INCENDIO GROSSETO, LEGAMBIENTE: “DISASTRO AMBIENTALE”

Legambiente incendio Grosseto cassero

“La nube tossica sprigionata dall’incendio della discarica di Cannicci è pericolosa sia per cittadini che per ecosistema” mette in allarme Legambiente. Marras (Pd): “completo sostegno a Civitella Paganico da parte della Regione.”

“L’incendio alla discarica di Cannicci rappresenta purtroppo un vero e proprio disastro ambientale. La nube tossica provocata dalla combustione dei rifiuti è pericolosa sia per i cittadini sia per l’ecosistema, gli animali e l’ambiente. Attendiamo a tal proposito i risultati delle verifiche in corso per capire meglio anche i rischi ambientali”. Lo dice Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente.

“Serve un fronte comune per agevolare il lavoro delle forze dell’ordine, coinvolgendo i cittadini e chiunque possa dare un contributo per la salvaguardia dell’ambiente e dell’economia della Maremma – prosegue -. Rimane il fatto che, al di là dell’emergenza, occorre sensibilizzare la popolazione attraverso percorsi di educazione ambientale con le scuole, cittadini e turisti, in modo da creare un rapporto continuo con le aree
pinetate dando anche alle persone gli strumenti per far fronte a questo tipo di eventi”.

“Voglio dire al sindaco che il Comune di Civitella Paganico può contare nel completo sostegno mio e della Regione Toscana nella gestione dell’emergenza creata dall’incendio che, ormai da ore, sta bruciando parte della discarica di Cannicci”. Così invece Leonardo Marras, capogruppo Pd Regione Toscana che prosegue: “Il fatto di aver individuato il movente doloso dell’incendio rende l’accaduto ancora più grave: un gesto da condannare perché oltre a provare un danno economico, rischia di mettere in pericolo la popolazione che potrebbe entrare in contatto con le pericolose sostanze sprigionate dai rifiuti bruciati. Condivido dunque la linea del sindaco Biondi: servono maggiori controlli per proteggere un impianto strategico per la nostra provincia, che è anche l’unico nella piena disponibilità di un ente pubblico, e severità nel condannare i colpevoli”.

The post INCENDIO GROSSETO, LEGAMBIENTE: “DISASTRO AMBIENTALE” appeared first on Controradio.

INCENDIO GROSSETO, LEGAMBIENTE: “DISASTRO AMBIENTALE”

Legambiente incendio Grosseto cassero

“La nube tossica sprigionata dall’incendio della discarica di Cannicci è pericolosa sia per cittadini che per ecosistema” mette in allarme Legambiente. Marras (Pd): “completo sostegno a Civitella Paganico da parte della Regione.”

“L’incendio alla discarica di Cannicci rappresenta purtroppo un vero e proprio disastro ambientale. La nube tossica provocata dalla combustione dei rifiuti è pericolosa sia per i cittadini sia per l’ecosistema, gli animali e l’ambiente. Attendiamo a tal proposito i risultati delle verifiche in corso per capire meglio anche i rischi ambientali”. Lo dice Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente.

“Serve un fronte comune per agevolare il lavoro delle forze dell’ordine, coinvolgendo i cittadini e chiunque possa dare un contributo per la salvaguardia dell’ambiente e dell’economia della Maremma – prosegue -. Rimane il fatto che, al di là dell’emergenza, occorre sensibilizzare la popolazione attraverso percorsi di educazione ambientale con le scuole, cittadini e turisti, in modo da creare un rapporto continuo con le aree
pinetate dando anche alle persone gli strumenti per far fronte a questo tipo di eventi”.

