Rissa su bus nel Fiorentino, 9 denunciati tra cui 5 minori

Rissa su bus nel Fiorentino, 9 denunciati tra cui 5 minori

Coinvolto anche il padre, 58enne, di uno dei ragazzi.

Rissa su un pullman della Busitalia Sita Nord ieri intorno alle 20:30 a Greve in Chianti (Firenze). Due giovani italiani di 18 e 25 anni si sono fronteggiati con schiaffi e pugni con cinque minorenni albanesi. Tutti sono stati identificati e denunciati. Identificati dai carabinieri anche il padre, 58enne, e il fratello 25enne di uno dei due giovani italiani, che dopo la rissa si sono presentati armati di bastoni di legno fuori dal centro di accoglienza dove sono ospitati i ragazzini albanesi. Per entrambi è scattata una denuncia per possesso ingiustificato di oggetti atti a offendere.
Secondo quanto spiegato dai carabinieri, la rissa sarebbe scattata per futili motivi, che ancora non sarebbero stati ricostruiti. L’autista del bus, accortosi di quanto stava accadendo, ha avvisato il 112 e poi ha fermato il mezzo in località La Martellina e ha aperto le porte per far scendere i ragazzi, ponendo così fine alla rissa. Uno dei giovani italiani tuttavia ha chiesto l’intervento di alcuni parenti, il padre e il fratello, che poco dopo si sono presentati davanti al centro di accoglienza per minori non accompagnati dove sono ospitati i cinque ragazzini albanesi. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto li hanno trovati fuori dal centro armati di bastoni di legno, ad aspettare il rientro dei minorenni.
Tutti i giovani coinvolti nella rissa sul bus hanno riportato lievi lesioni. Il più grave, un minorenne, ha riportato 21 giorni di prognosi per la frattura di un osso della mano.
Saranno allontanati dal centro di accoglienza che li ospita, in località Il Ferrone nel comune di Impruneta (Firenze), i cinque ragazzi albanesi di età compresa tra i 16 e i 17 anni che ieri sera sono stati denunciati dai carabinieri dopo essere rimasti coinvolti in una rissa su un bus di linea. È quanto comunicato dalla cooperativa Il Cenacolo, che gestisce la struttura di accoglienza.
“Abbiamo già attivato tutte le procedure interne per il trasferimento dei ragazzi coinvolti in un’altra struttura e cercheremo di ricostruire la dinamica di un episodio sicuramente da condannare” viene spiegato in un comunicato diffuso dalla cooperativa.
“Abbiamo poi incrementato da subito, come assicurato al Comune, il sistema di controllo e presidio per i ragazzi rimasti ospiti della struttura – prosegue la nota – perché episodi del genere non si verifichino più”. Il progetto di accoglienza portato avanti dalla Cooperativa, denominato Sprint, “è nato per creare i presupposti di una vera integrazione e ha permesso di aiutare tanti ragazzi in difficoltà”.
“Il nostro codice di condotta – si afferma sempre nel comunicato – è chiaro e rigido e non abbiamo mezze misure per chi viola i valori dell’accoglienza”.
In base ai primi accertamenti dei carabinieri, la rissa tra i cinque minorenni albanesi e i due ragazzi italiani sarebbe nata da una lite per la posizione dello schienale di uno dei sedili del bus, che uno dei giovani avrebbe reclinato troppo dando noia a quello che era seduto dietro di lui.

L'articolo Rissa su bus nel Fiorentino, 9 denunciati tra cui 5 minori proviene da www.controradio.it.

Greve in Chianti: giornata di pulizia collettiva straordinaria

Greve in Chianti: giornata di pulizia collettiva straordinaria

Domani cittadini e associazioni pronti a rimuovere rifiuti lungo la strada della SR Chiantigiana, da Panzano a Greve.

Mobilitazione collettiva per la pulizia e il decoro della SR Chiantigiana 222. Il Comune di Greve organizza una giornata di pulizia straordinaria nel tratto di viabilità compreso tra Panzano a Greve in Chianti.

“Invitiamo cittadini e associazioni – commenta l’assessore alla Protezione civile Gionni Pruneti – ad unirsi alla nostra iniziativa con l’obiettivo di rimuovere eventuali rifiuti e ripulire la strada. Percorreremo insieme la viabilità dotati di sacchetti, guanti e ramazze”.

L’iniziativa si terrà domani, sabato 7 ottobre, dalle ore 14.30 alle 18 con ritrovo in piazza Bucciarelli a Panzano alle ore 14.30 e a Montagliari alle ore 14.45.

“Un gesto virtuoso che esprime senso civico e responsabilità collettiva – aggiunge l’assessore all’Ambiente Stefano Romiti – il coinvolgimento e la consapevolezza della comunità sono fattori determinanti per dimostrare che chi tiene al proprio territorio lo rispetta e lo tiene pulito, si attiva per il decoro e la vivibilità degli stessi luoghi in cui abitiamo. Un’occasione per sensibilizzare sulla necessità di salvaguardare e preservare il patrimonio pubblico e contrastare le azioni incivili di chi al contrario sporca, preferisce liberarsi dei rifiuti abbandonandoli ovunque e non conferendoli correttamente”.

La rimozione e la raccolta saranno effettuate utilizzando modalità e sacchetti per differenziare i rifiuti.

L'articolo Greve in Chianti: giornata di pulizia collettiva straordinaria proviene da www.controradio.it.

Vino: 70 aziende alla 47° edizione di Expo Chianti Classico

Vino: 70 aziende alla 47° edizione di Expo Chianti Classico

Presentata in Regione la 47ª edizione dell’Expo del Chianti Classico in programma dal 7 al 10 settembre.

