METASTASIO: NUOVA STAGIONE TEATRALE ‘AD ALTO RISCHIO CULTURALE’

P_20170621_123139Prato – Conclusa la stagione 2016/2017 con  un sensibile aumento del pubblico (+12,2% della media presenze) e degli incassi (+ 20% della media incassi)  il direttore Franco D’Ippolito annuncia la Stagione 2017/2018 del Teatro Metastasio di Prato riconfermando il “rischio culturale” quale asse portante del Metastasio e primo motore della sua proposta artistica (Ascolta l’intervista).

In questa stagione 2017/2018 lo sguardo sui grandi testi della drammaturgia di ogni tempo si intreccia con quello sulla nuova drammaturgia, attraversando diverse generazioni di artisti italiani e internazionali che sanno restituire in chiave contemporanea il senso del teatro come passione culturale. Una scelta anche civile e politica, là dove il pubblico costituisce la comunità che partecipa, critica e si emoziona.

P_20170621_123816L’immagine della stagione 2017/2018 è affidata all’artista Marco Cazzato, che ha disegnato per il Metastasio due figure femminili dal tratto retrò in una composizione nuova, di invenzione unica e fortemente contemporanea: nella prima figura i tratti del viso sono disegnati (il pubblico consolidato), nella seconda, invece, il viso non è svelato (il nuovo pubblico da “riconoscere”). Cazzato ha realizzato manifesti e curato l’immagine per molti eventi, tra i quali il Torino Film Festival 2011 e la Stagione lirica di Spoleto 2012 e 2013. Ha vinto il premio internazionale Best Illustrations European Newspaper Award 2014.

La stagione si snoda nelle quattro sale della Fondazione con 31 spettacoli, di cui 7 sono nuove produzioni (cui si aggiungono le riprese in tournée di Un quaderno per l’inverno, Il cielo non è un fondale, La cerimonia, Danza macabra, e Non dirlo. Il Vangelo di Marco) e 24 gli spettacoli ospiti. Al Metastasio saranno 8 gli spettacoli in abbonamento (di cui 4 nuove produzioni), così come 8 saranno al Fabbricone, 4 al Fabbrichino (di cui 3 nuove produzioni), mentre il Magnolfi sarà dedicato ad un progetto speciale dedicato a quattro artisti che presenteranno complessivamente 11 spettacoli.

P_20170621_112429Come sempre la stagione 2017/2018 sarà completata da CONTEMPORANEA FESTIVAL (la XV edizione che si svolgerà dal 22 al 26 settembre 2017), dalla rassegna MET RAGAZZI (da novembre 2017 a luglio 2018), e da METJAZZ (febbraio 2018), cui si aggiungono come di consueto gli eventi speciali, gli approfondimenti, le aperture dedicate al dibattito culturale, i corsi, i laboratori, gli stage professionali e le attività di formazione del pubblico.

Le 7 nuove produzioni, che saranno presentate in sede e in tournée, sono affidate a Peter Stein (Richard IIdi W. Shakespeare), Valerio Binasco (Night bar. Il calapranzi, Tess, L’ultimo ad andarsene di H. Pinter), Massimiliano Civica (Belve-una farsa di A. Pirozzi), Roberto Latini (Quartett di H. Muller), Pascal Rambert (L’arte del teatro di P. Rambert), Leo Muscato (Vangelo secondo Lorenzo di L. Muscato e L. Perini), Livia Gionfrida (Gioia. Via Crucis per simulacri di L. Gionfrida). Nostre 5 produzioni saranno riprese in tournée, firmate da Luca Ronconi (Danza macabra), Massimiliano Civica (Un quaderno per l’inverno), Daria Deflorian e Antonio Tagliarini (Il cielo non è un fondale), Oscar De Summa (La cerimonia), Sandro Veronesi (Non dirlo. Il Vangelo di Marco).

La campagna abbonamenti si aprirà il 1° luglio online e dal 5 settembre al botteghino per gli abbonamenti MET/8 e FAB/8. Dal 19 settembre si potranno acquistare online e al botteghino del Metastasio gli abbonamenti A SCELTA a 4 e 7 spettacoli (nelle due versioni con 1 o 2 nostre produzioni o liberi) e il nuovo abbonamento SOSTENITORE a 10 spettacoli che darà diritto ad una serie di facilitazioni riservate. I prezzi rimarranno sostanzialmente invariati, con riduzioni del 20% per i Soci Coop, del 30% per gli aderenti alle Convenzioni e gli over 65, del 40% per gli under 25 e del 50% per i disoccupati e cassintegrati.

Intervista a cura di Claudio Gherardini

The post METASTASIO: NUOVA STAGIONE TEATRALE ‘AD ALTO RISCHIO CULTURALE’ appeared first on Controradio.