Celebrazioni per il centenario della nascita di Pietro Grossi

Celebrazioni per il centenario della nascita di Pietro Grossi

Un progetto speciale che raccoglie tante realtà del territorio per celebrare il compositore fiorentino pioniere italiano della musica elettronica e della computer music.

“1917-2017 Pietro Grossi. L’istante zero” è il progetto speciale promosso dal Comune di Firenze per celebrare il centenario della nascita del grande compositore (Venezia, 1917 –  Firenze, 2002), fondatore dello Studio di Fonologia Musicale di Firenze S 2F M (1963), pioniere italiano della musica elettronica e della computer music. Il via alla celebrazioni è stato dato ufficialmente oggi al conservatorio Luigi Cherubini dal sindaco Dario Nardella, che ha intitolato a Grossi la Sala del Buonumore.

Sperimentatore instancabile, divulgatore appassionato, Pietro Grossi è stato una figura poliedrica e determinante nel dibattito culturale della seconda metà del Novecento. Il programma, curato da importanti realtà e istituzioni cittadine e regionali come Comune di Firenze, prevede concerti, esposizioni, tavole rotonde, testimonianze critiche, proiezioni, momenti di ascolto e incontri con il pubblico, nel tentativo di analizzare l’eredità culturale di Grossi nell’ottica di un’apertura verso la contemporaneità e la recente produzione musicale.

Il calendario include una serie di iniziative a ingresso gratuito tra domani e il 21 ottobre 2017, ed è curato da Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, Museo Novecento, Centro Pecci di Prato – Fondazione per le Arti contemporanee in Toscana, Tempo Reale/Centro di ricerca produzione e didattica musicale con il coordinamento di Comune di Firenze e MUS.E e la collaborazione dell’Associazione Pietro Grossi.

“Pietro Grossi – sottolinea il sindaco Nardella – è stato un vero e proprio pioniere della musica elettronica, oltre che uno straordinario musicista e compositore, e scelse Firenze per affinare i suoi studi e per fondare il suo famosissimo studio di Fonologia, uno dei primi al mondo. Oggi gli rendiamo un doveroso omaggio partendo proprio dal conservatorio dove aveva suonato e insegnato per oltre 40 anni. Mi rivolgo agli studenti, invitandoli a coltivare la passione per la musica senza mai dimenticare creatività, innovazione, sperimentazione e coraggio, qualità che Grossi ha tramandato come la più importante delle sue lezioni”.

L'articolo Celebrazioni per il centenario della nascita di Pietro Grossi proviene da www.controradio.it.

CENTRO PECCI, TRE SERATE DI CONCERTI ALL’ANFITEATRO PRATESE

 centro pecci

L’anfiteatro del centro Pecci risuonerà di musiche provenienti da tutto il mondo, grazie a tre concerti che porteranno quest’estate star di livello internazionale a Prato all’interno delle rassegne  “Prato Estate” e ” Festival delle Colline”.

I primi due concerti rientrano rassegna estiva del Comune di Prato, ” Prato Estate”:                                                           Venerdi 7 Luglio ore 22.30 con Skin Suol, icona pop rock e leader della band Skunk Anansie,nell’inconsueta veste di disk jockey. Ingresso € 15, per l’evento “Skin Soul” è previsto inoltre un biglietto di € 18 che comprende la visita al Centro Pecci.

Sabato 8 luglio, ore 21.30 è la volta di Pape Diouf: il suo concerto porta a Prato il suono della musica senegalese in un mix di pop e tradizione. Molto apprezzato in patria e in tutto il mondo, Pape Diouf è una figura carismatica capace di trascinare il pubblico in un crescendo di emozioni. La sua musica trae origine dal mbalax, genere musicale senegalese che nasce dai griot, i cantastorie custodi della straordinaria tradizione orale in lingua wolof.                     Ingresso € 25, gli ascoltatori di Pape Diouf potranno anche visitare il Centro Pecci, aperto fino a mezzanotte, con un biglietto ridotto a 5 € per tutti a partire dalle ore 20.

Mentre rientra nella rassegna ” Festival delle Colline”  la storica manifestazione giunta quest’anno alla trentottesima edizione, il concerto di lunedì 10 luglio alle ore 21.30, di Enzo Avitabile, sassofonista e cantautore partenopeo che ha appena vinto due David di Donatello per la colonna sonora del film Indivisibili.                                                                    Compositore e polistrumentista nato nel 1955 nel popolare quartiere napoletano di Marianella, ha studiato il sassofono sin da bambino e, da adolescente, lo suonava nei club dei militari americani.                                               Dopo essersi diplomato in flauto al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, inizia a collaborare con artisti pop e rock internazionali, da James Brown a Tina Turner, muovendosi sempre sotto un cielo assolutamente personale, mai comune. Ingresso € 12

Ulteriori informazioni su  www.centropecci.it

The post CENTRO PECCI, TRE SERATE DI CONCERTI ALL’ANFITEATRO PRATESE appeared first on Controradio.

