LEGAMBIENTE: ” ROGHI IN MAREMMA HANNO MANDATO IN FUMO ECOSISTEMA”

Legambiente“E’ stato distrutto l’ecosistema della Maremma e i tempi di ripristino” denuncia Legambiente, “sono lunghissimi: speriamo vengano individuati i colpevoli.” Il bilancio di ettari bruciati arriva a 150.

“Ringraziamo il grande lavoro della prefettura, dei vigili del fuoco e di tutte le altre forze dell’ordine che si stanno impegnando per ridurre i danni. Ci auguriamo che al più presto vengano individuati i colpevoli e affidati alla giustizia: anche per questo chiediamo ai cittadini di segnalare qualsiasi situazione sospette alla giustizia”. Così Angelo Gentili, dalla segreteria nazionale di Legambiente, in merito ai roghi che hanno interessato la Maremma, in particolare Castiglione della Pescaia.

“La quantità di ettari di boschi e pinete distrutti in pochi giorni costituisce un pesantissimo e gravissimo affronto al patrimonio di natura e biodiversità in Maremma. In poco tempo sono andati in fumo gli ecosistemi, fatti di pianti e animali, che costituiscono l’anima verde del nostro territorio a livello turistico, paesaggistico e naturalistico.” “Per il ripristino e la ricrescita – prosegue Angelo Gentili- ci vorranno tempi lunghissimi e questo, purtroppo, non fa altro che accentuare quello che rappresenta già un enorme danno ambientale al territorio.”

I roghi hanno raggiunto un bilancio di 150 ettari di macchia bruciati dopo l’incendio che martedì ha coinvolto nuovamente la località Le Rocchette a Castiglione della Pescaia, in Provincia di Grosseto. La località era già stata colpita della fiamme lo scorso sabato quando i vigili del fuoco, hanno dovuto evacuare a scopo precauzionale l’intero campeggio adiacente e scavare , in piena emergenza, una trincea tra il campeggio minacciato dall’incendio e la linea di fuoco che avanzava. L’ultimo rogo proprio questa mattina; il focolaio dell’incendio è scoppiato in una baracca e le fiamme, poi domate, si sono estese anche a una porzione di pineta. Sul posto i vigili del fuoco di Grosseto.

The post LEGAMBIENTE: ” ROGHI IN MAREMMA HANNO MANDATO IN FUMO ECOSISTEMA” appeared first on Controradio.

ARTIGIANATO, DEL RE: “BOTTEGHE FIORENTINE OLTRARNO DA TUTELARE”

Artigianato mostra artigianato

“L’Oltrarno, con le sue botteghe artigiane e il tessuto commerciale, è un ecosistema da tutelare” ha detto assessore Sviluppo economico Del Re: “ben venga il turismo ma con cautela.”

“Ben venga il turismo, ma con cautela: l’Oltrarno è un ecosistema da tutelare, dove ancora i residenti ci sono come in Sant’Ambrogio, la residenza è ancora attiva e tiene molto all’identità del quartiere”. Lo ha affermato Cecilia Del Re, assessore allo Sviluppo economico del Comune di Firenze, intervenuta alla presentazione di uno studio di Cna Firenze sulle botteghe artigiane dell’Oltrarno.

“Con le associazioni di categoria e le botteghe programmeremo nuove azioni anche sulla base di questi studi, per sostenere il tessuto commerciale e artigiano di questo quartiere così speciale della città”, ha detto Del Re, secondo cui Palazzo Vecchio si è già mosso con alcune azioni come il nuovo regolamento Unesco che blocca per tre anni l’apertura di nuovi esercizi pubblici di somministrazione, le agevolazioni Imu per le botteghe storiche, e il lancio di percorsi fra le botteghe artigiane sviluppati insieme ad Artex.

Il Quartiere d’Oltrarno, un dedalo di botteghe e laboratori sparse per i vicoli popolari di San Frediano, San Niccolò e Santo Spirito, rappresenta uno degli angoli più suggestivi e poliedrici di Firenze. Un patrimonio di saperi antichi che si tramandano attraverso laboratori di oreficeria, dove vengono lavorate anche le pietre preziose con abilità e maestria e si disegnano e creano gioielli di rara bellezza, botteghe famose per il cesello dell’argento, fatto rigorosamente a mano,o laboratori di rilegatura  fiorentina, scarpe su misura, restauro di quadri, fusione a cera persa, intaglio del legno, laccatura e pittura dei mobili, arte della ceramica ecc. Una ricchezza che attira turisti da tutto il mondo e che rischia di perdere la propria identità.

The post ARTIGIANATO, DEL RE: “BOTTEGHE FIORENTINE OLTRARNO DA TUTELARE” appeared first on Controradio.