Arriva il bus per le mostre d’Arte. Raggiungi il Forte di Belvedere con la linea FB!

A Firenze arriva ‘il bus delle mostre d’arte: nasce la linea Ataf Fb, che collega il centro storico con le colline di Firenze e in particolare con il Museo Stefano Bardini, il Forte di Belvedere e Villa Bardini, sedi di esposizioni. L’iniziativa è del Comune di Firenze, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e con Mus.e.

Dal 18 luglio al 1 ottobre un bus Ataf farà 15 coppie di corse al giorno – una ogni 30 minuti – dalle 10 alle 19 dal martedì alla domenica. Un capolinea sarà in piazza Pitti, l’altro al Forte di Belvedere. La nuova linea ‘Fb’ è stata pensata per offrire un servizio ai fiorentini e turisti che desiderano visitare la mostra ‘Ytalia. Energia Pensiero Bellezza’, al Forte di Belvedere fino al 1 ottobre, e l’esposizione ‘Lloyd. Paesaggi toscani del Novecento’, che si apre il 14 luglio a Villa Bardini. L’inaugurazione della linea ‘Fb’ sarà il 18 luglio alle ore 8:30, al capolinea di piazza Pitti, alla presenza del sindaco di Firenze Dario Nardella e del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze Umberto Tombari.

 

FIRENZE, FORTE BELVEDERE TRASFERITO DAL DEMANIO AL COMUNE

Forte belvedere a pagamento

Approvato in giunta un progetto esecutivo per adeguamenti strutturali del Forte per 280 mila euro. Tra questi il graduale spostamento archivi Biblioteca Nazionale.

Il Forte di Belvedere, attualmente di proprietà del demanio, sarà trasferito a breve al Comune di Firenze. Tra i cambiamenti che l’immobile subirà, è stato oggi approvato in giunta il progetto esecutivo degli adeguamenti e del restauro della palazzina medicea che prevede tra l’altro il graduale spostamento degli archivi della Biblioteca nazionale per rendere gli spazi più funzionali per le mostre. Oltre a questa delibera la giunta ha approvato altri progetti di manutenzione e restauro di musei e beni immobili per un totale di oltre un milione e 300 mila euro. Il progetto relativo al Forte di Belvedere ha un costo di 280 mila e prevede anche il restauro degli intonaci e degli elementi lapidei esterni, nonché adeguamenti interni.

Lo scorso 22 maggio proprio Forte Belvedere era tornato a pagamento attraverso l’ok del consiglio comunale che aveva approvato la delibera che prevedeva la ‘Forte di Belvedere card’ a 2 euro per tutti i residenti della città metropolitana che consentirà l’ingresso al Forte di Belvedere per tutto il periodo di Ytalia, in mostra fino al primo ottobre. La card è una tessera nominale che viene rilasciata a tutti i fiorentini insieme all’acquisto del primo biglietto e dà diritto all’ingresso gratuito al Forte per tutta la durata della mostra.Il sindaco Dario Nardella, si era espresso intervenendo in aula durante il dibattito sulla delibera, ricordando quel che la giunta ha fatto in questi anni “uno sforzo straordinario sulla cultura” e la fase di passaggio dal demanio avvenuto nella giornata di oggi “i costi gestionali sono destinati ad aumentare”, oltre a quelli già ingenti per la sicurezza del monumento.

The post FIRENZE, FORTE BELVEDERE TRASFERITO DAL DEMANIO AL COMUNE appeared first on Controradio.

YTALIA: 2 giugno – 1 ottobre 2017

Firenze, 2 giugno – 1 ottobre 2017

Si chiamerà “YTALIA. Energia Pensiero Bellezza” la grande mostra di arte contemporanea promossa dal Comune di Firenze e organizzata da MUS.E. L’esposizione avrà come sede principale il Forte di Belvedere ma coinvolgerà altre importanti sedi museali cittadine, tra cui le Gallerie degli Uffizi, Palazzo Vecchio, Palazzo Pitti, il Giardino di Boboli, la basilica di Santa Croce, il Museo Novecento, il Museo Marino Marini.

Gli artisti presentati saranno Giovanni Anselmo, Marco Bagnoli, Domenico Bianchi, Alighiero Boetti, Gino De Dominicis, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Mario Merz, Nunzio, Mimmo Paladino, Giulio Paolini e Remo Salvadori.

“Ytalia” è un grande e ambizioso progetto che vive Firenze come un unico grande e diffuso sistema di arte contemporanea, per mettere in scena un dialogo tra patrimonio storico artistico di conclamata bellezza con i segni e le forme dell’arte del secondo Novecento e del presente: realtà quotidiana e metafisica, elementi naturali e nuove mitologie, tutti temi che si ritrovano nella poetica e nelle opere degli artisti selezionati.

Una “invasione” nella città del Rinascimento che mira a riportare all’attenzione del grande pubblico internazionale l’arte contemporanea italiana.

La mostra è ideata e curata da Sergio Risaliti (già direttore artistico di mostre come quelle personali di Giuseppe Penone, Antony Gormley, Jan Fabre e Alighiero Boetti).

 

In onda su SkyArte il documentario “Jan Fabre. Spiritual Guards”

 

Andrà in onda su SkyArte Hdil 26 luglio alle 19.45, il documentario “Jan Fabre. Spiritual Guards”dedicato all’omonima mostra fiorentina.

Il film, prodotto da Aut Aut e diretto da Lorenzo Scurati, attraverso immagini e interviste inedite mette in luce i grandi temi cari a Jan Fabre, il legame stretto tra le opere dell’artista belga e la città di Firenze, il dialogo serrato tra Rinascimento e contemporaneo. La mostra, dislocata tra Piazza della Signoria, il Forte di Belvedere e Palazzo Vecchio sarà visitabile fino al prossimo 2 ottobre. Il documentario, dopo la prima messa in onda, sarà periodicamente trasmesso in replica.

 

Jan Fabre. Spiritual Guards
SKY ARTE HD (canali 120 e 400 di Sky)
26 Luglio 2016, ore 19.45

Scritto da Melania Rossi e Lorenzo Scurati
regia: Lorenzo Scurati
fotografia: Adriano Galli
montaggio: Marco Rovetto
produzione: Aut Aut

 

Qua un’anticipazione del film