CENTRO PECCI, TRE SERATE DI CONCERTI ALL’ANFITEATRO PRATESE

 centro pecci

L’anfiteatro del centro Pecci risuonerà di musiche provenienti da tutto il mondo, grazie a tre concerti che porteranno quest’estate star di livello internazionale a Prato all’interno delle rassegne  “Prato Estate” e ” Festival delle Colline”.

I primi due concerti rientrano rassegna estiva del Comune di Prato, ” Prato Estate”:                                                           Venerdi 7 Luglio ore 22.30 con Skin Suol, icona pop rock e leader della band Skunk Anansie,nell’inconsueta veste di disk jockey. Ingresso € 15, per l’evento “Skin Soul” è previsto inoltre un biglietto di € 18 che comprende la visita al Centro Pecci.

Sabato 8 luglio, ore 21.30 è la volta di Pape Diouf: il suo concerto porta a Prato il suono della musica senegalese in un mix di pop e tradizione. Molto apprezzato in patria e in tutto il mondo, Pape Diouf è una figura carismatica capace di trascinare il pubblico in un crescendo di emozioni. La sua musica trae origine dal mbalax, genere musicale senegalese che nasce dai griot, i cantastorie custodi della straordinaria tradizione orale in lingua wolof.                     Ingresso € 25, gli ascoltatori di Pape Diouf potranno anche visitare il Centro Pecci, aperto fino a mezzanotte, con un biglietto ridotto a 5 € per tutti a partire dalle ore 20.

Mentre rientra nella rassegna ” Festival delle Colline”  la storica manifestazione giunta quest’anno alla trentottesima edizione, il concerto di lunedì 10 luglio alle ore 21.30, di Enzo Avitabile, sassofonista e cantautore partenopeo che ha appena vinto due David di Donatello per la colonna sonora del film Indivisibili.                                                                    Compositore e polistrumentista nato nel 1955 nel popolare quartiere napoletano di Marianella, ha studiato il sassofono sin da bambino e, da adolescente, lo suonava nei club dei militari americani.                                               Dopo essersi diplomato in flauto al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, inizia a collaborare con artisti pop e rock internazionali, da James Brown a Tina Turner, muovendosi sempre sotto un cielo assolutamente personale, mai comune. Ingresso € 12

Ulteriori informazioni su  www.centropecci.it

The post CENTRO PECCI, TRE SERATE DI CONCERTI ALL’ANFITEATRO PRATESE appeared first on Controradio.

CENTRO PECCI, TRE SERATE DI CONCERTI ALL’ANFITEATRO PRATESE

 centro pecci

L’anfiteatro del centro Pecci risuonerà di musiche provenienti da tutto il mondo, grazie a tre concerti che porteranno quest’estate star di livello internazionale a Prato all’interno delle rassegne  “Prato Estate” e ” Festival delle Colline”.

I primi due concerti rientrano rassegna estiva del Comune di Prato, ” Prato Estate”:                                                           Venerdi 7 Luglio ore 22.30 con Skin Suol, icona pop rock e leader della band Skunk Anansie,nell’inconsueta veste di disk jockey. Ingresso € 15, per l’evento “Skin Soul” è previsto inoltre un biglietto di € 18 che comprende la visita al Centro Pecci.

Sabato 8 luglio, ore 21.30 è la volta di Pape Diouf: il suo concerto porta a Prato il suono della musica senegalese in un mix di pop e tradizione. Molto apprezzato in patria e in tutto il mondo, Pape Diouf è una figura carismatica capace di trascinare il pubblico in un crescendo di emozioni. La sua musica trae origine dal mbalax, genere musicale senegalese che nasce dai griot, i cantastorie custodi della straordinaria tradizione orale in lingua wolof.                     Ingresso € 25, gli ascoltatori di Pape Diouf potranno anche visitare il Centro Pecci, aperto fino a mezzanotte, con un biglietto ridotto a 5 € per tutti a partire dalle ore 20.

Mentre rientra nella rassegna ” Festival delle Colline”  la storica manifestazione giunta quest’anno alla trentottesima edizione, il concerto di lunedì 10 luglio alle ore 21.30, di Enzo Avitabile, sassofonista e cantautore partenopeo che ha appena vinto due David di Donatello per la colonna sonora del film Indivisibili.                                                                    Compositore e polistrumentista nato nel 1955 nel popolare quartiere napoletano di Marianella, ha studiato il sassofono sin da bambino e, da adolescente, lo suonava nei club dei militari americani.                                               Dopo essersi diplomato in flauto al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, inizia a collaborare con artisti pop e rock internazionali, da James Brown a Tina Turner, muovendosi sempre sotto un cielo assolutamente personale, mai comune. Ingresso € 12

Ulteriori informazioni su  www.centropecci.it

The post CENTRO PECCI, TRE SERATE DI CONCERTI ALL’ANFITEATRO PRATESE appeared first on Controradio.