Odeon Firenze: anteprima film ispirato a Bocelli

Odeon Firenze: anteprima film ispirato a Bocelli

 Arriva nelle sale il film ispirato alla vita di Andrea Bocelli. In anteprima mondiale a Firenze, domenica 17 settembre ore 19.00 al cinema Odeon. Presenti il Maestro Andrea Bocelli, il regista Michael Radford e l’attrice Luisa Ranieri.

Arriverà al cinema come evento speciale a settembre – il 18, 19, 20 distribuito da QMI Stardust – La Musica del Silenzio, biopic ispirato alla vita di Andrea Bocelli e liberamente tratto dall’omonimo romanzo.

A precedere l’uscita in sala, il film sarà presentato in anteprima mondiale domenica 17 settembre alle ore 19.00 al Cinema Odeon di Firenze, alla presenza del Maestro Andrea Bocelli, del regista Michael Radford e dell’attrice Luisa Ranieri, che nel film interpreta la madre di Amos Bardi, alter ego del tenore.

Il film diretto da Michael Radford (già regista de Il Postino e Il Mercante di Venezia) racconta il percorso personale e musicale di Amos Bardi dall’infanzia agli allori della sua carriera. Squarci di una vita intensa destinata a grandi trionfi ma segnata da false partenze, dubbi, piccoli e grandi dolori. A vestire i panni del celebre tenore, l’attore e musicista inglese Toby Sebastian affiancato da un cast internazionale: Antonio Banderas (nel ruolo del maestro di musica), Jordi Mollà (il padre), Luisa Ranieri (la madre), Ennio Fantastichini (lo zio), Nadir Castelli (la moglie) oltre a un cameo dello stesso Bocelli. Girato tra Roma, Pisa, Volterra, luoghi in cui il tenore è cresciuto, e sceneggiato da Anna Pavignano e Michael Radford, La Musica del Silenzio restituisce il ritratto di una figura ricca d’umanità.

Per le riprese in provincia di Pisa – a Peccioli, Volterra, Lajatico e Montecatini Val di Cecina – il film si è avvalso, per il location scouting e altri servizi, della collaborazione di Toscana Film Commission.

La Musica del Silenzio avrà la resa accessibile per le persone cieche e sorde.

Grazie al Progetto Cinemanchìo il film potrà essere fruito con l’aiuto della sottotitolazione facilitata e dell’audiodescrizione. La resa accessibile è integrata nella produzione: la sottotitolazione facilitata sarà inserita nella proiezione, oppure sarà scaricabile, come l’audiodescrizione, da una APP apposita. Quindi il film è accessibile su schermo, su tablet o smartphone. Sottotitoli e audiodescrizione sono sincronizzati al film così da rendere perfettamente agevole e accessibile a tutti l’esperienza e l’emozione del film in sala.

Trama: Amos Bardi – alter ego di Andrea Bocelli – nasce con il dono di una voce che si manifesta di gran pregio fin da bambino, nello stesso tempo però soffre di un grave problema agli occhi che lo rende quasi cieco. La malattia lo costringe a un calvario di interventi chirurgici. Presto Amos deve separarsi dalla famiglia per entrare in istituto per non vedenti e imparare il Braille. È proprio lì che una pallonata in faccia lo porta alla cecità totale. Nonostante tutto Amos non si arrende. La sua vita sarà una sfida senza soste fino a quando riuscirà a ottenere il primo vero successo in palcoscenico con l’esecuzione del Miserere.

Per info: www.lamusicadelsilenzio.it.

 

 

L'articolo Odeon Firenze: anteprima film ispirato a Bocelli proviene da www.controradio.it.

Odeon Firenze: anteprima film ispirato a Bocelli

Odeon Firenze: anteprima film ispirato a Bocelli

 Arriva nelle sale il film ispirato alla vita di Andrea Bocelli. In anteprima mondiale a Firenze, domenica 17 settembre ore 19.00 al cinema Odeon. Presenti il Maestro Andrea Bocelli, il regista Michael Radford e l’attrice Luisa Ranieri.

Arriverà al cinema come evento speciale a settembre – il 18, 19, 20 distribuito da QMI Stardust – La Musica del Silenzio, biopic ispirato alla vita di Andrea Bocelli e liberamente tratto dall’omonimo romanzo.

A precedere l’uscita in sala, il film sarà presentato in anteprima mondiale domenica 17 settembre alle ore 19.00 al Cinema Odeon di Firenze, alla presenza del Maestro Andrea Bocelli, del regista Michael Radford e dell’attrice Luisa Ranieri, che nel film interpreta la madre di Amos Bardi, alter ego del tenore.

