Capotreno aggredita a Prato: sicurezza, oggi sciopero regionale

Capotreno aggredita a Prato: sicurezza, oggi sciopero regionale

Oggi 19 Settembre, dalle ore 9.01 alle 17.00, sciopero regionale del personale Mobile, addetti alla Circolazione, Assistenza e Biglietterie e il personale di Protezione Aziendale di Trenitalia ed Rfi.

Dopo l’aggressione avvenuta nella giornata di domenica scorsa a Prato, dove la capotreno è stata aggredita da due ragazze, riportando la frattura del naso e un’infrazione di una costola, mentre stava svolgendo le attività di controllo biglietti a bordo treno, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl Reti, Uiltrasporti, Fast Mobilità, Ugl Trasporti, Orsa hanno annunciato uno sciopero regionale. Lo sciopero avverrà oggi 19 Settembre, dalle 9.01 alle 17.00, del personale Mobile, addetti alla Circolazione, Assistenza e Biglietterie e personale di Protezione Aziendale di Trenitalia ed Rfi.

Le misure messe in atto per contrastare il fenomeno delle aggressioni a danno dei ferrovieri risultano insufficienti a togliere dall’isolamento in cui si trova chi svolge queste attività, sprovvisto degli strumenti ed il supporto necessari per affrontare le violenze personali, fisiche o verbali che siano, che troppo spesso li colpiscono. I treni e le stazioni non possono diventare un luogo di scontro e di violenza e noi continueremo a mettere in campo qualsiasi azione necessaria per tutelare chi lavora e chi viaggia sui treni” riportano i sindacati.


“Un fenomeno straordinario che colpisce lavoratori e cittadini – continuano – e che come tale va affrontato, mettendo in campo misure non convenzionali per arginare il problema. La Società, tralasciando i bilanci, deve fare tutto quanto il possibile per garantire l’incolumità dei suoi dipendenti”.

Le richieste dello sciopero sono “maggiore sicurezza e sollecitazione a interventi rapidi e utili a risolvere la problematica delle aggressioni che preoccupano e condizionano da troppo tempo i lavoratori che chiedono di poter svolgere le loro attività di controllo ma anche di accoglienza e di informazione agli utenti nella massima serenità.”

L'articolo Capotreno aggredita a Prato: sicurezza, oggi sciopero regionale proviene da www.controradio.it.

Ferrovie Toscana, sindacati: “su appalti pulizie aprire confronto Regione-Fs”

Ferrovie Toscana, sindacati: “su appalti pulizie aprire confronto Regione-Fs”

Questa la richiesta dei sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti presentata all’assessore Ceccarelli durante presidio a Novoli: “almeno 100 posti lavoro a rischio per appalti massimo ribasso.”

Aprire un confronto che impegni Regione Toscana e Gruppo Fs a garantire l’occupazione negli appalti delle pulizie e servizi accessori sulle linee del trasporto ferroviario regionale. E’ la richiesta, si legge in una nota, che Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno presentato oggi all’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, che ha ricevuto una delegazione sindacale durante il presidio svoltosi davanti alla sede della Regione, in via di Novoli, in occasione dello sciopero di 24 ore in corso fino alle 22 di questa sera.

Ceccarelli, affermano i sindacati, ha recepito le richieste e si è impegnato a coinvolgere Gianfranco Simoncini, consigliere del presidente Enrico Rossi per le problematiche del lavoro, e a sollecitare Trenitalia perché al più presto si arrivi ad un incontro che consenta di affrontare nel complesso la vicenda, in un settore che occupa circa 700 lavoratori e dove “almeno un centinaio di posti sono a rischio tagli – lamentano le tre sigle – anche a causa di una miriade di appalti, spesso aggiudicati al massimo ribasso, nonostante il nuovo Codice degli Appalti”. Ai sindacati è arrivata anche una convocazione da parte della Prefettura ad un tavolo di conciliazione per martedi 18 luglio.

L'articolo Ferrovie Toscana, sindacati: “su appalti pulizie aprire confronto Regione-Fs” proviene da www.controradio.it.

FERROVIE, SINDACATI: “APPALTI TOSCANI A RISCHIO: VOGLIAMO GARANZIE”

ferrovie trasporti proposte Fs regionali

“A rischio i lavoratori e la qualità servizi sui treni” mettono in guardia Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti. “Appalti settore pulizie e servizi accessori frammentarie: chiediamo confronto con Trenitalia e Regione.”

“Ennesimo momento di preoccupazione fra i lavoratori degli appalti ferroviari in Toscana. A rischio c’e l’occupazione e la qualità del servizio offerto agli utenti che utilizzano i treni. I settori delle pulizie e dei servizi accessori dei treni hanno subito molte variazioni organizzative negli ultimi anni che hanno determinato una già considerevole perdita di posti di lavoro”. Lo affermano Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti.”Negli ultimi anni abbiamo assistito a un’emorragia occupazionale, chiediamo che la Regione si faccia parte attiva nella gestione del settore.” Il 12 e 13 luglio sarà sciopero regionale del comparto.

“Oggi – affermano – l’occupazione e calibrata sulle attività necessarie agli standard di qualità richiesti, ma tuttavia assistiamo alla costruzione di gare di appalto, talvolta senza il riconoscimento della clausola sociale, che tendono a frammentare le attività, producendo diseconomie e ricadute negative sui livelli occupazionali, restringendo strumentalmente il perimetro delle attività messe a gara ed escludendo da esso lavorazioni necessarie, al solo scopo di ridurre i costi ufficiali. Abbiamo chiesto da tempo un confronto con Trenitalia e la Regione Toscana che da anni investe notevoli risorse sul trasporto su ferro, ma ci scontriamo costantemente con le indisponibilità di tali soggetti. In Toscana ci sono le condizioni per mettere in sicurezza il settore anche attraverso la costruzione di un confronto serio con tutti i soggetti che in questo settore operano sia come committenti che come appaltatori. Chiediamo quindi alla Regione che si faccia parte attiva nella gestione del settore nel rispetto del servizio che essa stessa richiede e nel rispetto delle condizioni di lavoro di chi vi opera”.

The post FERROVIE, SINDACATI: “APPALTI TOSCANI A RISCHIO: VOGLIAMO GARANZIE” appeared first on Controradio.