita è di Bibbiena

E’ originaria di Bibbiena (Arezzo) Luisa Biancucci, la ricercatrice ferita in Finlandia nell’attacco di ieri a Turku. I familiari della donna vivono ancora nella cittadina, dalla quale la giovane donna è partita da tempo per svolgere il suo lavoro di ricerca in Finlandia dopo la laurea ed un master.

A Bibbiena vive anche la sorella che, secondo quanto appreso, è partita per la Finlandia per raggiungere la ricercatrice.
Lisa Biancucci ha un incarico all’università di Turku da circa due anni. Il marito,
anche lui ricercatore di zoologia, al momento dell’attentato era al lavoro, mentre la moglie era con la piccola.
A Bibbiena vivono il padre, la madre e la sorella della ricercatrice ed i sui zii, che gestiscono un esercizio commerciale nel centro della cittadina.

Quando Lisa Biancucci è stata aggredita nell’attentato di ieri a Turku era con la sua
bimba di sei mesi, in carrozzina: il particolare è stato reso noto dallo zio della giovane ricercatrice aretina, raggiunto al telefono.  “E’ stato il marito che ha avvisato i genitori ed i parenti a Bibbiena. L’importante – ha detto lo zio – è che lei non sia in pericolo di vita”.

L'articolo Turku: la ricercatrice ferita è di Bibbiena proviene da www.controradio.it.

ASSOLTO PRIMARIO FIRENZE ACCUSATO MORTE GIOVANE PAZIENTE

Assolto Primario Firenze GIOVANE

Il professor Padeletti ex primario Careggi è stato assolto dall’accusa omicidio colposo perché ‘il fatto non sussiste’. La ragazza, di 18 anni, morì nel sonno per un difetto cardiaco congenito.

Il professor Luigi Padeletti, ex primario di aritmologia di Careggi ora a Milano, è stato assolto dal tribunale di Firenze con la formula ‘perché il fatto non sussiste’ nel processo per la morte di Gaia Bendoni, una 18enne
affetta da un difetto congenito del cuore, deceduta nel sonno il 24 ottobre 2011. Padeletti era finito sul banco degli imputati con l’accusa di omicidio colposo. Il pm Andrea Cusani aveva chiesto una pena di tre anni di reclusione.

Gaia Bendoni, affetta da blocco atrio ventricolare completo congenito, era seguita da un cardiologo di Bibbiena (Arezzo). Il medico l’aveva indirizzata a Padeletti, che la seguiva presso la clinica Villa Donatello di Firenze, affinché valutasse l’opportunità di sottoporre la ragazza a un intervento di impianto di un peacemaker. Secondo l’accusa, con la decisione di non procedere all’impianto Padeletti avrebbe violato le linee guida nazionali ed europee. Dalle relazioni presentate dalle consulenze della difesa invece non erano emerse violazioni delle linee guida con tanto di relazioni prese con consulenti.

The post ASSOLTO PRIMARIO FIRENZE ACCUSATO MORTE GIOVANE PAZIENTE appeared first on Controradio.