Uomo muore tra le fiamme nel tentativo di bruciare nido di insetti

Uomo muore tra le fiamme nel tentativo di bruciare nido di insetti

Stamani nel Pistoiese un anziano, Aldo Signorini di 84 anni, è morto mentre bruciava un nido di insetti. Le fiamme lo hanno avvolto ed è deceduto. E’ successo a Montale, in via Gramsci.

La vittima voleva distruggere col fuoco un insidioso nido di insetti ma è stato avvolto dalle fiamme. Aldo Signorini era andato in mattinata in un uliveto di proprietà in località Fognano munito di un bruciatore portatile. Proprio da questo utensile, nel tentativo di bruciare un nido di calabroni, si sono sprigionate le fiamme in direzione dell’anziano, e non verso il nido, tanto da non lasciargli possibilità di evitarle. Le cause sono ancora da accertare.

Il corpo ormai carbonizzato è stato scoperto dal figlio che, non vedendo rincasare l’84enne, si era preoccupato ed era andato a cercarlo nel terreno di proprietà.

Sul posto sono intervenuti 118, vigili del fuoco e carabinieri.

L'articolo Uomo muore tra le fiamme nel tentativo di bruciare nido di insetti proviene da www.controradio.it.

Fuoco avanza da Montale verso Pistoia

Fuoco avanza da Montale verso Pistoia

Le operazioni di spegnimento del vasto incendio che domenica scorsa ha attaccato le colline sopra Montale (Pistoia) sono proseguite per tutta la notte. Il fronte del fuoco si sta dirigendo ancora verso Pistoia: al momento si trova esattamente sulle colline sopra Santomato.

Per adesso non sono segnalati danni a strutture. I vigili del fuoco riferiscono che la situazione non è ancora sotto controllo: il fronte di fuoco al momento è uno solo, ma resistono vari focolai sparsi.

Resta valido l’invito dell’Asl e dei comuni di Pistoia e Montale a tenere le finestre chiuse. Sul posto stanno operando i pompieri, personale dell’anticendio boschivo della Regione, squadre del volontariato e dell’Unione dei comuni dell’Appennino Pistoiese e della Val Bisenzio, oltre a un Canadair e due elicotteri.

Preoccupa l’evoluzione che potrebbe esserci se si rialzasse il vento che già ieri pomeriggio aveva creato notevoli difficoltà. Intanto, sempre in provincia di Pistoia, dalla notte scorsa, è attivo un nuovo rogo in località Uzzano, nel comune di Montecatini Terme. Per quanto riguarda le altre province della Toscana, i vigili del fuoco sono ancora impegnati a Piancastagnaio (Siena) mentre sono al lavoro per la bonifica a Saline di Volterra (Pisa). Presidi sono invece presenti a Marina di Grosseto e Fiumana, in provincia di Grosseto.

Si sono concluse invece  in nottata le operazioni di bonifica a controllo dell’incendio che per quasi tutto il giorno ieri ha impegnato decine di vigili del fuoco e volontari della protezione civile nel volterrano. Il rogo ha minacciato anche alcune abitazioni e 15 edifici, tra case private e strutture ricettive, sono stati precauzionalmente evacuati. Alla fine, la stima dei danni parla di 600 ettari di superficie bruciata dalle fiamme.

Il forte vento ha alimentato per ore l’incendio, che si è sviluppato intorno all’ora di pranzo, facendo correre il fuoco in diverse direzioni e soltanto a tarda sera i pompieri sono riusciti ad averlo sotto controllo. Sul posto per tutto il pomeriggio hanno operato anche due elicotteri della Regione Toscana. Le fiamme hanno divorato porzioni di bosco, campi di sterpaglie e altra vegetazione.

L'articolo Fuoco avanza da Montale verso Pistoia proviene da www.controradio.it.

Incendio a Montale: ripartito nella notte su tre fronti

Incendio a Montale: ripartito nella notte su tre fronti

E’ ripartito con forza, su tre fronti diversi, l’incendio che da domenica scorsa sta impegnando vigili del fuoco e protezione civile a Montale (Pistoia). Rinviata ‘Montale sotto le stelle’. Appello a tenere le finestre chiuse.

I pompieri sono intervenuti con 22 unità cui si aggiungono i volontari inviati dalla Sala operativa unificata permanente, che effettua il coordinamento.

Intanto il sindaco di Montale ha emesso una nuova ordinanza urgente per l’evacuazione di un’altra decina di abitazioni che si trovano in prossimità dell’incendio, in via Canoro e Capanne.

Già sabato notte era stato evacuato un agriturismo e alcune case vicine alla località Fognano, dove il rogo è partito. Nel tardo pomeriggio di ieri il fronte principale del fuoco aveva iniziato a spostarsi in direzione di Pistoia e la Sala operativa aveva inviato sul posto due elicotteri e chiesto l’intervento di un canadair.

A complicare le operazioni di spegnimento anche il forte vento. Per il protrarsi dell’emergenza è stato rinviato anche l’evento “Montale sotto le stelle” previsto per questa sera.

Ribadite le raccomandazioni ai cittadini di tenere le finestre chiuse e di limitare il più possibile l’esposizione al fumo, in particolar modo a coloro che sono affetti da patologie dell’apparato respiratorio (quali asma, bronchiti croniche) e cardiaco. Invito che è stato esteso dall’Asl anche ai cittadini di Pistoia.

L'articolo Incendio a Montale: ripartito nella notte su tre fronti proviene da www.controradio.it.

Vigile del fuoco accusa malore durante un incendio, dopo 20 ore di lavoro

Vigile del fuoco accusa malore durante un incendio, dopo 20 ore di lavoro

Malore per un vigile del fuoco durante le operazioni di spegnimento di un incendio in Toscana. Secondo quanto riporta il 118 di Pistoia, un pompiere di 55 anni si è sentito male mentre lavorava a un incendio a Montale ed è stato ricoverato in codice rosso al pronto soccorso.

E’ successo verso le 4. Poi, dopo gli accertamenti in ospedale, è stato dimesso in buone condizioni senza giorni di prognosi. Il vigile del fuoco, riporta sempre il 118, era in turno da più di 20 ore continuative.

Dal comando regionale dei vigili del fuoco in Toscana si precisa che in caso di emergenze l’orario di lavoro può raggiungere le 24 ore e che il collega si è sentito male mentre stava lavorando presso l’unità di comando locale (Ucl) allestita nelle vicinanze del rogo, da dove sono coordinati gli interventi.

Le operazioni antincendio nel Pistoiese sono andate avanti per tutta la notte, in particolare per il vasto incendio che da ieri interessa, su un fronte di alcuni chilometri, le colline sopra Montale (Pistoia). E’ nel corso di questi interventi che il vigile del fuoco di 55 anni si è sentito male ed è stato necessario far intervenire l’ambulanza.

Nell’area sono state evacuate una cinquantina di persone in un paio di paesi, tra cui gli ospiti di un agriturismo, struttura che non ha subito danni. Gli evacuati hanno avuto ricovero nei locali della Misericordia di Montale o presso parenti.

I vigili del fuoco sono al lavoro con squadre anche provenienti da altre province (Firenze, Prato e Massa), con elicotteri e aerei del servizio nazionale. La situazione, riferiscono i vigili del fuoco, sta migliorando ma non è ancora completamente sotto controllo.

L'articolo Vigile del fuoco accusa malore durante un incendio, dopo 20 ore di lavoro proviene da www.controradio.it.