Attentati Firenze: procura fa appello a riesame contro scarcerazioni anarchici

Attentati Firenze: procura fa appello a riesame contro scarcerazioni anarchici

La procura di Firenze fa appello al tribunale del riesame contro le scarcerazioni di sei anarchici sugli otto fermati il 3 agosto scorso come presunti autori, a vario titolo, dell’attentato dinamitardo di Capodanno alla libreria Il Bargello di Casapound, quando venne gravemente ferito l”artificiere della polizia Mario Vece, e per l’assalto con le molotov alla caserma dei carabinieri di Rovezzano del 21 aprile 2016, indagine collegata presente nello stesso fascicolo.

La decisione di fare ricorso è stata presa oggi in una riunione degli inquirenti che si occupano dell’inchiesta. Il ricorso è contro il provvedimento dei gip di Firenze e Roma, in particolare contro le cinque scarcerazioni, su sei posizioni, decise dal giudice Fabio Frangini di Firenze che solo per un indagato, Salvatore Vespertino, 30 anni, ha convalidato il fermo e confermato l’arresto in carcere, rimettendo in libertà tutti gli altri fermati a Firenze. Il secondo fermato che al momento resta in carcere è Pierloreto Fallanca, 30 anni, per decisione del gip di Lecce, Carlo Cazzella.

Tra i vari indizi, il gip Cazzella ricorda che Fallanca il 12 maggio 2017 viene intercettato mentre dice “L’ho messo il bombone a Casapound, in bocca a Casapound”, mentre il 30 dicembre 2016 è tra coloro che partecipano a una riunione segreta a Cantagallo (Prato). Nell’ordinanza su Fallanca, il gip  scrive che “gli indizi raccolti sinora assurgono al rango di gravità tale da ipotizzare l’affermazione di responsabilità, all’esito di un giudizio, quanto meno nei confronti di Falanca Pierloreto, Giovanni Ghezzi, Salvatore Vespertino e Roberto Cropo in ordine al concorso nella fabbricazione dell’ordigno esplosivo e nella conseguente detenzione e porto in luogo pubblico , nel tentato omicidio e danneggiamento aggravato dell’immobile”.

“Sussiste inoltre un fondato pericolo di fuga” e lo stesso Fallanca “non ha una fissa dimora ed è sempre in giro per l’Italia”, quindi “ove denunciato a piede libero è altissima la probabilità che faccia perdere le proprie tracce attesa la gravità dei fatti in contestazione”.

L'articolo Attentati Firenze: procura fa appello a riesame contro scarcerazioni anarchici proviene da www.controradio.it.