“Voglio dire al sindaco che il Comune di Civitella Paganico può contare nel completo sostegno mio e della Regione Toscana nella gestione dell’emergenza creata dall’incendio che, ormai da ore, sta bruciando parte della discarica di Cannicci”. Così invece Leonardo Marras, capogruppo Pd Regione Toscana che prosegue: “Il fatto di aver individuato il movente doloso dell’incendio rende l’accaduto ancora più grave: un gesto da condannare perché oltre a provare un danno economico, rischia di mettere in pericolo la popolazione che potrebbe entrare in contatto con le pericolose sostanze sprigionate dai rifiuti bruciati. Condivido dunque la linea del sindaco Biondi: servono maggiori controlli per proteggere un impianto strategico per la nostra provincia, che è anche l’unico nella piena disponibilità di un ente pubblico, e severità nel condannare i colpevoli”.

The post INCENDIO GROSSETO, LEGAMBIENTE: “DISASTRO AMBIENTALE” appeared first on Controradio.

AMMINISTRATIVE, M5S: “A CARRARA VITTORIA CONTRO PARTITOCRAZIA”

Carrara Amministrative M5s cittadini gara

“Il Movimento è l’unico strumento al servizio dei cittadini” ha commentato il presidente gruppo regionale 5 stelle Giannarelli dopo risultati ballottaggi Carrara: “abbiamo liberato la città: quando Movimento coeso e aperto vince.”

“La vittoria di Carrara è dei cittadini contro la partitocrazia. Il Movimento 5 Stelle è l’unico strumento al servizio dei cittadini per riprendersi la propria sovranità, delegata per troppo tempo a quelli che si sono dimostrati sempre più dei comitati d’affari a tutela di interessi particolari e non collettivi. Adesso Pd e Rossi
fermino i loro disegni su sanità, rifiuti e acqua”. Lo affermano i consiglieri regionali M5s dopo il risultato del ballottaggio a Carrara. “Le nostre proposte sono da tempo sul piatto e le vogliamo votare quanto prima – aggiungono in una nota -. Così come la legge sul reddito di cittadinanza regionale. Non è accettabile che Pd e Rossi rimandino la lotta alla povertà al 2018, quando con le nostre coperture certificate dagli uffici si toglierebbero dalla deprivazione seria 155 mila famiglie in tre anni”.

Secondo il presidente del gruppo regionale M5s Giacomo Giannarelli “abbiamo liberato Carrara e l’aspetto più importante è che lo abbiamo fatto seguendo il vero metodo Cinque Stelle: un gruppo coeso, orizzontale, aperto alla cittadinanza che ha sempre lavorato sul territorio, per il territorio. Dove il Movimento 5 Stelle è interpretato in questo modo i risultati arrivano, già alla seconda tornata elettorale. Lo vedremo nel 2018, alle prossime amministrative. Lì Renzi potrà rispolverare i ‘risultati a macchia di leopardo’ tanto giallo con qualche puntino scuro, magari di liste civiche”, conclude.

The post AMMINISTRATIVE, M5S: “A CARRARA VITTORIA CONTRO PARTITOCRAZIA” appeared first on Controradio.

AMMINISTRATIVE, M5S: “A CARRARA VITTORIA CONTRO PARTITOCRAZIA”

Carrara Amministrative M5s cittadini gara

“Il Movimento è l’unico strumento al servizio dei cittadini” ha commentato il presidente gruppo regionale 5 stelle Giannarelli dopo risultati ballottaggi Carrara: “abbiamo liberato la città: quando Movimento coeso e aperto vince.”

“La vittoria di Carrara è dei cittadini contro la partitocrazia. Il Movimento 5 Stelle è l’unico strumento al servizio dei cittadini per riprendersi la propria sovranità, delegata per troppo tempo a quelli che si sono dimostrati sempre più dei comitati d’affari a tutela di interessi particolari e non collettivi. Adesso Pd e Rossi
fermino i loro disegni su sanità, rifiuti e acqua”. Lo affermano i consiglieri regionali M5s dopo il risultato del ballottaggio a Carrara. “Le nostre proposte sono da tempo sul piatto e le vogliamo votare quanto prima – aggiungono in una nota -. Così come la legge sul reddito di cittadinanza regionale. Non è accettabile che Pd e Rossi rimandino la lotta alla povertà al 2018, quando con le nostre coperture certificate dagli uffici si toglierebbero dalla deprivazione seria 155 mila famiglie in tre anni”.

