Follonica la fabbrica racconta storie

Follonica la fabbrica racconta storie

🔈Una fabbrica può diventare uno scrigno di storie e una casa della memoria.

È quello che accadrà il 20 e 21 ottobre a Follonica, dove nello spazio della ex fabbrica della Ilva, recuperato a giardini, sale polivalenti e Museo Magma si svolgerà “Fabbricastorie”, una due giorni di incontri organizzati da Magma Follonica in collaborazione con Irta Leonardo nell’ambito del progetto di censimento e valorizzazione degli archivi del mondo dell’impresa e del lavoro in Toscana, finanziato dalla Regione.

Assieme ai documenti e le tante fonti orali – importantissime, storie di carbonai e di migranti – sono state raccolte anche fotografie. Il museo Magma già ne possedeva 250 e al momento ne sono state acquisite e organizzate altre mille provenienti da archivi privati e familiari. Parallelamente sono stati organizzate proiezioni, mostre e incontri per approfondire la conoscenza e valorizzare la “rete del ferro” italiana e europea. E’ stata avviata anche un’attività di riordino dell’archivio della Guardia forestale.

Il perché di Follonica è presto spiegato. Nella città grossetana la lavorazione del ferro è di casa fin dal Cinquecento, quando gli Appiani, signori di Piombino, fecero costruire una ferriera. Il culmine fu raggiunto nel diciannovesimo secolo, epoca in cui Leopoldo II di Lorena ampliò e ristrutturò gli impianti che già esistevano; e fu allora che nacque una nuova fonderia, progettata e realizzata assieme a nuove strade e abitazioni: un piccola Ilva, abbandonata negli anni Sessanta ma risorta dalle ceneri negli ultimi anni, con il contributo anche della Regione e reinventatasi come un museo futuribile e uno spazio ricreativo, culturale ma anche dedito alla ricerca. Uno spazio che recupera la capacità di ricordare, che è poi il tema anche della due giorni del 20 e 21 ottobre. “Un unico filo narrativo – sintetizza Barbara Catalani, assessore alla cultura di Follonica – che viaggia per tempi e spazi diversi, dal golfo di Baratti, la Val di Cornia e la siderurgia etrusca fino all’Austria, passando la Val di Trompia a Brescia e la montagna pistoiese, da dove arrivarono a metà dell’Ottocento molti operai”. Tutti uniti dalla lavorarazione della ghisa.

Un tema caro anche alla Soprintendenza archivistica e bibliografica toscana, che sull’archeologia industriale e del lavoro e delle imprese più in generale, anche agricole, come ricorda per l’ente Luca Faldi, ha già effettuato alcuni interventi mirati. A partire dall’amiatino, con la raccolta di documenti e attraverso interviste video preziose memorie orali.

Claudio Gherardini ha intervistato la vice presidente della Toscana ed assessore alla cultura Monica Barni:

L'articolo Follonica la fabbrica racconta storie proviene da www.controradio.it.

Allagamenti ad Arezzo e nel Grossetano

Allagamenti ad Arezzo e nel Grossetano

In Toscana, a causa dei forti temporali nella notte, i Vigili del Fuoco segnalano che ci sono stati allagamenti nelle province di Arezzo e Grosseto.

Ad Arezzo numerosi interventi per allagamenti in ambito cittadino, mentre a Grosseto, dove è stato trattenuto in servizio il turno smontante, si segnalano un centinaio di richieste di soccorso dalla zona di Follonica dove ci sono scantinati allagati e veicoli bloccati nei sottopassi.

I vigili del fuoco di Grosseto si stanno spostando su Follonica per accertare che all’interno di un’auto rimasta sommersa in un sottopasso da circa due metri d’acqua, non vi sia nessuno all’interno. AGGIORNAMENTO: I sommozzatori del nucleo di Grosseto hanno terminato, con esito negativo, la verifica sulle auto rimaste sommerse dall’acqua in un sottopasso a Follonica.

Nelle ultime 24 ore i vigili del fuoco, in Toscana, hanno effettuato complessivamente 309 interventi di soccorso.

L'articolo Allagamenti ad Arezzo e nel Grossetano proviene da www.controradio.it.

IL “GREY CAT FESTIVAL” ACCENDE LA MAREMMA SULLE NOTE DEL JAZZ

Grey Cat Festival

Torna la 23esima edizione del prestigioso “Grey Cat Festival”: dal 1 al 20 Agosto da Grosseto a Follonica, da Scarlino a Castiglion della Pescaia eventi e concerti con alcuni tra i maggiori artisti sulla scena internazionale.

