Barbagallo (Uil): “Secondo dati Istat, nuovi occupati solo per lavoretti”

Barbagallo (Uil): “Secondo dati Istat, nuovi occupati solo per lavoretti”

Intervenendo a Firenze, il segretario generale della Uil ha fatto notare come la maggioranza di chi trova lavoro nel 2017 per la maggior parte sia a tempo determinato

I nuovi occupati evidenziati dai dati Istat per il terzo trimestre 2017 “sono per la maggior parte a tempo determinato, quindi è un problema che abbiamo di fronte”. Lo ha affermato Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil, parlando a margine dell’iniziativa “Quaderni del lavoro” della Uil Toscana a Firenze. “Spesso sono lavoretti – ha aggiunto – e bisogna anche verificare questo, troppe piattaforme digitali che mandano per tre euro babysitter a casa, per cinque euro coloro che vanno a guardare come sono state messe le merci nei supermercati, per cinque euro coloro che portano da mangiare a casa: non è buona occupazione. Bisogna insistere invece sugli investimenti pubblici e privati, smetterla con questa austerità che ha ridotto l’Europa in povertà”.

Secondo Barbagallo, l’ipotesi di riduzione delle proroghe dei contratti a tempo determinato, contenuta in un emendamento alla legge di bilancio, “è sempre un aiuto” ma “il problema di fondo è sempre quello: il lavoro non si crea per decreto, si crea con investimenti pubblici e privati. Lo sosteniamo da tempo, bisogna bisogna fare in modo che succeda”. Il leader della Uil ha ricordato: “Noi, negli ultimi incontri che abbiamo fatto col governo, abbiamo chiesto di raddoppiare la penalità in denaro per chi licenzia, perché era più facile licenziare che mandare in cassa integrazione i lavoratori. Questo quantomeno lo abbiamo avviato con l’ultima intesa che abbiamo fatto”; Adesso “che è stato fatto il nuovo presidente dell’Eurogruppo, che è un portoghese, che dovrebbe essere contro l’austerità, ritorneremo alla carica per il lavoro, ritorneremo alla carica per eliminare un’austerità che sta distruggendo l’Europa”.

L'articolo Barbagallo (Uil): “Secondo dati Istat, nuovi occupati solo per lavoretti” proviene da www.controradio.it.