Alluvione Livorno: nuova allerta, Nogarin chiude le scuole

Alluvione Livorno: nuova allerta, Nogarin chiude le scuole

Chiuse le scuole di ogni ordine e grado per la giornata di domani a Livorno e nel Comune di Collesalvetti.

Nuova allerta meteo prevista su Livorno dalla mezzanotte di oggi alle 13 di sabato, e il Comune decide di chiudere le scuole di ogni ordine e grado. Ad annunciarlo sulla sua bacheca Facebook è il sindaco Filippo Nogarin.

“La Regione – scrive il sindaco – ha diramato una nuova allerta meteo arancione per la città di Livorno a partire dalla mezzanotte di oggi e fino alle 13 di sabato. Vista l’attuale fragilità del nostro territorio, abbiamo deciso di chiudere le scuole di ogni ordine e grado per la giornata di domani. Tra poco vi comunicherò le altre misure che abbiamo deciso di prendere per limitare al massimo eventuali disagi”.
Chiudono tutte le scuole anche nel Comune di Collesalvetti (Livorno). Analogo provvedimento a quello preso dal Comune di Livorno in vista della nuova allerta meteo prevista a partire dalla mezzanotte di oggi. Ad annunciarlo il sindaco colligiano Lorenzo
Bacci.
“Siamo in sede di Centro Coordinamento Soccorsi – scrive il sindaco di Colle nel post – Abbiamo appena saputo di una nuova allerta meteo arancione valida dalla mezzanotte alle 13 di sabato, 16 Settembre 2017. Nella giornata di domani saranno precauzionalmente chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado”.
Chiusura scuole anche nei comuni della zona sud della provincia di Grosseto per l’allerta meteo “arancione” diramata dalla Regione Toscana. Non andranno a scuola gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di Pitigliano, Sorano, Manciano, Capalbio e Orbetello dopo l’emissione di ordinanze da parte dei sindaci.

L'articolo Alluvione Livorno: nuova allerta, Nogarin chiude le scuole proviene da www.controradio.it.

Maltempo Livorno: Anas, riaperto tratto strada Aurelia

Maltempo Livorno: Anas, riaperto tratto strada Aurelia

Nel pomeriggio, comunica Anas, è stata riaperta anche la carreggiata nord dell’Aurelia nel tratto Maroccone-Livorno sud.

Si va normalizzando sul fronte della viabilità cittadina la situazione a Livorno. Si sta lavorando per ripristinare al meglio la circolazione sulle strade di grande scorrimento della città. Restano chiusi i ponti di via Popogna e di via di Collinet perché non ancora agibili.

É stata trasmessa nel pomeriggio alla Regione Toscana la richiesta di riconoscimento dello stato di emergenza per l’alluvione del 10 settembre scorso. La richiesta è firmata congiuntamente da Filippo Nogarin, sindaco di Livorno, Alessandro Franchi, presidente della Provincia di Livorno e sindaco di Rosignano Marittimo, e Lorenzo Bacci,
sindaco di Collesalvetti.
Nel documento si chiede al governatore di “attivare la richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza al Governo della Repubblica, al fine di supportare adeguatamente i soccorsi alle popolazioni colpite e di attivare gli interventi straordinari e le eventuali modalità derogatorie utili al ripristino delle condizioni necessarie per il vivere civile e la ripresa delle attività economiche colpite”.

L'articolo Maltempo Livorno: Anas, riaperto tratto strada Aurelia proviene da www.controradio.it.

Nubifragio a Livorno: aziende agricole in ginocchio

Nubifragio a Livorno: aziende agricole in ginocchio

La bomba d’acqua che ha colpito Livorno nella notte tra sabato e domenica ha provocato enormi danni anche per le aziende agricole. Coldiretti scrive a Regione Toscana: accertare subito i danni ed affrontare l’emergenza.

Aziende agricole in ginocchio soprattutto nel Comune di Livorno ed in quello di Collesalvetti. Decine e decine di ettari di campi sommersi sotto acqua e fango, stalle, serre e capannoni completamente allagati, strutture, macchinari ed attrezzi danneggiati, impianti elettrici saltati, balle di fieno ed ortaggi da buttare: è il primo bilancio all’indomani dell’ondata di maltempo.

Secondo i dati forniti dal servizio meteorologico, nella notte tra sabato e domenica, sono caduti 175 millimetri di acqua nel centro di Livorno e ben 256 sulle colline circostanti. Tanta acqua in pochi minuti dopo una siccità che perdurava da molti mesi. In poche ore è caduta più pioggia di quanta registrata negli ultimi otto mesi, questo per evidenziare l’eccezionalità del fenomeno.

Commenta Tulio Marcelli, presidente di Coldiretti Toscana: “il maltempo si è abbattuto violentemente sui terreni resi aridi da una estate calda e siccitosa con la caduta in Toscana del 57% in meno di pioggia. Dopo una lunga assenza di precipitazioni il suolo diventa incapace di gestire il flusso idrico. Le precipitazioni per poter essere assorbite dal terreno devono cadere in modo continuo e non violento mentre gli acquazzoni aggravano i danni e pericolo di frane e smottamenti”.

Per questo Coldiretti Toscana ha inviato una nota dettagliata alla Regione Toscana affinché si adoperi per attivare, nel più breve tempo, tutti gli interventi finalizzati a consentire la ripresa delle attività produttive.

Si legge nella lettera: “sarà necessario valutare, in primo luogo, quali azioni e interventi potranno essere sostenuti dagli strumenti di cui dispone il sistema della Protezione Civile avviando, contestualmente, tutte le procedure al fine di accedere alle risorse del Fondo di solidarietà nazionale”.

“Abbiamo chiesto alla Regione Toscana – dice Antonio De Concilio, direttore regionale – di attivare, sul sistema informatico di Artea, la procedura che consente alle imprese agricole di dichiarare i danni subiti, in modo da individuare tutta l’area interessata dall’evento calamitoso. E’ necessario inoltre attivare al più presto la misura 5.2 del PSR”.

“Ci rendiamo sin da ora disponibili a realizzare qualsiasi forma di possibile collaborazione, – continua De Concilio – al fine di rendere quanto più efficace il soccorso ed il ristoro alle aziende ed alle comunità colpite da questo straordinario evento calamitoso”.

 

L'articolo Nubifragio a Livorno: aziende agricole in ginocchio proviene da www.controradio.it.

Livorno: misure contro zanzara Culex

Livorno: misure contro zanzara Culex

Si è registrato un caso di “West Nile” (conosciuto anche come virus del Nilo occidentale) a Collesalvetti (Livorno) e il Comune ha dato il via ai trattamenti straordinari contro la zanzara del genere Culex.

Si tratta di una misura preventiva necessaria a seguito del manifestarsi dell’infezione che ha colpito un residente di Collesalvetti, di via delle Buchette. “L’amministrazione comunale di Collesalvetti – si legge sul sito del Comune – ha adottato ieri sulla scorta di una richiesta pervenuta dall’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, un’ordinanza contingibile e urgente per l’effettuazione di trattamenti adulticidi straordinari, contro la zanzara comune del genere Culex”.

“Il provvedimento – spiegano ancora dal Comune – riguarda esclusivamente una zona delimitata, (numeri civici da 1 a 64), e contiene alcuni obblighi da osservare nel periodo operativo del trattamento e alcuni successivi a tale profilassi. I residenti interessati, saranno direttamente informati da personale preposto”.

L'articolo Livorno: misure contro zanzara Culex proviene da www.controradio.it.