Con ventitre edizioni alle spalle Grey Cat si presenta come una delle manifestazioni più prestigiose e longeve nel quadro nazionale dei festival di musica jazz. Ne è uno dei punti di forza l’armonico inserimento nel territorio maremmano, con la capacità di coinvolgimento del territorio, avendo interessato nei suoi anni di attività, oltre ad i Comuni di Grosseto e Follonica – tradizionali sedi di una importante parte delle iniziative – anche i comuni di Roccastrada, Scarlino, Arcidosso, Monte Argentario, Capalbio, Castiglione della Pescaia, Massa Marittima, Pitigliano, caratterizzandosi di fatto come un sistema in rete, volto a realizzare un importante equilibrio tra proposta di qualità e razionalizzazione delle energie ed aspettative presenti sul territorio.

rea-2-e1496323101683

Le ultime edizioni hanno visto la partecipazione di importanti artisti di livello internazionale e nazionale ed un nutrito programma di produzioni originali tra cui l’omaggio a Michel Petrucciani che, su ideazione di Stefano “Cocco” Cantini, direttore artistico del Festival, da anni costituisce un forte momento di identità di Grey Cat. Dal 2007 il festival propone un’appendice invernale: arte, musica, mostre, sempre in location particolari e ricche di storia.

RB_Mandekan_Cubano1_Rebecca_Meek-Copia-e1495790387697

Il cartellone parte il 1 Agosto a Gavorrano nel Grossetano presso la Rocca di Frassinello dove alle 20 si esibirà Danilo Rea al piano. Le improvvisazioni di Rea spaziano su qualsiasi repertorio: dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera. Il tutto sarà condito da una degustazione  alla Cantina e aperitivo con i vini di Rocca di Frassinello, di salumi e formaggi locali. Mercoledì 2 Agosto si continua al Teatro all’aperto Le Ferriere di Follonica con Richard Bona e il Mandekan Cubano: un concentrato di energia, in cui si esplora l’alchimia di ritmi africani a Cuba. Sempre presso il teatro Le Ferriere Sabato 5 Agosto alle 21:30 è la volta di uno dei maggiori sassofonisti della scena jazz e non solo: Kevin Garrett. Domenica 6 Agosto è invece la volta di Gegè Telesforo, cultore della musica nera, polistrumentista, compositore, ma anche produttore discografico, conduttore radiotelevisivo ed entertainer, che si esibirà alle 21:30 a Piazza Silvieri di Follonica.

Grey Cat

Martedì 8 Agosto Enrico Rava si esibirà con la sua band presso il teatro all’aperto La Ferriere di Follonica. Posto Unico 18/16€ + d.p. L’inedito quartetto “Linee di Demarcazione” si esibirà presso il Castello di Scarlino a Scarlino Mercoledì 9 Agosto. Posto Unico € 15/13. Venerdì 11 Agosto, invece, è la volta di Barbara Casini e iil Duo Taufic a Piazza del Museo Archeologico di Vetulonia alle 21:30. Ingresso libero. Ospite d’eccezione Sabato 12 Agosto presso il Castello di Scarlino alle 21:3: Antonella Ruggiero e il suo trio porteranno in scena un repertorio che spazierà dagli Anni ’30 agli Anni ’50, attraversando il musical di Broadway, ma anche il fado portoghese, il repertorio cubano, la canzone francese, il tango argentino e il repertorio italiano. Posto unico 18/16 € + d.p. Si continua Domenica 13 alle 21:30 presso il Teatro delle Rocce a Gavorrano con la The Art Ensemble di Chicago. Posto unico € 20/18 + d.p. I “Musica Nuda” invece, presenteranno il loro nuovo album “Leggera” Lunedì 14 presso Villa Ginori Conti a Castelnuovo Val di Cecina alle 21:30.

Spinetti_Magoni_PH_Massimo_Zannoni01

Le note di Jimi Hendrix infiammeranno il Ferragosto  con la “Purple Whales” presso il Museo S. Pietro all’Orto a Massa Marittima. Posto unico € 5. Mercoledì 16 Agosto è la volta del “Raffaele Pallozzi Trio” presso il parco Fonte di Vandro a Sassofortino alle 21:30. Ingresso Libero. Alla Rocca degli Alberti di Monterotondo Marittimo Stefano Scalzi si esibirà Giovedì 17 Agosto alle 21:30. Mercoledì 19 Agosto, invece, alle 21:30 il Cassero Senese di Grosseto si animerà sulle note di Francesco Bearzatti e della Tinissima Quartet. Posto Unico € 15/13. Infine, si chiude questa edizione con l’esibizione del “Roberto Gatto Quartet” Domenica 20 Agosto presso il Cassero Senese di Grosseto alle 21:30. Posto Unico € 15/13.

 

 

The post IL “GREY CAT FESTIVAL” ACCENDE LA MAREMMA SULLE NOTE DEL JAZZ appeared first on Controradio.