Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti”

Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti”

Dopo la decisione del Ministro Calenda sullo scioglimento del contratto, arrivano le accuse dell’ad di Cevital: “rischio attesa di anni, noi rispettato adempimenti formali”

Dopo che nella giornata di lunedì una delegazione delle Rsu di Aferpi era andata a manifestare sotto al Mise, consegnando una lettera al ministro Carlo Calenda in cui si chiedeva di accellerare il passaggio dell’azienda nelle mani di soggetti già attivi nella siderurgia, il ministro dello Sviluppo Economico ha deciso di far partire un’azione legale per scindere il contratto Aferpi-Cevital.

“Abbiamo dato mandato di partire con l’azione legale. Siamo sempre alla solita storia, sono stanco di essere preso in giro”, questo il commento di Calenda al termine dell’incontro con i vertici dell’azienda.

“Siamo rimasti sorpresi dalla decisione del ministro Calenda di dare avvio dell’azione legale ai danni di Cevital. Pensiamo che questo tipo di strada avrà solo una vittima, i 2000 dipendenti, appesi per anni alle decisioni della giustizia”. E’ quanto spiega all’ANSA Said Benikene, ad di Aferpi e di Cevital che aggiunge: “Ci auguriamo che non si prosegua sulla strada del contenzioso legale che altrimenti ci vedrà costretti a difenderci, avendo dalla nostra il rispetto di tutti gli adempimenti formali”.

“Crediamo nel nostro progetto di rilancio delle acciaierie di Piombino” e “stiamo continuando a lavorare per presentare il nostro piano industriale entro la fine di dicembre, come previsto dall’addendum”. prosegue Said Benikene “Crediamo nel nostro progetto di rilancio – spiega l’ad – attraverso la riapertura dell’alto forno e la costruzione di una nuova fornace elettrica per tornare a coprire dall’inizio il processo del value chain. Per farlo abbiamo individuato dei partner solidi ed affidabili, Sinosteel e Magnum Steel, e riteniamo che la congiuntura favorevole del mercato dell’acciaio ci permetterebbe la massima valorizzazione delle nostre scelte”.

L'articolo Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti” proviene da www.controradio.it.

Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti”

Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti”

Dopo la decisione del Ministro Calenda sullo scioglimento del contratto, arrivano le accuse dell’ad di Cevital: “rischio attesa di anni, noi rispettato adempimenti formali”

Dopo che nella giornata di lunedì una delegazione delle Rsu di Aferpi era andata a manifestare sotto al Mise, consegnando una lettera al ministro Carlo Calenda in cui si chiedeva di accellerare il passaggio dell’azienda nelle mani di soggetti già attivi nella siderurgia, il ministro dello Sviluppo Economico ha deciso di far partire un’azione legale per scindere il contratto Aferpi-Cevital.

“Abbiamo dato mandato di partire con l’azione legale. Siamo sempre alla solita storia, sono stanco di essere preso in giro”, questo il commento di Calenda al termine dell’incontro con i vertici dell’azienda.

“Siamo rimasti sorpresi dalla decisione del ministro Calenda di dare avvio dell’azione legale ai danni di Cevital. Pensiamo che questo tipo di strada avrà solo una vittima, i 2000 dipendenti, appesi per anni alle decisioni della giustizia”. E’ quanto spiega all’ANSA Said Benikene, ad di Aferpi e di Cevital che aggiunge: “Ci auguriamo che non si prosegua sulla strada del contenzioso legale che altrimenti ci vedrà costretti a difenderci, avendo dalla nostra il rispetto di tutti gli adempimenti formali”.

“Crediamo nel nostro progetto di rilancio delle acciaierie di Piombino” e “stiamo continuando a lavorare per presentare il nostro piano industriale entro la fine di dicembre, come previsto dall’addendum”. prosegue Said Benikene “Crediamo nel nostro progetto di rilancio – spiega l’ad – attraverso la riapertura dell’alto forno e la costruzione di una nuova fornace elettrica per tornare a coprire dall’inizio il processo del value chain. Per farlo abbiamo individuato dei partner solidi ed affidabili, Sinosteel e Magnum Steel, e riteniamo che la congiuntura favorevole del mercato dell’acciaio ci permetterebbe la massima valorizzazione delle nostre scelte”.

L'articolo Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti” proviene da www.controradio.it.

Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti”

Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti”

Dopo la decisione del Ministro Calenda sullo scioglimento del contratto, arrivano le accuse dell’ad di Cevital: “rischio attesa di anni, noi rispettato adempimenti formali”

Dopo che nella giornata di lunedì una delegazione delle Rsu di Aferpi era andata a manifestare sotto al Mise, consegnando una lettera al ministro Carlo Calenda in cui si chiedeva di accellerare il passaggio dell’azienda nelle mani di soggetti già attivi nella siderurgia, il ministro dello Sviluppo Economico ha deciso di far partire un’azione legale per scindere il contratto Aferpi-Cevital.

“Abbiamo dato mandato di partire con l’azione legale. Siamo sempre alla solita storia, sono stanco di essere preso in giro”, questo il commento di Calenda al termine dell’incontro con i vertici dell’azienda.

“Siamo rimasti sorpresi dalla decisione del ministro Calenda di dare avvio dell’azione legale ai danni di Cevital. Pensiamo che questo tipo di strada avrà solo una vittima, i 2000 dipendenti, appesi per anni alle decisioni della giustizia”. E’ quanto spiega all’ANSA Said Benikene, ad di Aferpi e di Cevital che aggiunge: “Ci auguriamo che non si prosegua sulla strada del contenzioso legale che altrimenti ci vedrà costretti a difenderci, avendo dalla nostra il rispetto di tutti gli adempimenti formali”.

“Crediamo nel nostro progetto di rilancio delle acciaierie di Piombino” e “stiamo continuando a lavorare per presentare il nostro piano industriale entro la fine di dicembre, come previsto dall’addendum”. prosegue Said Benikene “Crediamo nel nostro progetto di rilancio – spiega l’ad – attraverso la riapertura dell’alto forno e la costruzione di una nuova fornace elettrica per tornare a coprire dall’inizio il processo del value chain. Per farlo abbiamo individuato dei partner solidi ed affidabili, Sinosteel e Magnum Steel, e riteniamo che la congiuntura favorevole del mercato dell’acciaio ci permetterebbe la massima valorizzazione delle nostre scelte”.

L'articolo Aferpi, per ad Cevital “azione legale colpirà solo dipendenti” proviene da www.controradio.it.

Aferpi: sindaco Piombino, servono strumenti straordinari

Aferpi: sindaco Piombino, servono strumenti straordinari

I commenti di Giuliani dopo la decisione di ieri di dare avvio alle procedure legali per la risoluzione del contratto Aferpi Cevital.

‘Constato che evidentemente il ministro Calenda ha preso atto che non ci sono ulteriori fatti o documenti che facciano ritenere il piano industriale di Aferpi, attendibile, verosimile e fattibile’. Lo ha detto il sindaco di Piombino (Livorno) Massimo Giuliani commentando oggi la notizia della decisione del ministro dello Sviluppo economico, dopo l’ultimo incontro di ieri con i vertici dell’azienda, di dare avvio alle procedure legali per la risoluzione del contratto con Aferpi-Cevital.

‘A questo punto e’ importantissimo – ha aggiunto il sindaco – che in questa ulteriore fase che si apre lo Stato sia presente su Piombino con strumenti ordinari, ma anche con strumenti straordinari utili per riaprirci verso altri investitori e altri progetti’.

L'articolo Aferpi: sindaco Piombino, servono strumenti straordinari proviene da www.controradio.it.

Aferpi, Rsu al Mise: “chiudere era Cevital”

Aferpi, Rsu al Mise: “chiudere era Cevital”

Una delegazione dei sindacati consegnerà una lettera al Ministro Calenda dopo l’incontro del Governo con Cevital

Una delegazione delle Rrsu di Aferpi e Piombino Logistic sarà oggi a Roma, sotto al Mise dove è in programma alle 17 un incontro tra Governo e proprietà Cevital. Nell’occasione consegnerà al ministro Carlo Calenda una lettera. Nel documento le Rsu chiedono al ministro che si attivi per concludere rapidamente l’era Cevital – “di mettere fine a questa grottesca vicenda dettata da un imprenditore dello zucchero che da grande voleva fare il siderurgico e che si è rivelato uno speculatore finanziario” – nonostante le rinnovate promesse avanzate da Rebrab ai sindacati.

A Calenda le Rsu chiedono anche che “di accelerare i contatti con soggetti siderurgici che si sono interessati a Piombino in quest’ultimo periodo” e che il Governo intervenga “per rilanciare rapidamente la siderurgia a Piombino che sarebbe condannata se dopo tre anni di immobilismo Cevital dovesse anche attendere i tempi lunghi della burocrazia e della giurisprudenza italiana”.

L'articolo Aferpi, Rsu al Mise: “chiudere era Cevital” proviene da www.controradio.it.