Firenze: fiaccolata contro l’obbligo vacinale

Firenze: fiaccolata contro l’obbligo vacinale

Fiaccolata del 27 luglio: manifestanti hanno sfilato da piazza San Lorenzo a piazza Santa Maria Novella contro il decreto Lorenzin.

La fiaccolata è stata organizzata dal Comitato per la libertà di scelta vaccinale, che ha spiegato che questo corteo ha avuto l’obiettivo di manifestare il “dissenso verso un decreto che comprime le libertà individuali e confligge con altri diritti garantiti dalla Costituzione”.

I manifestanti sono arrivati dal Mugello, da Prato, da Massa Carrara, da Pistoia e dall’Emilia Romagna. Prima della partenza da piazza San Lorenzo è intervenuto il dottor Domenico Battaglia: “questo decreto ha basato molto delle sue aspettative sulla paura: paura delle malattie, dei contagi, delle radiazioni”.

E continua: “non esiste una sola verità, se vi dicono questo dubitate. Non ci si cura solo con la chimica, ci si cura coltivando un rapporto umano con il proprio terapeuta. Non credete al pensiero unico,  la medicina non è una scienza esatta”.

Alessandra Ghisla del Mugello commenta l’obbligo di vaccini: “Ci stiamo preparando ad aprire una scuola parentale, perché escludendo i nostri bambini da 0 a 6 anni non è in pericolo la socializzazione dei nostri figli, ma il loro corpo. Non possiamo permettere che la nostra scelta venga ricattata con l’esclusione dalle scuole. Non lo permetteremo”.

Il corteo è partito con le fiaccole alzate verso il cielo, con striscioni e con il coro: “Libertà, libertà, libertà”.

 

L'articolo Firenze: fiaccolata contro l’obbligo vacinale proviene da www.controradio.it.