Pistoia vista “Con altri occhi”, i migranti raccontano l’arte

Pistoia vista “Con altri occhi”, i migranti raccontano l’arte

Una “guida turistica” realizzata dai richiedenti asilo.

Il fregio dell’Ospedale del Ceppo di Pistoia visto da occhi che vengono da lontano.  Da una parte un gruppo di migranti richiedenti asilo ospitati nei centri di accoglienza, dall’altra operatori culturali delle cooperative. Al centro c’è Pistoia, capitale della Cultura 2017. Le opere di Misericordia – accogliere, aiutare, sfamare e nutrire – raffigurate splendidamente nel fregio diventano, attraverso il racconto, punto di incontro fra mondi culturalmente lontani, ma che la cultura ora unisce. 

Si chiama “Con altri occhi” ed è un progetto realizzato dalla collaborazione di numerosi soggetti: le cooperative culturali e turistiche Scripta Manent, Keras, Itinera Certa, Laboratori Archeologici San Gallo, cooperativa A.R.A, le cooperative sociali di Pistoia, Gruppo Incontro, Arkè, Pantagruel, Gli Altri, Co&so, CAT, il Comune di Pistoia, il Comune di Marliana, Confcooperative Toscana-Federcultura Turismo e Sport e Legacoop. Hanno collaborato alla progettazione EDA Servizi, Linketto, Siena Viva e ARTARTE.

Sabato 5 novembre, dalle 15,30, al Piccolo Teatro Bolognini di Pistoia (via del Presto 5), verrà presentato il lavoro svolto alla presenza del ViceSindaco di Pistoia Annamaria Celesti, della responsabile dei servizi sociali della SdS Valdinievole Lorena Paganelli e del sindaco di Marliana Marco Traversari. Un racconto che svela una Pistoia accogliente e aperta, con un nuovo itinerario turistico che darà l’opportunità di conoscere la città e le sue opere anche con gli occhi delle comunità immigrate presenti sul territorio.

Il progetto è partito lo scorso aprile, e dopo incontri conoscitivi sulle rispettive culture, i migranti e gli operatori hanno lavorato su una sorta di diario di bordo che ha raccolto informazioni ma soprattutto sensazioni. Sono nate delle “didascalie” alle opere, frutto di una vera e propria mediazione culturaleche verranno raccontate in una speciale “guida turistica” e anche in una brochure, da distribuire nelle APT, che aiuterà cittadini e turisti a riscoprire la città e la sua storia da un altro punto di vista.

Gli scatti raccolti dai migranti in questi mesi sono diventati una mostra fotografica, “La Cieca Attesa”curata da Paolo Torri, che verrà inaugurata sabato sera negli spazi del teatro. Il progetto si è poi  sviluppato anche in una rappresentazione teatrale dal titolo “Connessioni Umane” curata da Connexions Band&Theatre che andrà in scena sempre sabato dalle 17.30.

Un progetto in cui tutti i soggetti coinvolti hanno messo passione e impegno – spiega Mariapia Cattolico, presidente di Federcultura-Confcooperative Toscana – per realizzare qualcosa di grande in nome della cultura e dell’accoglienza. Abbiamo ascoltato e raccolto esperienze, fatto nostre le storie degli altri per restituire alla città una nuova prospettiva, un nuovo punto di vista. Pistoia, Capitale della Cultura 2017, diventa esempio positivo di integrazione”.

L'articolo Pistoia vista “Con altri occhi”, i migranti raccontano l’arte proviene da www.controradio.it.

Pistoia: taglio agli investimenti per oltre 20 mln

Pistoia: taglio agli investimenti per oltre 20 mln

Tomasi, precedente amministrazione ha creato false aspettative.