Secondo il presidente del gruppo regionale M5s Giacomo Giannarelli “abbiamo liberato Carrara e l’aspetto più importante è che lo abbiamo fatto seguendo il vero metodo Cinque Stelle: un gruppo coeso, orizzontale, aperto alla cittadinanza che ha sempre lavorato sul territorio, per il territorio. Dove il Movimento 5 Stelle è interpretato in questo modo i risultati arrivano, già alla seconda tornata elettorale. Lo vedremo nel 2018, alle prossime amministrative. Lì Renzi potrà rispolverare i ‘risultati a macchia di leopardo’ tanto giallo con qualche puntino scuro, magari di liste civiche”, conclude.

The post AMMINISTRATIVE, M5S: “A CARRARA VITTORIA CONTRO PARTITOCRAZIA” appeared first on Controradio.

VOLTERRA, SACCARDI: “IL SINDACO PROTESTA MA NON DIALOGA”

Volterra Saccardi

L’assessore alla Salute Saccardi si è detta disposta a incontrare il sindaco Busoni “quando scende da torre e siede al tavolo Regione.”  Proprio ieri l’allontanamento vicesindaco Fedeli dal tavolo.

“Ieri siamo stati a Volterra per rassicurare la popolazione rispetto alle storie che si andavano raccontando per alimentare le paure della gente e fare strumentalizzazione politica. Credo che abbiamo fatto chiarezza su un ospedale che non solo non chiude ma che mantiene tutte le attività che adesso si stanno svolgendo e che andrà a un rafforzamento del sistema dell’emergenza urgenza”. Lo ha detto l’assessore toscano al diritto alla salute Stefania Saccardi in merito al rafforzamento del nosocomio di Volterra, e dopo che ieri il sindaco Marco Buselli ha inscenato una protesta, salendo sulla torre campanaria di Palazzo dei Priori, contro il ventilato depotenziamento della struttura.

“Siamo andati a dire la verità dei fatti – ha aggiunto -. Peccato che a questo incontro non sia stato presente il sindaco di Volterra che ha preferito inscenare una manifestazione di protesta invece di sedersi a un tavolo con l’amministrazione regionale come normalmente si fa tra istituzioni”. Secondo
Saccardi “è legittimo fare le manifestazioni di protesta ma è civile ascoltare prima le proposte della Regione. Siamo a disposizione del sindaco di Volterra quando vorrà scendere dalla torre e sedersi a un tavolo con le istituzioni”.

Un incontro al centro di polemiche che avrebbe visto l’allontanamento del vicesindaco di Volterra Riccardo Fedeli proprio da parte dell’assessore Saccardi. “Si tratta di un comportamento inaccettabile – aveva spiegato Fedeli in una nota – contrario alle più semplici e condivise regole democratiche. L’assessore Saccardi escludendo dal confronto l’amministrazione comunale di Volterra ha, di fatto, estromesso dal confronto sulla sanità e il diritto alla salute tutti i cittadini volterrani che hanno a cuore da mesi le sorti del loro ospedale.”

“Invece che prendere sul lato personale” ha continuato Fedeli “la pacifica protesta del sindaco Buselli, la Saccardi spieghi piuttosto ai cittadini perché più volte invitata ai consigli comunali aperti sui temi della sanità si sia sempre rifiutata di partecipare e perché invece si sia presentata al confronto solo a due giorni da una manifestazione che chiederà di fare chiarezza una volta per tutte sul destino dell’ospedale e sui temi della riorganizzazione sanitaria a Volterra e in tutta la Val di Cecina.” In conclusione, per Fedeli “per la Regione Toscana esistono sindaci e territori meritevoli di ascolto e altri no”.

The post VOLTERRA, SACCARDI: “IL SINDACO PROTESTA MA NON DIALOGA” appeared first on Controradio.