Inceneritore Scarlino, sindaci area ‘salute a rischio’

Inceneritore Scarlino, sindaci area ‘salute a rischio’

Rsu accusa di aver dimenticato i dipendenti senza lavoro per logistiche ambientaliste senza senso, la risposta è netta:emesse sentenze che hanno evidenziato carenze ricadenti sulla salute.

“La situazione è indubbiamente difficile per i dipendenti dell’inceneritore di Scarlino, che dopo il blocco si sono trovati senza un lavoro e con un futuro incerto. In qualità di amministratori dei due comuni di provenienza dei dipendenti, questo non possiamo e non vogliamo dimenticarlo, ma non possiamo neanche contrapporre o tutelare quell’impianto a scapito della salute di tutti, anche degli stessi dipendenti”. Lo scrivono i sindaci di Follonica e Scarlino, Andrea Benini e Marcello Stella dopo l’accusa della rsu di Scarlino Energia che aveva additato i sindaci dei territorio di aver ‘dimenticato i dipendenti che sono senza
lavoro per andare dietro a logiche ambientaliste senza senso’.

“A più riprese e in vari livelli di giudizio – dice Andrea Benini – sono state emesse sentenze pesanti sull’Inceneritore di Scarlino, che hanno evidenziato carenze ricadenti direttamente
sulla salute. Ovviamente le argomentazioni di merito non possono lasciare indifferente un sindaco, che ha come primo compito proprio la tutela della salute di tutti i cittadini. Capiamo le difficoltà dei lavoratori, e non ci sono preconcetti nè dipendenti che contano meno di altri, ma un impianto che compromette il vivere di questo territorio è sicuramente il problema maggiore, che ha preminenza su tutto. Non ci può essere una contrapposizione tra salute e lavoro, ma è comunque nostro interesse tutelare i dipendenti e le famiglie dei dipendenti”.

“Sono sempre stato disponibile ad incontrare i sindacati e la Rsu di Scarlino Energia – dice Marcello Stella – e ne ho fatto richiesta più volte, ma altrettante volte mi è stato risposto
che il momento non era opportuno. Ho sempre evidenziato, anche negli incontri istituzionali, la necessità di trovare una soluzione occupazionale, anche diversa, che potesse dare risposte concrete al grave problema determinato dal fermo dell’impianto”.

“Stiamo lavorando da tempo – aggiungono i sindaci – per costruire un modello alternativo, con impegno deciso e determinato sull’incremento della raccolta porta a porta e l’elaborazione, in prospettiva, di un modello davvero alternativo all’incenerimento”.

L'articolo Inceneritore Scarlino, sindaci area ‘salute a rischio’ proviene da www.controradio.it.

Chiusero nomadi in gabbiotto: pm chiede archiviazione

Chiusero nomadi in gabbiotto: pm chiede archiviazione

Il sostituto procuratore ha ritenuto non fondata la denuncia di sequestro di persona nei confronti dei due dipendenti della Lidl, 26 e 36 anni, di Follonica (Grosseto) che avevano rinchiuso due donne nomadi nel gabbione dei rifiuti nel piazzale del supermercato e riprese con un telefonino.

La procura di Grosseto aveva aperto un fascicolo per sequestro di persona contro i due dipendenti, accusa ritenuta infondata dal pm, che oltre ad essere denunciati, furono poi licenziati anche dal supermercato.
Fin dall’inizio i due dipendenti, avevano sempre affermato che quel filmato postato su facebook era solo uno scherzo.

L'articolo Chiusero nomadi in gabbiotto: pm chiede archiviazione proviene da www.controradio.it.

Ferragosto in Toscana tra musei e concerti

Ferragosto in Toscana tra musei e concerti

In occasione di Ferragosto tanti musei aperti a Firenze e concerti tra rock, jazz e reggae in Toscana. Idee ed eventi per trascorrere la festa dell’Assunzione.

I principali musei fiorentini si preparano alla giornata di Ferragosto, con aperture straordinarie anche fino a sera.

Gli Uffizi (oggi 8,15-18,50 e domani 8,15-21,50), la Galleria dell’Accademia (entrambi i giorni 8,15-18,50) e Boboli (8,15-19,30).

Aperti anche il museo nazionale del Bargello (8,15-17), le Cappelle Medicee (8,15-17), Palazzo Davanzati (8,15-13,59) e, solo oggi, Orsanmichele (10-17).

Da visitare anche il percorso museale di Santa Maria Novella con l’annessione dei nuovi spazi (12-18,30), ma anche il Museo Novecento.

Su prenotazione è possibile anche visitare il Museo del Bigallo, con visite alle 10, alle 12 e alle 15.

Varie le aperture dei musei statali anche nelle altre città toscane, dalla Basilica di San Francesco ad Arezzo alla villa di Napoleone all’isola d’Elba, dalla Chiesa del Tau a Pistoia alla Certosa di Calci a Pisa (il 15 agosto).

A Prato apertura straordinaria del museo comunale di Palazzo Pretorio, con orario prolungato fino alle 22.

L’elenco completo sul sito www.beniculturali.it/15agosto2017.

Per l’intrattenimento serale, a Firenze, lo spazio dei Chille de la Balanza nell’ex manicomio di San Salvi ospita domani sera elle 21,30 il concerto di Riccardo Tesi e della sua Banditaliana.

Al Giardino dell’Orticultura, invece, è in scena domani sera “Tuttapposto a Ferragosto”, rassegna di concerti con ingresso gratuito.

