ETRURIA: FEDERCOSNUMATORI E CONFCONSUMATORI SARANNO PARTE CIVILE NEL PROCESSO

comitato vittime salvabanche Etruria L’udienza preliminare si terrà giovedì 22 alle 9 davanti al gup del tribunale di Arezzo Giampiero Borraccia e riguarderà venti imputati indagati nella prima parte di indagine, quella su alcuni finanziamenti concessi

Federconsumatori e Confconsumatori hanno annunciato che chiederanno di costituirsi parte civile durante l’udienza per il filone di inchiesta relativo alla bancarotta Banca Etruria. Difficilmente, secondo quanto si apprende, lo farà invece il Comitato Vittime Salva Banche che  teme di mettere a rischio l’arbitrato per i rimborsi mentre il
Comitato Azzerati dal Salva Banche chiederà di poter prendere parte all’udienza avendo la maggior parte dei suoi iscritti chiesto, tramite Federconsumatori, di potersi costituire parte civile.
L’udienza preliminare si terrà giovedì 22 alle 9 davanti al gup del tribunale di Arezzo Giampiero Borraccia e riguarderà venti imputati indagati nella prima parte di indagine, quella su alcuni finanziamenti concessi e mai rientrati che secondo il procuratore della Repubblica Roberto Rossi portarono al crack della banca, molti dei quali hanno ricevuto anche l’avviso di chiusura indagine per la bancarotta bis. Tra i nomi quelli di ex
presidenti e dirigenti. Le accuse variano dalla bancarotta fraudolenta a quella semplice. Alcuni degli imputati hanno reso dichiarazioni spontanee o prodotto memorie per chiarire la loro posizione. La procura in tale occasione chiederà la riunificazione dei due fascicoli di inchiesta in uno solo in modo da poter discutere l’intera vicenda in un unico processo.
Il gup esaminerà la richiesta insieme a quelle di richiesta di costituzione in parte civile.

IL COMMENTO DI LETIZIA GIORGIANNI DEL COMITATO VITTIME SALVABANCHE

LETIZIA GIORGIANNI

The post ETRURIA: FEDERCOSNUMATORI E CONFCONSUMATORI SARANNO PARTE CIVILE NEL PROCESSO appeared first on Controradio.