M5S, “RESTITUTION DAY”: DA TAGLIO RIMBORSI CONSIGLIERI TOSCANA 120 MILA EURO PER SCUOLA

Restitution Day

I consiglieri regionali M5s lanciano appello ai presidi per approfittare dei 120 mila euro risparmiati tagliando rimborsi e indennità in occasione del “Restitution Day”. Di Maio: “tasse italiani finanziano loschi individui, iniziamo tagliare rimborsi.”

Ammontano a 120 mila euro le risorse risparmiate quest’anno dal gruppo M5s in Consiglio regionale della Toscana, tagliando rimborsi e indennità, che saranno destinate all’edilizia scolastica. I consiglieri pentastellati, alla presenza del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio e del candidato sindaco M5s a Carrara Francesco De Pasquale, hanno annunciato oggi la destinazione delle risorse durante una iniziativa intitolata ‘Restitution day’, nel corso della quale hanno lanciato un appello ai dirigenti scolastici della Toscana affinché approfittino di questa opportunità.

Lo scorso anno il gruppo M5s destinò la stessa cifra per l’acquisto di 100 defibrillatori. “L’80% delle scuole toscane non rispetta le norme antisismiche – ha ricordato il presidente del gruppo regionale Giacomo Giannarelli -, circa la metà degli istituti è senza certificazione antincendio, e ancora oggi in alcune zone della regione come Aulla gli studenti fanno lezione nei container. Abbiamo istituti dove non si possono sbattere le porte perché altrimenti l’amianto si disperde nell’aria. Le scuole hanno bisogno di fondi, il Pd nel Prs assegna zero euro a questa priorità, e i 120 mila euro della nostra prossima restituzione potranno essere senz’altro di aiuto”.

“Io sono un insegnante della scuola media – ha sottolineato De Pasquale -. Mi stupisco di come sia l’amministrazione locale che quella regionale abbiano trascurato questo tema. Solo a Carrara abbiamo diverse scuole chiuse. La scuola è il futuro del paese. Da candidato invito tutti i sindaci della Toscana a scovare nei bilanci quelle spese inutili da poter tagliare per assegnare risorse alle nostre scuole”.

Per Di Maio, questa “non è una semplice restituzione ma è l’idea di paese che vogliamo realizzare al governo delle città, delle regioni e del paese. Vogliamo prenderci cura delle tasse che i cittadini ogni giorno pagano. Tasse che finiscono anche per pagare gli stipendi ai politici, finiscono in gara gonfiate, affidamenti diretti, consulenze esterne inutili. I cittadini italiani con le loro tasse hanno finanziato la carriera politica di loschi individui. La nostra idea di paese passa per l’opposto: cominciamo a tagliare le spese più amate dai politici e odiate dagli italiani”.

The post M5S, “RESTITUTION DAY”: DA TAGLIO RIMBORSI CONSIGLIERI TOSCANA 120 MILA EURO PER SCUOLA appeared first on Controradio.

DI MAIO: IN COMUNI A GUIDA M5S DEBITO PUBBLICO RIDOTTO 50%

Di MaioLo ha detto il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (M5s) intervenendo al ‘restitution day’ del gruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale della Toscana.

“Non c’è un solo Comune governato dai 5 stelle, nel quale il debito sia aumentato. Dove governa il Movimento 5 Stelle lo ha ridotto in media del 50%. In tutti i Comuni in cui siamo arrivati siamo stati chiamati a risanare i buchi creati da altri e anche a Carrara non saremo da meno. Metteremo in moto il metodo 5 Stelle per tagliare gli sprechi
inutili” ha detto di Maio. Che poi è intervenuto sui temi di maggiore attualità politica.  “Il renzismo è stata una truffa nei confronti degli italiani, alle comunali di domenica, ai
ballottaggi, non pensiamo a battere qualcuno ma a portare nelle istituzioni un metodo di governo, ci sarà bisogno di qualche anno, faremo, forse, degli errori in buona fede ma continueremo a lavorare perché qualche parte si deve iniziare perché di questi prodotti scaduti e contraffatti non ne possiamo più” ha dichiarato il veicepresidente. Che ha aggiunto  “Renzi ha provato in tutti i modi a indebolire Gentiloni perché non fosse più bravo di lui, questa è la sua ‘pippa mentale’, non è facile, però, scegliere chi è il
più bravo tra Letta, Renzi e Gentiloni. Se la vedano tra di loro ma vadano a casa perché così hanno fatto un’opera di indebolimento delle istituzioni”.

Per Di Maio “Renzi prima di tutto è un sabotatore di professione del suo partito – ha aggiunto -, imbarcando il peggio di quello che c’era in Parlamento, e quando non l’ha potuto imbarcare ci si è alleato, ha raccattato di tutto da Alfano a Verdini, a Tosi”.
“Il suo unico obiettivo è utilizzare ogni strumento per accoppare i suoi avversari che sono stati quelli del suo partito, anche gli elettori del Pd non meritano un segretario
così”

“Al Senato c’è uno spettacolo indegno ed è l’ultimo spettacolo prima del tramonto della
seconda repubblica. E come per il tramonto della prima Repubblica, questi signori cercano di arraffare tutto. Però il gong è suonato ed è solo questione di tempo”  ha  poi detto i Di Maio (M5s), aggiungendo. questi signori “se ne vadano tutti a casa e facciano
votare gli italiani.

Infine sull’inchiesta Consip, che secondo Di Maio ” “rischia di diventare la tomba politica di Matteo Renzi e del Giglio magico, è la più grande grana per Renzi nonostante lui cerchi di minimizzare” “A Roma gli scagnozzi di Renzi stanno cercando di disinnescare le mozioni su Consip – ha aggiunto -. Le mozioni sono atti non vincolanti al Senato e ormai loro hanno paura anche di atti non vincolanti”.

The post DI MAIO: IN COMUNI A GUIDA M5S DEBITO PUBBLICO RIDOTTO 50% appeared first on Controradio.