Il film diretto da Michael Radford (già regista de Il Postino e Il Mercante di Venezia) racconta il percorso personale e musicale di Amos Bardi dall’infanzia agli allori della sua carriera. Squarci di una vita intensa destinata a grandi trionfi ma segnata da false partenze, dubbi, piccoli e grandi dolori. A vestire i panni del celebre tenore, l’attore e musicista inglese Toby Sebastian affiancato da un cast internazionale: Antonio Banderas (nel ruolo del maestro di musica), Jordi Mollà (il padre), Luisa Ranieri (la madre), Ennio Fantastichini (lo zio), Nadir Castelli (la moglie) oltre a un cameo dello stesso Bocelli. Girato tra Roma, Pisa, Volterra, luoghi in cui il tenore è cresciuto, e sceneggiato da Anna Pavignano e Michael Radford, La Musica del Silenzio restituisce il ritratto di una figura ricca d’umanità.

Per le riprese in provincia di Pisa – a Peccioli, Volterra, Lajatico e Montecatini Val di Cecina – il film si è avvalso, per il location scouting e altri servizi, della collaborazione di Toscana Film Commission.

La Musica del Silenzio avrà la resa accessibile per le persone cieche e sorde.

Grazie al Progetto Cinemanchìo il film potrà essere fruito con l’aiuto della sottotitolazione facilitata e dell’audiodescrizione. La resa accessibile è integrata nella produzione: la sottotitolazione facilitata sarà inserita nella proiezione, oppure sarà scaricabile, come l’audiodescrizione, da una APP apposita. Quindi il film è accessibile su schermo, su tablet o smartphone. Sottotitoli e audiodescrizione sono sincronizzati al film così da rendere perfettamente agevole e accessibile a tutti l’esperienza e l’emozione del film in sala.

Trama: Amos Bardi – alter ego di Andrea Bocelli – nasce con il dono di una voce che si manifesta di gran pregio fin da bambino, nello stesso tempo però soffre di un grave problema agli occhi che lo rende quasi cieco. La malattia lo costringe a un calvario di interventi chirurgici. Presto Amos deve separarsi dalla famiglia per entrare in istituto per non vedenti e imparare il Braille. È proprio lì che una pallonata in faccia lo porta alla cecità totale. Nonostante tutto Amos non si arrende. La sua vita sarà una sfida senza soste fino a quando riuscirà a ottenere il primo vero successo in palcoscenico con l’esecuzione del Miserere.

Per info: www.lamusicadelsilenzio.it.

 

 

L'articolo Odeon Firenze: anteprima film ispirato a Bocelli proviene da www.controradio.it.

Cinema Odeon: film-concerto David Gilmour

Cinema Odeon: film-concerto David Gilmour

Al Cinema Odeon di Firenze, mercoledì 13, giovedì 14 e venerdì 15 Settembre, dalle ore 17.30 alle 21.00, “David Gilmour: live at Pompei”.

Il 7 e 8 luglio 2016 David Gilmour si è esibito in due concerti nell’anfiteatro di Pompei, all’ombra del Vesuvio, 45 anni dopo avervi suonato durante le registrazioni della storica esibizione Pink Floyd Live at Pompei, ripresa da Adrien Maben.

I concerti di Gilmour sono stati le prime performance rock a svolgersi davanti a un pubblico nell’antico anfiteatro romano, che fu costruito nel I secolo a.C. e sepolto dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.

David Gilmour è stato quindi l’unico artista ad esibirsi davanti a un pubblico all’interno dell’arena di Pompei dai tempi dei gladiatori, quasi 2.000 anni fa.

Parlando dei concerti di Pompei David Gilmour ha commentato: “si tratta di un posto magico. Farvi ritorno e vedere il palcoscenico e l’arena è stata un’esperienza travolgente. È un luogo di fantasmi”.

Ora quelle performance arrivano al Cinema Odeon: il film concerto includerà il meglio di entrambi gli show di quel luglio 2016, girati in 4K dal regista Gavin Elder. Lo spettacolo include canzoni di tutta la carriera di David comprese quelle dei suoi due album più recenti: “Rattle That Lock” e “On An Island”.

Sono inclusi anche altri brani solisti e classici dei Pink Floyd come “Wish You Were Here”, “Comfortably” e “One Of These Days”, l’unica canzone eseguita anche con la band nel 1971. In entrambi i concerti Gilmour ha inserito in scaletta la speciale performance di “The Great Gig In The Sky” da “The Dark Side Of The Moon”, che raramente propone da solista.

Per info: tel. 055-214068 www.odeonfirenze.com

L'articolo Cinema Odeon: film-concerto David Gilmour proviene da www.controradio.it.

Odeon Firenze: la prima di ‘Walk with me’

Odeon Firenze: la prima di ‘Walk with me’

Al cinema Odeon, martedì 12 settembre, ore 21.15, ci sarà la prima di “Walk with me”, documentario su Thich Nhat Hanh, celebre maestro buddhista, narrato dalla voce del famoso attore Benedict Cumberbatch.

Domani sera evento al Cinema Odeon di Firenze, in occasione della Giornata Mondiale della Mindfulness, che, in collaborazione con Wanted Cinema ed Essere Pace, presenta in prima nazionale Walk with me (versione originale con sottotitoli in italiano).