Con un intervento di adeguamento del piano degli investimenti triennale ai principi di legge ed alle prescrizioni del collegio dei revisori dei conti, approvato ieri dal consiglio comunale pistoiese, l’amministrazione guidata da Alessandro Tomasi (Fdi)  ha individuato progetti e interventi da finanziare subito per un importo di circa un milione e 160mila euro, escludendo opere ed interventi “previsti ma non finanziati né attualmente finanziabili, di cui alcuni nemmeno progettati, per un importo complessivo di 25milioni di euro”.
Insomma, un drastico taglio rispetto al piano previsto dalla precedente amministrazione, che l’assessore al bilancio Margherita Semplici, spiega così: “Nel piano degli investimenti
2017-2019 abbiamo voluto ripristinare un rapporto di verità con la città ed i cittadini individuando tra le priorità opere e interventi realmente realizzabili e finanziabili che possano incidere sulla qualità della vita a Pistoia”.
“Nel piano degli investimenti 2017 – si legge in una nota dell’amministrazione comunale – erano stati previsti dalla precedente amministrazione 40milioni e 520mila euro di investimenti in un anno a fronte di una spesa media annua finanziata inferiore a 2milioni di euro negli ultimi cinque anni”.
“La cosa più grave – dichiara il sindaco Alessandro Tomasi – è aver creato aspettative per scopi puramente elettorali. Occorre invece dire con chiarezza, senza inutili promesse, ciò che il Comune può fare e ciò che, al contrario, non è realizzabile”.
Il piano approvato dal Consiglio comunale compre progetti come la manutenzione straordinaria delle strade (200mila euro) e quella ordinaria (altri 200mila euro), attrezzature e arredi per impianti sportivi (250mila euro), l’acquisto di mezzi per la protezione civile ed altri interventi da realizzare non rinviabili.
Walter Tripi, capogruppo Pd in consiglio comunale a Pistoia, commenta i tagli decisi dall’amministrazione Tomasi e approvati ieri a maggioranza dall’assemblea consiliare della città Toscana: “Metanizzazione Valli delle Buri, interventi per le periferie, manutenzioni scuole, prolungamento di via Salvo d’Acquisto e molto altro: non inserire un progetto nel piano degli investimenti significa non poterlo realizzare”.
“L’unica lettura è che per adesso la Giunta – prosegue Tripi – si sta disimpegnando a trovare finanziamenti per quei progetti, ed è una decisione politica che non si può mascherare con altro. Se qualcuno di questi sarà inserito nuovamente nel 2018, starà anche alla capacità della cittadinanza di farsi sentire rispetto alle proprie necessità”.
Critiche, da parte del gruppo consiliare del Pd, anche alle spese per le luminarie natalizie. “Sono stati pensati 100mila euro: siamo d’accordo sulla necessità di avere una festa attrattiva, degna della Capitale della cultura, ma così è esagerato ed è uno smacco in questa fase di crisi”.
A tale proposito il gruppo Pd aveva proposto di correggere alcuni capitoli di spesa corrente; in particolare “di destinare ai cittadini pistoiesi bisognosi parte di quella previsione di spesa”. Una proposta che è stata respinta. “Si sperava in una diversa sensibilità”, ha commentato la consigliera Carla Breschi.

L'articolo Pistoia: taglio agli investimenti per oltre 20 mln proviene da www.controradio.it.

Donna aggredita a Prato, 3 denunciati per ‘gioco’ Halloween

Donna aggredita a Prato, 3 denunciati per ‘gioco’ Halloween

Ragazzi ruppero con sasso vetro auto, frattura naso per vittima.

Scovati grazie alle telecamere: la squadra mobile di Prato ha denunciato per lesioni gravi tre ragazzi di Agliana (Pistoia) – di 18, 20 e 21 anni – per l’aggressione in maschera avvenuta la sera di Halloween nel centro storico di Prato, vittima una donna di 57 anni, pratese.

Indossando maschere del film ‘Scream’ avevano sfondato il finestrino di un auto con un mattone e colpito la sua conducente fratturandole il naso: 25 giorni la prognosi.

Gli investigatori sono riusciti a risalire agli assalitori grazie alle immagini delle telecamere nei dintorni del luogo dove si sono svolti i fatti oltre che a una serie di riscontri incrociati tra testimoni. Quando i giovani, che hanno ammesso le loro responsabilità secondo quanto reso noto dalla questura, sono stati sentiti dai poliziotti hanno spiegato di ‘voler fare
solo degli scherzi’ e di non aver agito ‘per un motivo specifico’.

Quella sera avrebbero messo in scena una sorta di gioco: due facevano finta di litigare in mezzo alla strada costringendo le auto a fermarsi, poi sbucava un terzo che iniziava a scuotere l’auto. Una scena ripetuta molte volte, fino all’ultimo episodio quando uno dei giovani ha usato un mattone per infrangere il vetro dell’auto guidata dalla donna ferita.

