Oltrarno, Verdi: “contro parcheggio selvaggio reintrodurre ztl”

Oltrarno, Verdi: “contro parcheggio selvaggio reintrodurre ztl”

Donella Verdi (Frs-SI): “L’assessore punta tutto sull’educazione ma invece occorre reintrodurre la ZTL notturna almeno nei fine settimana”.

“Per contrastare la sosta selvaggia e l’assalto al centro, l’Assessore Giorgetti punta tutto sull’educazione al comportamento verso chi crede che mettendo le doppie frecce possa parcheggiare in doppia fila” questa la risposta dell’assessore al Question Time sull’invasione delle auto nell’Oltrarno e nel Centro da parte di Donella Verdi di Firenze riparte a sinistra-Sinistra italiana.

“Con la fine della sperimentazione della ZTL estiva, che, a detta dell’amministrazione, aveva portato risultati positivi – continua Verdi – ha riproposto l’invasione delle auto con smog e aria irrespirabile, rendendo impossibile la vita di residenti e di chi lavora, con auto parcheggiate ovunque, dai marciapiedi, alle strisce pedonali, davanti ai garage, ai portoni di casa, occupando aree pedonali e abusivamente posti riservati ai residenti. Succede ogni giorno, come è successo il 21 ottobre, bloccando per oltre un’ora un bus in Via dei Serragli, o come venerdì scorso, con una lunga colonna di auto passo d’uomo”.

“Certo – prosegue – è importante, come lo è per tutto, fare campagne di educazione, come sostiene l’assessore, ma siamo di fronte ad una situazione, quella dell’assalto al centro, soprattutto nei fine settimana, che ha superato ogni limite e che dubitiamo fortemente possa essere risolta con una campagna di sensibilizzazione”.

“Stupiscono le affermazioni dell’Assessore, quando vediamo l’Amministrazione comunale impegnata massicciamente contro l’abusivismo commerciale, il bivacco, i daspo, le multe ai clienti delle prostitute. Non mi pare di aver visto campagne di sensibilizzazione. Pensare di bloccare l’assalto al centro con le campagne educative mi pare l’ennesima beffa verso la cittadinanza che chiede l’estensione della ZTL 24 ore su 24 tutti i giorni. Non si tratta di adottare provvedimenti repressivi ma semplicemente, come fatto nell’estate, di reintrodurre la ZTL notturna almeno nei fine settimana estendendola a tutto il sabato e la domenica per tutto l’anno e di prendere in seria considerazione quanto richiesto dalla cittadinanza, ovvero di introdurre la ZTL 24 ore su 24 tutti i giorni. Allora – conclude la consigliera Donella Verdi – avrebbe un senso una campagna di sensibilizzazione e di educazione per un cambiamento, orientando chi vuole raggiungere il centro in macchina a usare i parcheggi semivuoti e le aree di sosta esterne consentite. Solo così si potrà avere un giusto equilibrio tra il diritto alla quiete di chi ci risiede e chi vuole vivere la notte”.

L'articolo Oltrarno, Verdi: “contro parcheggio selvaggio reintrodurre ztl” proviene da www.controradio.it.

Firenze riparte a sinistra, fiorino d’oro a ‘venditore rose’ che ha salvato ragazza

Firenze riparte a sinistra, fiorino d’oro a ‘venditore rose’ che ha salvato ragazza

Il gruppo ha proposto di conferire l’onorificenza al bengalese che sabato scorso ha difeso una ragazza accerchiata da molestatori portandola via

“Il gruppo Firenze riparte a sinistra in Consiglio comunale ha depositato una mozione per chiedere al sindaco di conferire il Fiorino d’oro a colui che sabato scorso ha difeso la ragazza aggredita verbalmente e non solo da alcuni ragazzi in centro a Firenze: si chiama Hossain Alamgir, ha 58 anni, e da dodici anni ha lasciato il Bangladesh per scegliere Firenze come città dove vivere. Il gesto del ‘venditore di rose’, così lo ha definito la stessa ragazza su Facebook, rappresenta un gesto encomiabile di cui è stata data risonanza sulla stampa nazionale, dopo che purtroppo la Città di Firenze ha dovuto subire negli ultimi mesi l’eco pubblico delle efferate violenze nei confronti di donne e uomini che stavano svolgendo il proprio lavoro o che erano a Firenze per turismo, per motivi di studio o svago.”