Narrato dalla voce del candidato all’Oscar Benedict Cumberbatch, Walk With Me è un viaggio nella comunità monastica del maestro Zen Thich Nhat Hanh, che insegna l’antica arte della meditazione buddhista oggi nota come Mindfulness.

Realizzato nel corso di tre anni nel monastero in Francia, ma anche on the road negli Stati Uniti, il film racconta per la prima volta dall’interno la quotidianità di un monastero Zen del XXI secolo, nel quale un gruppo di occidentali dalle più diverse provenienze ha scelto di ricominciare a vivere impostando la propria vita su nuovi valori, capaci di aprire inedite prospettive spirituali.

“È silenzioso e puro; contiene immagini e suoni che si traducono in una dimenticata concisione. Mi è piaciuto come i registi siano riusciti a catturare e trasmettere, cinematograficamente, lo stato a volte inspiegabile di essere risvegliato” ha dichiarato il regista Premio Oscar Alejandro González Iñárritu.

Prima della proiezione del film, appuntamento alle 20.30 in Piazza della Signoria (alla Fontana del Nettuno) per una camminata “passi di pace” verso il Cinema Odeon.

L'articolo Odeon Firenze: la prima di ‘Walk with me’ proviene da www.controradio.it.

Odeon Firenze: Franco Cardini presenta “Dunkirk”

Odeon Firenze: Franco Cardini presenta “Dunkirk”

Lo storico fiorentino, Franco Cardini, introduce il nuovo film di Christopher Nolan, “Dunkirk”, e presenta il suo nuovo libro dedicato all’operazione militare narrata nel film. Appuntamento martedì 5 settembre, ore 21, al cinema Odeon di Firenze.

Martedì 5 Settembre il Cinema Odeon di Firenze ospiterà gli storici Franco Cardini e Sergio Valzania, che presenteranno al pubblico “Dunkirk”, il nuovo film di Christopher Nolan, partendo dal loro ultimo libro, “DUNKIRQUE: 26 Maggio 4 – Giugno 1940, storia delll’Operazione Dynamo”, appena uscito nelle librerie per Mondadori.

DUNKIRK, film osannato dalla critica e apprezzato dal pubblico, racconta uno degli episodi cruciali della Seconda Guerra Mondiale: tra la fine di Maggio e l’inizio di Giugno del 1940, in nove giorni, 180.000 soldati inglesi e 140.000 soldati francesi e belgi furono evacuati dalle spiagge e dall’unico molo ancora operativo del porto di Dunkerque, nel Nord della Francia, sotto il costante bombardamento dell’artiglieria tedesca e della Luftwaffe.

La decisione di abbandonare il territorio europeo era stata presa dopo che il 20 maggio le avanguardie corazzate tedesche avevano raggiunto la Manica nei pressi di Abbeville e l’intero esercito belga, le due migliori armate francesi e il BEF (il corpo di spedizione britannico) erano stati circondati, spalle al mare. Il loro destino sembrava segnato: una disperata resistenza e poi – esaurite le munizioni, i viveri e il carburante – la resa.

Per riuscire in un’impresa di così vaste dimensioni in un contesto tanto ostile, l’ammiragliato inglese ricorse alla collaborazione di tutta la marineria portuale e da diporto britannica, che partecipò con entusiasmo e spirito di sacrificio all’operazione Dynamo con ogni tipo di imbarcazione disponibile, dando vita a una vera e propria epopea. Anche se Churchill ebbe a dire che “non si vincono le guerre con le evacuazioni”, l’operazione venne comunque valutata un grande successo, superiore alle più rosee aspettative coltivate dal governo britannico nel momento in cui era stata decisa.

I circa 240.000 inglesi inquadrati nelle sette divisioni che componevano il BEF costituivano infatti l’intero esercito inglese per quanto riguardava gli ufficiali, i sottufficiali di carriera e i soldati volontari. La loro perdita avrebbe forse privato la Gran Bretagna della possibilità di continuare da sola la guerra, dopo il collasso della Francia, dato che le sarebbero mancati i quadri di comando e gli istruttori per organizzare un esercito da opporre alle truppe dell’Asse.

Franco Cardini è professore emerito di Storia medievale presso l’Istituto italiano di Scienze umane e sociali/Scuola normale superiore e Directeur de Recherches nell’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi, nonché Fellow della Harvard University. Da Mondadori ha pubblicato: Il Barbarossa, Francesco d’Assisi, La vera storia della Lega lombarda, Quell’antica festa crudele, Alla corte dei papi, Giovanna D’Arco, Il guardiano del Santo Sepolcro (con Simonetta Della Seta) e, con Sergio Valzania, Le radici perdute dell’Europa e La scintilla. Inoltre ha scritto I Re Magi: storia e leggende, Europa e Islam: storia di un malinteso, In Terrasanta: pellegrini italiani tra Medioevo e prima età moderna, L’invenzione dell’Occidente, Il libro delle feste: il cerchio sacro dell’anno, Europa, Europae.

L'articolo Odeon Firenze: Franco Cardini presenta “Dunkirk” proviene da www.controradio.it.