RAPINATORE UCCISO, ROSSI: “STATO TUTELI CHI SI DIFENDE”

Rossi Stato tuteli chi si difende Aprile liberazione

“Non vorrei un paese dove si fanno le sparatorie per strada” ha specificato Rossi, “ma chi si difende deve essere tutelato in modo giusto.”

“Queste persone che reagiscono, lo Stato deve evidentemente tutelarle nelle forme e nei modi che sono le più corrette”, ma “non vorrei un paese dove si fanno le sparatorie per le strade”. Lo ha detto Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, sul caso del rapinatore ucciso a Pisa.

“Non penso che per ogni episodio di questo tipo si possa riaprire una discussione sulla legittima difesa”, ha aggiunto il governatore, secondo cui “non c’è nulla che valga più della vita di una persona”, e tuttavia “chi si difende in modo legittimo ha diritto anche a non subire poi una serie di vicende personali, che capisco producano sentimenti di amarezza: la politica che strumentalizza questo secondo me commette un errore. Si può ragionare su tutto, ma attenzione a non smarrire una sequenza di priorità”.

Secondo Rossi ci vuole “un Paese dove lo Stato magari garantisce più presenza di forze di polizia, più carabinieri sulle strade, assume decine di migliaia di giovani e fa sentire i commercianti e i cittadini maggiormente tutelati là dove ci sono situazioni di difficoltà”, per cui “si combatta l’evasione fiscale e si assumano più forze di polizia”.

The post RAPINATORE UCCISO, ROSSI: “STATO TUTELI CHI SI DIFENDE” appeared first on Controradio.