Soddisfazione per l’esito delle indagini è stata espressa dal questore di Prato Paolo Rossi e dal sindaco Matteo Biffoni che, dopo aver ringraziato la polizia, ha osservato che ‘purtroppo davanti a un gesto così stupido non c’è prevenzione che tenga’: di fronte a ‘un episodio di questo genere si resta sbalorditi’, ‘un fatto gravissimo: da padre più che da sindaco sono preoccupato, soprattutto perchè nessuno dei ragazzi ha deciso di presentarsi alle forze dell’ordine nei giorni successivi nonostante anche il grande eco mediatico che ha avuto l’accaduto”.

L'articolo Donna aggredita a Prato, 3 denunciati per ‘gioco’ Halloween proviene da www.controradio.it.

Sicurezza: Pistoia, 180 telecamere sorveglieranno il centro

Sicurezza: Pistoia, 180 telecamere sorveglieranno il centro

Sindaco: “La tutela della sicurezza rappresenta un dovere che le istituzioni hanno nei confronti dei cittadini”.

Centottanta telecamere ad alta risoluzione installate nelle piazze e nelle vie del centro storico di Pistoia, ma anche nei principali parchi e parcheggi della città. É il sistema di videosorveglianza, collegato alle centrali operative di Questura, Carabinieri e Polizia municipale, che sarà completamente attivo dal prossimo febbraio. Il Comune ha dato avvio alle operazioni di installazione delle telecamere nelle scorse settimane, partendo dal centro storico, area in cui la videosorveglianza entrerà già in funzione a dicembre.
“Le telecamere – dichiara il sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi – rappresentano sia un deterrente a tutela della sicurezza dei cittadini, in grado di prevenire anche eventuali atti vandalici, che uno strumento operativo per non lasciare impunito chi delinque. Il sistema che stiamo installando infatti, permette di avere a disposizione immagini in alta risoluzione anche di notte. La tutela della sicurezza – sottolinea il sindaco – rappresenta un dovere che le istituzioni hanno nei confronti dei cittadini”.
Il nuovo sistema attivo 24 ore su 24, oltre ad andare a sostituire i vecchi impianti a bassa risoluzione ormai inattivi da anni, copre per la prima volta nuovi punti di installazione individuati attraverso il supporto e la collaborazione delle forze di polizia, tenendo inoltre in considerazione le istanze dei cittadini.
“Abbiamo individuato alcuni punti della città che risultano essere più problematici di altri sul fronte delle percezione della sicurezza – spiega ancora il sindaco Tomasi – ed è proprio su questi che abbiamo voluto garantire l’installazione delle telecamere nel rispetto anche di quanto espresso dalle persone che in questi mesi ci hanno esternato la necessità di un
maggiore controllo su tali zone”.

L'articolo Sicurezza: Pistoia, 180 telecamere sorveglieranno il centro proviene da www.controradio.it.

Arresti rapina Firenze: prime condanne banda specializzata

Arresti rapina Firenze: prime condanne banda specializzata

Oltre venti colpi in negozi messi a segno nel 2016.

Prime condanne per i componenti di una banda specializzata in furti con spaccata in Toscana, sgominata lo scorso febbraio dai carabinieri nel corso di un’operazione che portò all’arresto di 5 persone, accusate di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti e ricettazione.

Uno dei componenti del gruppo, 21 anni, di nazionalità romena, ha patteggiato davanti al gip una pena a 3 anni e 6 mesi di reclusione. Un suo connazionale, 28enne, ha patteggiato 3 anni e 4 mesi di reclusione. Altri due presunti componenti dell’organizzazione, di 19 e 32 anni, hanno chiesto e ottenuto di essere giudicati con rito abbreviato. Per un altro degli arrestati, 19enne, i legali hanno avanzato richiesta di messa alla prova.

Per l’accusa la banda avrebbe messo a segno oltre 20 furti tra ottobre e dicembre 2016, in negozi e centri commerciali di Firenze, Pisa, Siena, Pistoia e Lucca. La banda sfondava le
vetrine usando auto rubate, oppure usando dei tombini presi dalla strada.

L'articolo Arresti rapina Firenze: prime condanne banda specializzata proviene da www.controradio.it.