Lucca, atto vandalico: distrutti resti ossei di due sepolture

Lucca, atto vandalico: distrutti resti ossei di due sepolture

Grave atto vandalico nel centro storico durante il week-end: distrutti i resti ossei di due sepolture rinvenute in piazza San Giovanni Leonardi.

A causa dell’atto vandalico, parte in salita l’indagine archeologica relativa al progetto dell’isola ecologica interrata che Sistema Ambiente vorrebbe realizzare nell’area di piazza San Giovanni Leonardi, nel centro storico di Lucca.

L’assessore alla Sicurezza Francesco Raspini ha reso noto che nel week end fra venerdì
25 e lunedì 28 agosto ignoti vandali hanno profanato due delle sei sepolture rinvenute dal
team di esperti diretto dall’archeologa Elisabetta Abela, distruggendo i resti ossei in esse
contenuti. Resti che, fatalmente, sono andati dispersi.

Dopo aver sospeso i lavori di scavo intorno alle 17 di venerdì scorso, la dottoressa Abela,
che è delegata a questa campagna archeologica dalla Soprintendenza Belle Arti e
Paesaggi delle province di Lucca e Massa Carrara, ha chiuso il cantiere, che è stato
riaperto dalla stessa archeologa lunedì mattina, in presenza del personale della
C.E.L.F.A. srl, la ditta incaricata dei lavori. Immediata la scoperta dell’atto vandalico: ignoti
si sono introdotti all’interno del cantiere e, dopo aver alzato il telo di copertura, hanno
distrutto i reperti pertinenti a due delle sei sepolture rinvenute.

Il cantiere con gli scavi ha avuto inizio lunedì 21 agosto e durante le indagini sono emerse
sei sepolture in fossa terragna, semplice fossa in terra di forma rettangolare, quattro delle
quali posizionate all’interno dell’area interessata. Fra il 24 e il 25 agosto sono stati
individuati i resti scheletrici relativi a tre individui adulti, verosimilmente di epoca
medievale.

Il fatto, naturalmente, è stato immediatamente denunciato ai Carabinieri della Stazione di
Cortile degli Svizzeri, dove Elisabetta Abela, assieme alla delegata di Sistema Ambiente,
geometra Laura Marraccini, ha sporto querela contro ignoti per danneggiamento
aggravato, riservandosi di costituirsi parte civile per il riconoscimento del danno nel
procedimento penale che seguirà all’individuazione dei responsabili.

Durissima la presa di posizione dell’assessore Raspini: “Purtroppo è difficile difendersi da atti del genere, che seppure con ogni probabilità riconducibili a una ragazzata, sono comunque gravissimi e denotano inciviltà, arretratezza culturale, nonché un assoluto disinteresse verso il bene pubblico”.

Intanto, nei prossimi giorni, Sistema Ambiente istituirà un servizio di sorveglianza h24, fino
alla catalogazione e rimozione dei reperti rinvenuti.

L'articolo Lucca, atto vandalico: distrutti resti ossei di due sepolture proviene da www.controradio.it.

Settembre Lucchese 2017: un richiamo della tradizione

Settembre Lucchese 2017: un richiamo della tradizione

L’edizione del 2017 di Settembre Lucchese prevede un intero mese dedicato alla tradizione cittadina fra cultura, musica, sport e solidarietà. Inizia il 26 agosto con la Notte bianca.

Settembre, il mese che da sempre è sinonimo di grande vitalità per Lucca, il periodo di maggior richiamo sia per i turisti che per i cittadini.

Molteplici anche quest’anno gli appuntamenti. Tra questi: la notte bianca, la fiera di Borgo Giannotti e lo storico concerto dei Rolling Stones del 23 settembre sugli spalti delle mura. Il clou del Settembre Lucchese si toccherà ovviamente nei giorni del 13 e 14, con la tradizionale luminara, seguita dallo spettacolo pirotecnico e, il giorno successivo, la Solenne pontificale della Santa Croce.

Anche il Settembre Lucchese sarà un ulteriore, piccolo passo, compiuto nella direzione di realizzare, nei prossimi cinque anni, l’obiettivo della città “diffusa”. È questa l’impronta con cui il sindaco Alessandro Tambellini ha voluto caratterizzare, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Palazzo Orsetti, la presentazione del calendario del Settembre di quest’anno. Un’impronta marcata, che nasce da un’idea forte: quella che contraddistingue l’insieme dei progetti e lo stesso programma di governo con cui nel giugno scorso l’attuale sindaco di Lucca si è presentato al giudizio degli elettori.

L’attenzione al territorio “diffuso” si è simbolicamente manifestata con la presenza, alla conferenza stampa, dei rappresentanti di due associazioni che organizzano importanti manifestazioni all’esterno del centro storico: il Castello di Nozzano e il Comitato paesano di Aquilea. Due fra le decine e decine di associazioni che collaborano con proprie iniziative al Settembre Lucchese. Presenti alla conferenza stampa, anche l’assessore alla Cultura, Stefano Ragghianti, la vice presidente della Fondazione Crl, Lucia Corrieri Puliti, e la presidente dell’Associazione Lucchesi nel Mondo, Ilaria Del Bianco.

Come ogni anno tutto è ormai pronto per l’avvio della manifestazione che, come tradizione, è promossa e organizzata dal Comune e che vede numerose associazioni di volontariato impegnate nell’organizzazione di tutta una serie di eventi che andranno ad animare la città.

L’edizione apre le danze con la Notte Bianca del 26 agosto, che prevede diversi eventi e manifestazioni nella città di Lucca.

In occasione di questa serata, è stata firmata un’ordinanza per vietare la somministrazione degli alcolici dopo le 2 di notte e vietare la vendita, per l’asporto, di bevande in contenitori di vetro e lattine dalle 18 del sabato alle 6 di domenica 27. Lo annunciano gli assessori comunali Valentina Mercanti (attività produttive) e Francesco Raspini (pubblica sicurezza).

“Il particolare momento storico che stiamo vivendo – commentano Mercanti e Raspini
impone di adottare misure di sicurezza che siamo tenuti ad osservare. Vogliamo che la
Notte Bianca sia la festa di tutta la città, un momento aggregativo trasversale che unisce
bambini, adulti, giovani e giovanissimi”.

Gli esercizi commerciali del centro storico e della circonvallazione, anche mobili, non
potranno vendere bevande da asporto in contenitori di vetro o lattine dalle 18 di sabato 26
fino alle 6 del mattino successivo. Rimane comunque la possibilità per i medesimi di
somministrare le bevande, anche in contenitori di vetro o latta, purché ciò avvenga
all’interno dei locali o nelle apposite aree attrezzate esterne. A partire dalle 2 di notte,
invece, sarà proibito somministrare alcolici.

Firmate, inoltre, l’ordinanza per la deroga al rumore in occasione della Notte Bianca e, come tutti gli anni, anche quella che riguarda l’area del Luna Park (via delle Tagliate, via
Carlo Del Prete e via Barsanti e Matteucci), dove sarà vietato somministrare alcolici e
vendere lattine e bottiglie di vetro dopo le 22.

Programma completo su: www.comune.lucca.it,  www.turismo.lucca.it

 

L'articolo Settembre Lucchese 2017: un richiamo della tradizione proviene da www.controradio.it.