Casa: Firenze; primo comitato metropolitano su occupazioni

Casa: Firenze; primo comitato metropolitano su occupazioni

Immobili verranno mappati, più vigilanza per prevenire nuove occupazioni.

Le occupazioni arbitrarie di immobili è il tema dibattuto dal Comitato Metropolitano, riunito per la prima volta oggi a Palazzo Medici Riccardi a Firenze. L’organismo è stato istituito (dal cosiddetto decreto Minniti) per la tutela delle grandi aree urbane, come sede di valutazione
e confronto sulle principali tematiche di sicurezza che interessano il territorio metropolitano.
Copresieduta dal prefetto Alessio Giuffrida e dal sindaco metropolitano Dario Nardella, la prima riunione, alla quale hanno partecipato la Regione Toscana, l’Agenzia del Demanio e i sindaci e assessori dei comuni della provincia, è stata dedicata interamente all’esame delle occupazioni abusive in atto. Scopo dell’incontro era infatti quello di acquisire gli elementi utili a redigere un quadro complessivo della situazione, da trasmettere all’apposita cabina di regia nazionale.
Il Comitato ha deciso di avviare una mappatura degli immobili occupati e degli edifici inutilizzati presenti in ciascun ambito comunale, anche allo scopo di intensificare la vigilanza per prevenire nuove occupazioni.
É stato anche stabilito che i comuni forniranno al Comitato informazioni sulle proprie capacità di assistere (in caso di sgombero) i soggetti fragili, mentre la Regione Toscana darà notizie sulla programmazione regionale, anche di carattere finanziario, sia in campo assistenziale che in tema di politiche abitative.

L'articolo Casa: Firenze; primo comitato metropolitano su occupazioni proviene da www.controradio.it.