Infine, nel capoluogo toscano, al Fiorino sull’Arno continuano le giornate dedicate al tango argentino con “Milonga del cuore”, dalle 21,30.

A Follonica, invece, domani sera sarà protagonista del palco di Parco centrale, Max Gazzè, dalle ore 21,30.

A Ripescia (Grosseto), invece, ospite a Festambiente il reggae di Luciano the Messenjah (ore 22,30); mentre a Castellina Marittima (Pisa)la serata è dedicata a Pop X, nuovo progetto musicale e multimediale nato dall’incontro tra Davide Panizza e Walter Biondani.

Infine, il Grey Cat Festival porta i Purple Whales al museo di San Pietro all’Orto di Massa Marittima (Grosseto) dalle 21,30. Si tratta di un originale lavoro in cui giovani musicisti si esibiscono in un tributo a Jimi Hendrix.

L'articolo Ferragosto in Toscana tra musei e concerti proviene da www.controradio.it.

Ferragosto in Toscana tra musei e concerti

Ferragosto in Toscana tra musei e concerti

In occasione di Ferragosto tanti musei aperti a Firenze e concerti tra rock, jazz e reggae in Toscana. Idee ed eventi per trascorrere la festa dell’Assunzione.

I principali musei fiorentini si preparano alla giornata di Ferragosto, con aperture straordinarie anche fino a sera.

Gli Uffizi (oggi 8,15-18,50 e domani 8,15-21,50), la Galleria dell’Accademia (entrambi i giorni 8,15-18,50) e Boboli (8,15-19,30).

Aperti anche il museo nazionale del Bargello (8,15-17), le Cappelle Medicee (8,15-17), Palazzo Davanzati (8,15-13,59) e, solo oggi, Orsanmichele (10-17).

Da visitare anche il percorso museale di Santa Maria Novella con l’annessione dei nuovi spazi (12-18,30), ma anche il Museo Novecento.

Su prenotazione è possibile anche visitare il Museo del Bigallo, con visite alle 10, alle 12 e alle 15.

Varie le aperture dei musei statali anche nelle altre città toscane, dalla Basilica di San Francesco ad Arezzo alla villa di Napoleone all’isola d’Elba, dalla Chiesa del Tau a Pistoia alla Certosa di Calci a Pisa (il 15 agosto).

A Prato apertura straordinaria del museo comunale di Palazzo Pretorio, con orario prolungato fino alle 22.

L’elenco completo sul sito www.beniculturali.it/15agosto2017.

Per l’intrattenimento serale, a Firenze, lo spazio dei Chille de la Balanza nell’ex manicomio di San Salvi ospita domani sera elle 21,30 il concerto di Riccardo Tesi e della sua Banditaliana.

Al Giardino dell’Orticultura, invece, è in scena domani sera “Tuttapposto a Ferragosto”, rassegna di concerti con ingresso gratuito.

Infine, nel capoluogo toscano, al Fiorino sull’Arno continuano le giornate dedicate al tango argentino con “Milonga del cuore”, dalle 21,30.

A Follonica, invece, domani sera sarà protagonista del palco di Parco centrale, Max Gazzè, dalle ore 21,30.

A Ripescia (Grosseto), invece, ospite a Festambiente il reggae di Luciano the Messenjah (ore 22,30); mentre a Castellina Marittima (Pisa)la serata è dedicata a Pop X, nuovo progetto musicale e multimediale nato dall’incontro tra Davide Panizza e Walter Biondani.

Infine, il Grey Cat Festival porta i Purple Whales al museo di San Pietro all’Orto di Massa Marittima (Grosseto) dalle 21,30. Si tratta di un originale lavoro in cui giovani musicisti si esibiscono in un tributo a Jimi Hendrix.

L'articolo Ferragosto in Toscana tra musei e concerti proviene da www.controradio.it.

Moria pesci in torrente a Follonica per mancanza di ossigeno

Moria pesci in torrente a Follonica per mancanza di ossigeno

Moria di pesci stamani nel torrente Petraia a Follonica (Grosseto). A causarla, secondo quanto reso noto dal sindaco Andrea Benini, in base a una valutazione della polizia provinciale che ha effettuato un primo sopralluogo, “la moria è dovuta ad una evidente causa di anossia, cioè mancanza di ossigeno.

Di fatto nel corso del Petraia, quasi completamente secco, si è creata una pozza di circa 20 metri, dove non insiste nessun tipo di scorrimento di acqua per la siccità ormai generatasi, e questo ha determinato la totale mancanza di ossigeno e la conseguenza moria di pesci”, circa 70 chilogrammi.

L’intervento di smaltimento, si spiega ancora, è in corso, mentre gli operai del Comune stanno recuperando pesci ancora vivi (quelli più piccoli, poichè necessitano di una minor quantità di ossigeno per sopravvivere) che saranno reinseriti nel fiume Pecora.

“Purtroppo la situazione siccità sta creando moltissimi problemi e disagi – aggiunge il sindaco – e quella di oggi è una grave criticità che stiamo monitorando, anche per valutare eventuali azioni di emergenza da intraprendere. Abbiamo anche chiesto alla polizia provinciale un monitoraggio degli emungimenti della Gora delle Ferriere, dalla vasca della azienda Solmine fino al congiungimento con il Petraia”.

L'articolo Moria pesci in torrente a Follonica per mancanza di ossigeno proviene da www.controradio.it.