“Abbiamo apprezzato molto che lo scorso anno il sindaco avesse deciso di assegnare il fiorino all’agente della Polizia Municipale che salvò, gettandosi in Arno, una ragazza che stava tentando il suicidio: oggi crediamo che Hossain possa rappresentare per il gesto spontaneo e disinteressato a difesa di una giovane ragazza importunata e offesa da terzi, il miglior esempio per chiunque si trovi ad assistere anche al solo tentativo di violenza o molestia.”

“Come la ragazza prima di congedarsi dopo aver subito la molestia ha deciso di regalargli una fototessera come ringraziamento per quanto aveva fatto, il Comune e la cittadinanza farebbero bene a dare questo riconoscimento a dimostrazione che così come la condanna contro i violentatori deve prescindere da nazionalità o ruolo nella società, anche i buoni esempi e i modelli da seguire possono avere la faccia di Hossain, essere un venditore di rose ed essere originario del Bangladesh.”

“Confidiamo nella volontà unanime di dare questo riconoscimento seppur simbolico e chiederemo al Consiglio e al sindaco di procedere speditamente in questa direzione. Certo, le brutte e drammatiche pagine degli ultimi mesi non potranno essere cancellate da questo gesto ma speriamo possa rappresentare un passo verso una sensibilizzazione e l’abbandono della indifferenza da parte di chi assiste a scene come quelle di sabato scorso che non sono altro che l’anticamera degli episodi di violenza fisica”.

L'articolo Firenze riparte a sinistra, fiorino d’oro a ‘venditore rose’ che ha salvato ragazza proviene da www.controradio.it.

A PALAZZO VECCHIO NESSUN RICORDO PER BARGELLINI: MANCA INTESA

bargellini Consiglio comunale Firenze

Non c’è stato in Consiglio comunale momento di ricordo per leader Movimento per la casa Bargellini: manca l’intesa. Sinistra: “ce lo aspettavamo, addio ad un uomo giusto e coerente.”

Per mancanza di un accordo comune tra i gruppi politici di Palazzo Vecchio non è stato svolto in Consiglio comunale di Firenze un momento di ricordo di Lorenzo Bargellini, leader del Movimento di lotta per la casa, scomparso ieri. In sede di conferenza dei capigruppo, secondo quanto appreso, non sarebbe stata trovata un’intesa tra le varie forze politiche, in particolare tra Fi, Fdi e M5s, sullo svolgimento del ricordo in Aula, che sarebbe dovuto essere affidato a una comunicazione della presidenza del Consiglio comunale.

“Grandissimo dispiacere ma nessuna sorpresa per il mancato ok, da parte di alcuni gruppi consiliari, alla comunicazione in ricordo di Lorenzo Bargellini, venuto a mancare ieri. Nessuna sorpresa perché Lorenzo era per molti un avversario temibile”. Lo affermano i consiglieri comunali di Firenze riparte a sinistra (Frs) Tommaso Grassi, Giacomo Trombi e Donella Verdi. “È però grandissimo il dispiacere – aggiungono in una nota – perché Lorenzo era un uomo giusto, con la G maiuscola, sempre dalla parte degli ultimi, dei reietti, dei senza casa della nostra e della sua città di Firenze, senza fare distinzioni di alcun tipo, che praticava con coerenza assoluta ed estrema il proprio perseguire la giustizia”.

I consiglieri annunciano la loro adesione “alle manifestazioni che verranno organizzate in ricordo di Lorenzo”, ed “essendo venuta a mancare la doverosa comunicazione istituzionale del consiglio comunale di Firenze, ci riserveremo di ricordare Lorenzo con una nostra comunicazione nel prossimo consiglio comunale del 12 giugno. Addio, Lorenzo, ci mancherai”, concludono.

The post A PALAZZO VECCHIO NESSUN RICORDO PER BARGELLINI: MANCA INTESA appeared first on Controradio.