Nubifragio Livorno: Bocelli dedica Ave Maria a vittime

Nubifragio Livorno: Bocelli dedica Ave Maria a vittime

Ha aperto così il suo concerto  sul palco del ”Verdi” di Pisa  eseguito per la prima volta sotto la direzione di un robot.

Un appuntamento unico nel suo genere che il tenore di Lajatico ha aperto con l’Ave Maria di Schubert per rendere omaggio, accompagnato al violino da Brad Repp, alle vittime dell’alluvione di Livorno.

Un extra programma molto toccante per il concerto di beneficenza promosso dalla Fondazione Arpa, nell’ambito del primo festival internazionale della robotica di Pisa. La Celtic Harp Orchestra del maestro Fabius Constable ha trasportato il pubblico in un viaggio nelle atmosfere e nelle sonorità del folk celtico, gaelico scozzese ed irlandese riletto in chiave ”sinfonica”.

Per la prima volta in assoluto, un robot cooperativo ha debuttato come direttore d’orchestra. Si tratta di YuMi, prodotto dalla Abb e programmato con l’aiuto del maestro Andrea Colombini per contribuire alla direzione dell’orchestra. YuMi ha accompagnato Bocelli, che è anche presidente onorario della Fondazione Arpa, e la soprano Maria Luigia Borsi con la supervisione, durante la serata, dello stesso Colombini.

Il robot ha diretto l’orchestra Filarmonica di Lucca in tre brani dei diciotto in programma: l’intermezzo di ”Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni, l’aria ”O mio babbino caro” dal ”Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini e ”La donne è mobile” dal ”Rigoletto” di Giuseppe Verdi.

L'articolo Nubifragio Livorno: Bocelli dedica Ave Maria a vittime proviene da www.controradio.it.

Robotica: a Pisa il primo festival internazionale

Robotica: a Pisa il primo festival internazionale

La robotica in tutte le sue declinazioni è la protagonista del primo festival internazionale ospitato in Italia, a Pisa, dal 7 al 13 settembre, nella città che vanta una delle più alte concentrazioni al mondo di addetti e di attività di ricerca, sviluppo, applicazione di sistemi robotici.

In programma seminari, convegni, dimostrazioni, mostre, esibizioni artistiche, laboratori didattici per gli studenti (a partire dalle scuole elementari) per garantire una panoramica completa e aggiornata sulla ricerca, sulla produzione, sulle applicazioni della robotica.

L’iniziativa è di Fondazione Arpa, Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, Centro di Ricerca “E.Piaggio” dell’Università di Pisa, Comune di Pisa. Tra i co-promotori scientifici Scuola Superiore Sant’Anna, Università di Pisa, Scuola Normale Superiore, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Irccs Stella Maris, Centro di eccellenza Endocas dell’Università di Pisa.

Fra gli eventi quelli dedicati all’arte e allo spettacolo, all’insegnamento dei chirurghi, allo sport e al superamento delle disabilità, all’industria, al rapporto con l’etica e con la regolazione normativa, al miglioramento della logistica farmaceutica, alla cooperazione umanitaria e alla solidarietà, per contribuire a vincere le diseguaglianze. Nel panel dei relatori scienziati, intellettuali, artisti che presenteranno alcuni dei progetti che avranno un alto impatto per migliorare la vita dell’uomo.

In occasione della cerimonia inaugurale del 7 settembre e dei due concerti in programma al Teatro Verdi di Pisa è prevista la presenza di robot sul palcoscenico per collaborare con gli artisti e con i direttori dell’orchestra. La giornata del 12 settembre sarà invece dedicata agli investitori.

“Il festival nella formula proposta per questo suo primo anno – sottolinea Franco Mosca, presidente della fondazione Arpa, organizzatore e principale sostenitore, professore emerito dell’Università di Pisa e direttore del festival – appare come lo sviluppo di una manifestazione progettata anni addietro da Paolo Dario, direttore dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna.

Con la condivisione di tutte le componenti che nel”area Pisana si occupano di robotica è nata l’ampia, articolata e ambiziosa formula attuale. Superando paure, diffidenze e sospetti il festival mira a trasmettere un convincente messaggio positivo: la robotica si pone al servizio dell’umanità, capace di migliorare la vita delle persone affrancandole da tante incombenze, rendendo per loro praticabili ampi spazi per pensare, ideare, creare un nuovo mondo”.

L'articolo Robotica: a Pisa il primo festival internazionale proviene da www.controradio.it.