Pistoia: in azienda fantasma 21 lavoratori a nero, sopra i dormitori

Pistoia: in azienda fantasma 21 lavoratori a nero, sopra i dormitori

Lavoravano in un seminterrato senza sicurezza, denunciato titolare nel Pistoiese.

Sequestrato a Catena di Quarrata (Pistoia) un immobile fatiscente, all’interno del quale operava un’azienda tessile abusiva il cui gestore è stato denunciato. Il blitz delle forze dell’ordine (polizia municipale, carabinieri della stazione di Quarrata, nucleo carabinieri dell’ispettorato del lavoro e vigili del fuoco) è scattato stamani.
All’interno dell’immobile sono state trovate 21 persone, sia uomini sia donne, stipate nel seminterrato, intente a lavorare ad altrettante macchine da cucire, in locali privi di ogni sicurezza igienica e sanitaria. I piani superiori del locale, completamente fatiscente, erano stati adibiti a cucina e a dormitorio ed erano anch’essi privi di ogni condizione di sicurezza: cavi elettrici completamente scoperti, tramezzature realizzate con materiali infiammabili, vie di fuga del tutto precluse e la possibilità di accedere e di uscire dal locale solo attraverso un ingresso nel seminterrato.
L’attività era completamente abusiva, pertanto le 21 persone trovate al lavoro al momento del blitz, pur regolarmente presenti sul territorio nazionale, erano totalmente sprovviste di tutele lavorative e assicurative. A seguito dell’intervento è stato avvistato il magistrato di turno Luigi Boccia: l’immobile è stato posto sotto sequestro e le attività di indagini proseguono per verificare tutte le responsabilità.
“L’operazione – spiega una nota del Comune di Quarrata – fa parte di una più ampia attività dell’amministrazione comunale volta alla tutela della sicurezza sul lavoro e al contrasto
delle attività irregolari”.

L'articolo Pistoia: in azienda fantasma 21 lavoratori a nero, sopra i dormitori proviene da www.controradio.it.