TOMASI: ” GIUNTA LARGA,I CITTADINI HANNO BISOGNO DI RISPOSTE”

Alessandro Tomasi

Alessandro Tomasi, neo sindaco di Pistoia: “Assessori devono avere poche deleghe e seguire quelle. La giunta sarà molto più larga perché i cittadini hanno bisogno di risposte, gli assessori devono avere poche deleghe e seguire quelle deleghe”.

Così il sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi, rispondendo ai giornalisti a margine di una conferenza stampa di Forza Italia:”Voglio anche che ci siano dei professionisti – ha aggiunto – e non voglio che per loro fare l’assessore sia un lavoro, i professionisti devono avere la possibilità, nei limiti del possibile, sapendo che fare l’assessore è un grandissimo
impegno, di poter continuare la loro vita, considerando quella politica una parentesi, il servizio per la città lo devono fare al meglio, però dobbiamo anche rispettare le persone che non hanno mai vissuto di politica”.

“Nella coalizione – ha detto ancora Tomasi -, siamo ancora galvanizzati dall’aver fatto un’impresa storica, ci sono naturalmente discussioni, stiamo valutando i nomi, ma la felicità e la gioia di aver vinto a Pistoia dopo 70 anni supera tutto e farà superare ogni divisione”.

Per quanto riguarda i nomi degli assessori Tomasi ha detto che “dovrebbero essere comunicati la prossima settimana”.

The post TOMASI: ” GIUNTA LARGA,I CITTADINI HANNO BISOGNO DI RISPOSTE” appeared first on Controradio.

FIRENZE, QUATTRO RISTORANTI UNITI PER IL “REFUGEE FOOD FESTIVAL”

Refugees

Dal 26 al 30 giugno 2017, quattro ristoranti apriranno le porte a chef rifugiati. Presso il ristorante Quinoa la conferenza stampa di presentazione.

L’incontro, moderato da Jacopo Storni, è pensato come un’occasione informale per ascoltare le voci dei protagonisti del dietro le quinte del Festival che vedrà quattro ristoranti di Firenze (La Brac, Quinoa, Zenzero biocatering e Culinaria) aprire le loro cucine agli chef rifugiati (Sara Unatu Tagi dall’Etiopia, Awon Raza dal Pakistan, Masoud Sayed Housseini dall’Afghanistan, Slay Baki e Zakari Abasse dal Togo). L’evento conclusivo avrà luogo presso il Villaggio la Brocchi di Borgo San Lorenzo con attività a partire dalle 17:00 e cena finale presso Ristorante Ethnos, in collaborazione con lo chef Marco Stabile. 
 
Tra i relatori il team di Festina Lente (organizzatore locale), Cristina Franchini (UNHCR), Luigi Andreini (presidente del Progetto Accoglienza), gli chef protagonisti. “Refugee Food Festival Firenze” è un’iniziativa che parte dai cittadini e che, scommettendo sul potere universale del cibo, si prefigge un superamento della concezione stereotipata dello status di “rifugiato”. Nella proposta partecipata di menu di qualità ispirati alle cucine del mondo, l’occasione di un’esperienza di condivisione e conoscenza per il pubblico e l’avvio di una rete di opportunità lavorative tra gli chef selezionati ed i ristoranti partecipanti. L’evento è organizzato con il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Firenze.

 

The post FIRENZE, QUATTRO RISTORANTI UNITI PER IL “REFUGEE FOOD FESTIVAL” appeared first on Controradio.

FIRENZE, QUATTRO RISTORANTI UNITI PER IL “REFUGEE FOOD FESTIVAL”

Refugees

Dal 26 al 30 giugno 2017, quattro ristoranti apriranno le porte a chef rifugiati. Presso il ristorante Quinoa la conferenza stampa di presentazione.

L’incontro, moderato da Jacopo Storni, è pensato come un’occasione informale per ascoltare le voci dei protagonisti del dietro le quinte del Festival che vedrà quattro ristoranti di Firenze (La Brac, Quinoa, Zenzero biocatering e Culinaria) aprire le loro cucine agli chef rifugiati (Sara Unatu Tagi dall’Etiopia, Awon Raza dal Pakistan, Masoud Sayed Housseini dall’Afghanistan, Slay Baki e Zakari Abasse dal Togo). L’evento conclusivo avrà luogo presso il Villaggio la Brocchi di Borgo San Lorenzo con attività a partire dalle 17:00 e cena finale presso Ristorante Ethnos, in collaborazione con lo chef Marco Stabile. 
 
Tra i relatori il team di Festina Lente (organizzatore locale), Cristina Franchini (UNHCR), Luigi Andreini (presidente del Progetto Accoglienza), gli chef protagonisti. “Refugee Food Festival Firenze” è un’iniziativa che parte dai cittadini e che, scommettendo sul potere universale del cibo, si prefigge un superamento della concezione stereotipata dello status di “rifugiato”. Nella proposta partecipata di menu di qualità ispirati alle cucine del mondo, l’occasione di un’esperienza di condivisione e conoscenza per il pubblico e l’avvio di una rete di opportunità lavorative tra gli chef selezionati ed i ristoranti partecipanti. L’evento è organizzato con il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Firenze.

 

The post FIRENZE, QUATTRO RISTORANTI UNITI PER IL “REFUGEE FOOD FESTIVAL” appeared first on Controradio.