LOTTA A CONTRAFFAZIONE: NASCE IL MARCHIO “MADE IN TUSCANY”

marchio Made in Tuscany
preso dal sito Made in Tucany

Presentato al Consiglio regionale della Toscana il nuovo marchio e sito per valorizzaione e promozione del ‘Made in Tuscany’. Papi: “il marchio raccoglie 500 orgogliosamente ‘Made in Tuscany': sinergie contro contraffazione.” Giani: “l’obiettivo è tutela del genio e creatività toscane.”

Un marchio collettivo e un portale internet per la valorizzazione e promozione del ‘Made in Tuscany’ e la lotta alla contraffazione. E’ quanto presentato oggi in Consiglio regionale della Toscana, alla presenza del presidente dell’Assemblea Eugenio Giani. Lo scorso anno ‘Made in Tuscany’ ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, spiega una nota, e quest’anno, al termine delle verifiche, è stato registrato ed approvato dal ministero dello Sviluppo Economico. Il lancio dell’iniziativa ha visto anche la registrazione dei domini internet come www.madeintuscany.it e www.fattointoscana.it.

“La tutela dei prodotti del genio e della creatività di una delle regioni più conosciute al mondo è un obbiettivo specifico delle istituzioni regionali – ha osservato Giani -. La Toscana porta con sé il Rinascimento, la mente di personaggi che qui sono vissuti come Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti, Galileo Galilei, l’originalità dei propri artigiani. La tutela dei prodotti, nella moda come nella produzione alimentare, può rivelarsi una scelta vincente”. Presenti oggi anche il parlamentare Pd Lorenzo Becattini, la vicepresidente di Cna Firenze Vivilla Zampini, e il presidente e il vicepresidente dell’associazione Made in Tuscany Alessio Papi e Michele Lazzaro.

“Il fatto che il marchio raccolga cinquecento produttori, orgogliosi di essere ‘Made in Tuscany’, permette che si crei una sinergia in rete in grado di combattere il problema della contraffazione, che crea danni enormi, specie nel settore alimentare”, ha ricordato Papi. Secondo Becattini “è un segnale importante di dinamismo, di credere in quello che sappiamo fare ed è giusto valorizzarlo in una sede prestigiosa come il Consiglio regionale. L’obiettivo è non solo la rete, ma tenere insieme coloro che hanno a cuore il sistema produttivo della nostra regione. Tutto quello che unisce, per la politica e per le istituzioni è buono”.

The post LOTTA A CONTRAFFAZIONE: NASCE IL MARCHIO “MADE IN TUSCANY” appeared first on Controradio.

A FIRENZE I PRIMI GRAFFITI ‘ANTIDEGRADO’ A BASE DI YOGURT

Firenze graffiti antidegrado yogurt
Foto presa da Twitter

Circa 200 graffiti ‘puliti’ a base di yogurt sono stati disegnati in centro dal Comune per la campagna ‘invasioni civiche': scritte contro sporcizia e contraffazione.

Nel centro di Firenze sono stati realizzati circa 200 graffiti ‘puliti’, antidegrado, fatti a base di yogurt e dunque facilmente cancellabili, con scritte destinate a fiorentini e visitatori per invitarli a non lasciare sporco in strada e a non acquistare prodotti contraffatti.  È la campagna ‘invasioni civiche’ realizzata dal Comune, in corso questa settimana in varie zone della città. I graffiti che appariranno su strade e piazze hanno l’ok della Sovrintendenza e sono realizzati con una sofisticata pittura a base di yogurt di scarto industriale, gesso e cellulosa che viene applicata per terra.

Disegnati con la tecnica degli stencil, sono completamente naturali e vengono ripuliti con un semplice getto d’acqua calda ad alta pressione. Tre le scritte realizzate, per il momento, ma la campagna istituzionale è destinata ad aumentare nel tempo: una in lingua inglese destinata ai turisti ‘Be aware! If you buy from illegal street vendors you feed crime. You can be fined up to 7.000 euro'; e due in italiano: ‘Animale! Quando non la raccogli l’animale non è il tuo cane, sei tu! La multa è di 160 euro’ e ‘Selvaggio! Non lasciare rifiuti ingombranti in strada. Se chiami l’199-163315. Il ritiro è gratis’.

The post A FIRENZE I PRIMI GRAFFITI ‘ANTIDEGRADO’ A BASE DI YOGURT appeared first on Controradio.

A FIRENZE I PRIMI GRAFFITI ‘ANTIDEGRADO’ A BASE DI YOGURT

Firenze graffiti antidegrado yogurt
Foto presa da Twitter

Circa 200 graffiti ‘puliti’ a base di yogurt sono stati disegnati in centro dal Comune per la campagna ‘invasioni civiche': scritte contro sporcizia e contraffazione.

Nel centro di Firenze sono stati realizzati circa 200 graffiti ‘puliti’, antidegrado, fatti a base di yogurt e dunque facilmente cancellabili, con scritte destinate a fiorentini e visitatori per invitarli a non lasciare sporco in strada e a non acquistare prodotti contraffatti.  È la campagna ‘invasioni civiche’ realizzata dal Comune, in corso questa settimana in varie zone della città. I graffiti che appariranno su strade e piazze hanno l’ok della Sovrintendenza e sono realizzati con una sofisticata pittura a base di yogurt di scarto industriale, gesso e cellulosa che viene applicata per terra.

Disegnati con la tecnica degli stencil, sono completamente naturali e vengono ripuliti con un semplice getto d’acqua calda ad alta pressione. Tre le scritte realizzate, per il momento, ma la campagna istituzionale è destinata ad aumentare nel tempo: una in lingua inglese destinata ai turisti ‘Be aware! If you buy from illegal street vendors you feed crime. You can be fined up to 7.000 euro'; e due in italiano: ‘Animale! Quando non la raccogli l’animale non è il tuo cane, sei tu! La multa è di 160 euro’ e ‘Selvaggio! Non lasciare rifiuti ingombranti in strada. Se chiami l’199-163315. Il ritiro è gratis’.

The post A FIRENZE I PRIMI GRAFFITI ‘ANTIDEGRADO’ A BASE DI YOGURT appeared first on Controradio.