Animali: a San Casciano (Fi) la nuova Oasi-Rifugio Enpa

Animali: a San Casciano (Fi) la nuova Oasi-Rifugio Enpa

Inaugurazione  sabato 14 ottobre della nuova Oasi-Rifugio Enpa ai Falciani (via della Mandria, 21), nelle colline di San Casciano in Val di Pesa. Dalle ore 11 alle ore 18 la struttura sarà aperta a tutti con ricco buffet e una visita guidata del posto.

A San Casciano in Val di Pesa, nelle colline del Chianti, nasce un’Oasi-Rifugio Enpa che ospiterà cani e gatti, ma anche tante altre specie animali, come capre e agnelli. In collaborazione con ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) che, nella sezione di Firenze e in tutto il territorio nazionale, da anni si occupa di accogliere e tutelare specie diverse, Oasi-Rifugio ai Falciani nasce grazie al lavoro di un gruppo di volontari che hanno dedicato tempo ed energie alla realizzazione di questo sogno.
Con 6 ettari di terreno a disposizione, l’attenzione è stata posta sul benessere degli animali e sulla loro qualità di vita.
I cani che avranno casa al nuovo rifugio saranno cani che hanno perso i proprietari per diverse cause e sono stati ceduti all’Enpa, oppure cani con un passato turbolento.
L’immaginario comune dei canili il più delle volte non è positivo, ma questa struttura si pone proprio l’obiettivo di far rivalutare i cani dei rifugi perché “piccoli gioielli di competenze sociali e non ultimo scalino di una piramide”, commenta Claudia Marini, referente volontari della struttura e istruttore cinofilo.
I cani verranno gestiti nei box solo nei momenti di riposo, mentre nel frutteto avranno la possibilità di correre, fare buche e lunghe passeggiate. Questo senza dimenticarsi di aumentare le capacità dei cani anche per ambienti urbani: dal saper montare su una macchina a portarsi far toccare da un veterinario.
Commenta Claudia Marini: “Abbiamo puntato su un’idea di rifugio un po’ diversa per quel che riguarda l’ambito dei cani. Spesso le persone hanno difficoltà ad entrare in una struttura come il canile perché emotivamente sono strutture molto impattanti e spesso le persone scegliono di comprare i cani pensando che quelli dei canili siano animali con problemi comportamentali. Noi puntiamo invece a far rivalutare il canile e a far diventare questo posto uno sportello animali.”
Le adozioni saranno calibrate e ‘su misura’. Gli adottanti conosceranno prima il cane fino al momento in cui saranno pronti ad entrare in una nuova famiglia.
La struttura è stata aperta anche con l’idea di poter fornire servizi agevoli ai cittadini, come quello di pensione per cani, ma anche con l’obiettivo di diventare una fattoria didattica: un luogo di incontro e di formazione per bambini, adulti, volontari ed educatori.
L’inaugurazione del 14 ottobre segna una prima grande tappa sia per i volontari che hanno speso amore e tempo per la realizzazione di questa struttura, sia per il territorio in cui mancavano strutture simili, ma soprattutto per gli animali.
Dalle ore 11 alle 18 l’Oasi-Rifugio Enpa Falciani aprirà i cancelli a tutti. Un ricco buffet per pranzo e una visita guidata del posto saranno offerte dai volontari.
 
Ascolta l’intervista a Claudia Marini a cura di Alice Mantegazza

L'articolo Animali: a San Casciano (Fi) la nuova Oasi-Rifugio Enpa proviene da www.controradio.it.

Animali: a San Casciano (Fi) la nuova Oasi-Rifugio Enpa

Animali: a San Casciano (Fi) la nuova Oasi-Rifugio Enpa

Inaugurazione  sabato 14 ottobre della nuova Oasi-Rifugio Enpa ai Falciani (via della Mandria, 21), nelle colline di San Casciano in Val di Pesa. Dalle ore 11 alle ore 18 la struttura sarà aperta a tutti con ricco buffet e una visita guidata del posto.

A San Casciano in Val di Pesa, nelle colline del Chianti, nasce un’Oasi-Rifugio Enpa che ospiterà cani e gatti, ma anche tante altre specie animali, come capre e agnelli. In collaborazione con ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) che, nella sezione di Firenze e in tutto il territorio nazionale, da anni si occupa di accogliere e tutelare specie diverse, Oasi-Rifugio ai Falciani nasce grazie al lavoro di un gruppo di volontari che hanno dedicato tempo ed energie alla realizzazione di questo sogno.
Con 6 ettari di terreno a disposizione, l’attenzione è stata posta sul benessere degli animali e sulla loro qualità di vita.
I cani che avranno casa al nuovo rifugio saranno cani che hanno perso i proprietari per diverse cause e sono stati ceduti all’Enpa, oppure cani con un passato turbolento.
L’immaginario comune dei canili il più delle volte non è positivo, ma questa struttura si pone proprio l’obiettivo di far rivalutare i cani dei rifugi perché “piccoli gioielli di competenze sociali e non ultimo scalino di una piramide”, commenta Claudia Marini, referente volontari della struttura e istruttore cinofilo.
I cani verranno gestiti nei box solo nei momenti di riposo, mentre nel frutteto avranno la possibilità di correre, fare buche e lunghe passeggiate. Questo senza dimenticarsi di aumentare le capacità dei cani anche per ambienti urbani: dal saper montare su una macchina a portarsi far toccare da un veterinario.
Commenta Claudia Marini: “Abbiamo puntato su un’idea di rifugio un po’ diversa per quel che riguarda l’ambito dei cani. Spesso le persone hanno difficoltà ad entrare in una struttura come il canile perché emotivamente sono strutture molto impattanti e spesso le persone scegliono di comprare i cani pensando che quelli dei canili siano animali con problemi comportamentali. Noi puntiamo invece a far rivalutare il canile e a far diventare questo posto uno sportello animali.”
Le adozioni saranno calibrate e ‘su misura’. Gli adottanti conosceranno prima il cane fino al momento in cui saranno pronti ad entrare in una nuova famiglia.
La struttura è stata aperta anche con l’idea di poter fornire servizi agevoli ai cittadini, come quello di pensione per cani, ma anche con l’obiettivo di diventare una fattoria didattica: un luogo di incontro e di formazione per bambini, adulti, volontari ed educatori.
L’inaugurazione del 14 ottobre segna una prima grande tappa sia per i volontari che hanno speso amore e tempo per la realizzazione di questa struttura, sia per il territorio in cui mancavano strutture simili, ma soprattutto per gli animali.
Dalle ore 11 alle 18 l’Oasi-Rifugio Enpa Falciani aprirà i cancelli a tutti. Un ricco buffet per pranzo e una visita guidata del posto saranno offerte dai volontari.
 
Ascolta l’intervista a Claudia Marini a cura di Alice Mantegazza

L'articolo Animali: a San Casciano (Fi) la nuova Oasi-Rifugio Enpa proviene da www.controradio.it.