‘Aequinoctium’: osservazioni con telescopio più grande Toscana

‘Aequinoctium’: osservazioni con telescopio più grande Toscana

Domenica 24 settembre, ore 21, sotto le stelle di Montecorboli (tra Barberino e Tavarnelle in Val di Pesa), prime osservazioni con il telescopio più grande della Toscana. Serata dedicata a Margherita Hack.

La serata sotto le stelle del Chianti si ispira ad un’icona nel mondo scientifico. E’ dedicata a Margherita Hack, celebre scienziata che ha visto nascere l’Osservatorio polifunzionale del Chianti tenendolo a battesimo nel 2010.

“Aequinoctium” è l’evento in programma domenica 24 settembre alle ore 21 all’Osservatorio, sulla collina di Montecorboli, tra Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa.

Una serata in bilico tra letture, note e osservazioni del cielo. Promossa dall’Unione comunale del Chianti fiorentino e inserita nella programmazione Sliding Theatres, finanziata dalla Città Metropolitana in collaborazione con Museo Galileo di Firenze e Associazione Amici dell’Opc, vede protagonista la voce di un’altra donna. Ginevra Di Marco, che con Margherita ha realizzato uno spettacolo per raccontare “L’anima della Terra vista dalle stelle”, si esibirà, supportata dalla proiezione di un video che descrive una parte di questo lavoro.

Saranno presenti anche Riccardo Pratesi, nei panni di Galileo,e Marco Rustioni, assessore all’Ambiente del Comune di Tavarnelle, che narrerà aneddoti di vita vissuta con lei.

Emanuele Pace, coordinatore scientifico dell’Osservatorio, invita il pubblico alla prima esplorazione del cielo di Montecorboli con il telescopio Macron, il più grande della Toscana, che orienterà la sua lente sul firmamento, dopo l’inaugurazione avvenuta qualche mese fa.

“Con questo evento – commenta il sindaco di Barberino, Giacomo Trentanovi, nonché presidente dell’Unione comunale del Chianti fiorentino – chiudiamo davvero in bellezza, un epilogo straordinario che porta a termine una stagione di musica di alto livello nel nostro territorio, nel corso dei mesi primaverili ed estivi Barberino e Tavarnelle hanno accolto, in un’edizione più ricca che mai, un cartellone fitto di eventi e caratterizzato dalla presenza di special guest e grandi nomi nello scenario artistico legato alla musica classica, leggera ed altri eventi culturali di rilievo nazionale e internazionale”.

“Coglieremo l’occasione – afferma il sindaco di Tavarnelle, David Baroncelli – per rimarcare l’importanza di questa nostra realtà che promuove ad alti livelli la cultura scientifica, avvicinando la comunità ad attività e discipline specifiche, crea occasioni di incontro e socializzazione, apre le porte alla formazione e al futuro dei giovani. Nel corso della serata sarà infatti annunciata l’indizione di un bando per il conferimento di un assegno di studio ad un laureando in astrofisica dell’Università di Firenze, grazie al sostegno del Rotary Club di San Casciano – Chianti”.

Per info: 3331192517, info@osservatoriochianti.itwww.osservatoriochianti.it. Ingresso libero.

 

L'articolo ‘Aequinoctium’: osservazioni con telescopio più grande Toscana proviene da www.controradio.it.

SRT 429: inaugurata bretella stradale fra San Gimignano e Barberino

SRT 429: inaugurata bretella stradale fra San Gimignano e Barberino

Inaugurato il 4 agosto il nuovo collegamento stradale fra vecchia e nuova SRT 429 tra le località Zambra e Cusona, in corrispondenza del confine tra i Comuni di San Gimignano e Barberino Val d’Elsa. Al taglio del nastro il presidente Enrico Rossi e l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli.

“Per fare quest’opera la Regione ha messo 9 milioni – ha detto il presidente Rossi – finanziandola quindi per la gran parte, mentre altri 500 mila euro sono arrivati da RFI. Un intervento importante, che collega due comuni e la zona industriale con la nuova 429 e permette di superare il passaggio a livello. Il tutto in uno scenario bellissimo”.

E continua: “Siamo nella parte bella della Toscana che qui, se vogliamo, lo ancora di più. E da un punto di vista architettonico anche il ponte è bello. E’ un periodo che inauguriamo molti bei ponti in Toscana, l’ultimo prima di questo a Stadano. Credo che aver superato l’idea che i ponti si debbano fare con piloni di cemento sia un segno di ritorno alla civiltà, una cosa che dovevamo a una regione unica. Pensate all’impatto, in un luogo come questo, di un ponte in cemento. Per questo faccio i miei complimenti ai tecnici della Provincia di Siena per il lavoro svolto.

“Anche nella parte empolese della SRT 429 – ha concluso Rossi – i lavori stanno andando avanti; da quando l’abbiamo ripresa in carico c’è stata una svolta e mi auguro che anche dal governo arrivino i fondi per il completamento dell’opera”.

Il costo complessivo dell’opera, realizzata dalla Provincia di Siena, ammonta a 9 milioni e 92 mila euro, interamente finanziato dalla Regione. Si tratta di una bretella di collegamento in viadotto tra la vecchia SRT 429 in località Zambra (comune di Barberino Valdelsa) e la nuova variante già realizzata dalla Provincia di Siena sul tratto Poggibonsi-Certaldo, in località Cusona (Comune di S. Gimignano). La bretella risolve le difficoltà di accesso alla zona industriale e permette l’eliminazione del passaggio a livello ferroviario.

Il contratto con l’impresa è stato firmato dalla Provincia di Siena nel mese di marzo 2014. Il progetto esecutivo è stato completato nel novembre 2014 e i lavori sono iniziati a fine 2014.

Ceccarelli ha commentato: “Un’opera davvero importante che unisce due zone industriali nel cuore produttivo della Toscana. Il superamento del passaggio a livello inoltre permette di dar maggior regolarità al traffico ferroviario, ai treni che da Siena vanno verso Empoli”.

Aggiunge l’assessore: “Un’opera realizzata entro i tempi della programmazione, e questo è un altro elemento da sottolineare: in un momento così difficile per gli investimenti e le opere pubbliche la Toscana sta dimostrando, con questi 9 milioni di euro, di credere nell’efficientamento, nell’ammodernamento e nella qualificazione delle proprie infrastrutture”.

Nell’ambito dell’appalto principale, grazie anche ad un contributo di mezzo milione di euro di RFI, è stata anche realizzata, tramite accordo tra Provincia di Siena, RFI e Comune di Barberino Valdelsa, la viabilità di emergenza a servizio del complesso Molino di Zambra per soppressione passaggio a livello. Alcune lavorazioni secondarie (sistemazioni idrauliche, impianto di emergenza progettato al fine di gestite in maniera automatica l’emergenza idraulica, sistema di informazione all’utenza), saranno completate entro settembre.

Sempre l’assessore Ceccarelli ha poi fatto rapidamente il punto circa lo stato di realizzazione della 429-bis Empoli-Castelfiorentino, tratto sottoposto a gestione commissariale.

“Per quanto riguarda il lotto IV – ha detto – è in corso di redazione il progetto esecutivo. Per il lotto V, la cui gara sarà indetta dalla Città Metropolitana di Firenze, è previsto l’avvio dei lavori nel 2018. Infine, il lotto VI è stato completato nei tempi contrattuali e l’apertura al traffico è avvenuta lo scorso 11 luglio”.

L'articolo SRT 429: inaugurata bretella stradale fra San Gimignano e Barberino proviene da www.controradio.it.