Promuovere e valorizzare le eccellenze vinicole del Gallo Nero è l’obiettivo principale  di Expo Chianti Classico, con incontri, mostre, degustazioni guidate e performance musicali itineranti e varie forme di intrattenimento nel ricco programma di questa 47° edizione cui parteciperanno ben 70 aziende.

L’evento enogastronomico si terrà a Greve in Chianti (FI), dove i viticoltori locali metteranno in piazza le loro specialità, per farle assaggiare alle migliaia di persone che accorreranno.

Il programma dell’Expo del Chianti Classico prevede degli stand espositivi in cui le varie aziende vinicole esporranno i migliori vini e gli altri prodotti tipici. Gli stand apriranno il giovedì dalle 17:00 e le altre giornate alle 11:00, per chiudere a tarda sera.

Nel programma della manifestazione figurano anche mostre d’arte, spettacoli di musica e danza, tour dei laboratori artigianali, di pievi e di castelli, escursioni e piedi e incontri letterari. L’Expo del Chianti Classico è un’iniziativa promossa dal Consorzio Vino Chianti Classico.

 

L'articolo Vino: 70 aziende alla 47° edizione di Expo Chianti Classico proviene da www.controradio.it.

Incendi senza sosta in Toscana, evacuato rifugio sulle Apuane

Incendi senza sosta in Toscana, evacuato rifugio sulle Apuane

La stagione dei roghi non sembra essersi conclusa: anche oggi, a quanto risulta alla sala operativa della protezione civile regionale, i vigili del fuoco e i volontari stanno lottando contro le fiamme in numerosi luoghi.

Anzitutto, a Campaniletti, nel territorio di Massa Carrara sulle Apuane. Una prima stima dei danni parla di 35 ettari fra bosco e vegetazione colpiti dal
rogo. Nella zona e’ stato evacuato il rifugio Nello Conti (foto).

Altri quattro incendi sono in corso: in localita’ San Baronto, a Sarravalle Pistoiese (Pistoia) dove sono interessati 150 ettari, a Bettola nel comune di Pieve Fosciana (Lucca), a Brandeglio nel comune di Bagni di Lucca. Qui sono gia’ andati in fumo tre ettari di castagno.

Un’ulteriore segnalazione riguarda un incendio divampato a Dudda, nel comune di Greve in Chianti (Firenze). Quest’ultimo rogo e’ cosi’ rilevante da vedere l’intervento di
tre elicotteri regionali.

Un incendio è inoltre scoppiato nel pomeriggio in località Ponte agli Stolli, nel comune di Figline Incisa, e risulta complesso e di vaste proporzioni.  L’incendio riguarda una vasta area nel territorio di Incisa e Figline Valdarno.

Al momento sono impegnate una ventina di squadre, per un totale di circa cinquanta persone, tra personale degli Enti locali e della Regione, operai forestali, volontari e Vigili del fuoco del distaccamento di Figline. Quattro elicotteri della Regione Toscana e un elicottero Drago dei Vigili del fuoco sono già in azione ed attorno alle 18 arriverà anche un aereo Canadair.

Complessivamente, la situazione si conferma pesante. Al punto da spingere l’assessore regionale con delega all’Agricoltura, Marco Remaschi a ribadire il divieto di bruciare residui vegetali, agricoli e forestali fino al prossimo 15 settembre.

L’assessore chiede impegno e attenzione ai cittadini, alle istituzioni e alle forze dell’ordine. “Purtroppo- sottolineacirca il 50% degli incendi che la struttura regionale di protezione civile si trova ad affrontare ormai quotidianamente e’ causato da disattenzioni che determinano vere e proprie devastazioni del territorio e del patrimonio forestale toscano che meritano invece di essere preservati e tutelati”.

Remaschi preme le istituzioni e le autorita’ affinche’ facciano rispettare i divieti di abbruciamento, in modo tale che “i comportamenti scorretti vengano sanzionati e sia possibile contenere gli ingenti costi necessari per il personale e per i mezzi utili alla
riduzione dei danni”.

L'articolo Incendi senza sosta in Toscana, evacuato rifugio sulle Apuane proviene da www.controradio.it.

Publiacqua rileva consumo anomalo a Greve in Chianti

Publiacqua rileva consumo anomalo a Greve in Chianti

Un consumo anomalo da 5.000 mila litri al giorno in un’utenza privata. E’ quello che hanno individuato i tecnici Publiacqua impegnati in questi giorni su tutto il territorio per una battuta straordinaria di ricerca perdite. Un lavoro certosino che sta dando risultati importanti ai fini del recupero di risorsa particolarmente preziosa in un’estate così siccitosa.

Particolarmente attente ed accurate e concentrate in particolare modo nei territori dove la siccità rischia di creare problematiche di approvvigionamento nelle prossime settimane. E proprio l’accuratezza di tale ricerca, che interessa le strutture dell’acquedotto ma anche i contatori privati, ha permesso di individuare un’utenza che, in una frazione del Comune di Greve in Chianti, aveva un consumo anomalo di diversi metri cubi al giorno. Una dispersione di risorsa con impatti significativi nel creare disservizi all’utenza in una località approvvigionata quotidianamente con autobotti per un totale di circa 25-30 metri cubi.

Il peso del consumo anomalo rilevato aveva quindi un peso importante sulla disponibilità della risorsa.

I dati dell’utenza sono stati comunicati al Comune di Greve in Chianti per verifiche ed eventuali provvedimenti conseguenti ad un comportamento non rispettoso della vigente ordinanza sindacale. Publiacqua rinnova l’appello ai cittadini per un uso corretto delle risorse idriche.

 

L'articolo Publiacqua rileva consumo anomalo a Greve in Chianti proviene da www.controradio.it.