Donzelli a processo per diffamazione padre di Luca Lotti

Donzelli a processo per diffamazione padre di Luca Lotti

Gip Firenze rinvia a giudizio consigliere Fdi.

Il gip di Firenze Alessandro Moneti ha rinviato a giudizio il consigliere regionale toscano di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli con l’accusa di diffamazione di Marco Lotti, padre dell’attuale ministro allo Sport Luca Lotti. La prima udienza del processo è fissata per il 14 maggio 2018.

Nel settembre 2015 Donzelli presentò alla stampa, e poi anche in un’interrogazione in Consiglio regionale, una serie di carte relative alla concessione di un mutuo da 697mila euro da parte della Bcc di Pontassieve ad una azienda della famiglia di Tiziano Renzi.

Parere positivo all’erogazione del mutuo era stato firmato da Marco Lotti, allora responsabile aziende dell’istituto di credito, che poi querelò Donzelli perchè aveva collegato la vicenda all’assunzione del figlio Luca in Palazzo Vecchio quando Matteo Renzi era sindaco.

Oggi all’udienza preliminare erano presenti sia Marco Lotti che Donzelli, difeso dagli avvocati Francesco Michelotti e Benedetta Bindi che hanno messo in risalto l’esercizio delle funzioni di consigliere regionale svolte dall’esponente di Fratelli d’Italia. Marco Lotti si è costituito parte civile: secondo quanto si apprende, non intende commentare la decisione del gip contro la quale i difensori di Donzelli hanno invece ipotizzato il ricorso ‘in altra sede’.

La risposta di Donzelli in un video pubblicato su facebook: “Il processo sarà la migliore occasione per raccontare con ancora più forza questa vicenda, e per andare fino in fondo, perchè forse a dover rispondere di questi soldi pubblici spesi in questo modo deve essere qualcun altro e non il sottoscritto”.

Nel video Donzelli ripercorre la vicenda e l’interrogazione da lui presentata dove veniva sollevato il problema dei “debiti contratti dalla famiglia Renzi e ripianati con i soldi pubblici: la Regione è stata costretta a dire che avevo ragione. Quel mutuo era stato concesso dal padre del ministro Lotti al babbo di Matteo Renzi”.

“Il 14 maggio finalmente ci sarà un processo su questa vicenda ma il dettaglio è che, purtroppo, a processo ci andrò io. Secondo loro è diffamazione… ma il mutuo?”, aggiunge Donzelli mostrando il documento con le firme apposte.

“Per fare il mio dovere e per portare la trasparenza, sono pronto a correre qualsiasi rischio perchè è un mio dovere, i cittadini infatti mi pagano per questo”, conclude l’esponente di Fdi.

L'articolo Donzelli a processo per diffamazione padre di Luca Lotti proviene da www.controradio.it.

Primario Careggi in sala operatoria ma in realtà è assente

Primario Careggi in sala operatoria ma in realtà è assente

La verifica e l’incrocio dei dati presenti nei sistemi informatici dell’Azienda ospedaliera e universitaria di Careggi “ha evidenziato alcune incongruenze che sono state subito contestate dalla Direzione al professionista richiedendo una specifica relazione e riservandosi, qualora ne ricorrano i presupposti, di inviare i risultati della verifica all’Autorità Giudiziaria competente”.

E’ quanto dice in una nota l’Aou del policlinico di Firenze dopo la denuncia del consigliere regionale Giovanni Donzelli (Fdi) che aveva aveva parlato di “un noto professionista” che, in alcune occasioni, sarebbe “risultato presente in sala operatoria senza esserci”. Una conferma, quindi, a quanto anticipato negli ultimi giorni sulla cronaca locale da Repubblica.

Del resto anche l’assessore regionale alla salute della Toscana, Stefania Saccardi,  ha detto che sarebbero stati fatti degli accertamenti, “dopo di che verrebbero presi gli eventuali provvedimenti”. Donzelli ha chiesto che della vicenda l’assessora riferisca in Consiglio regionale.

L'articolo Primario Careggi in sala operatoria ma in realtà è assente proviene da www.controradio.it.

Sanità: primario Careggi figura in servizio, assente durante interventi

Sanità: primario Careggi figura in servizio, assente durante interventi

Donzelli: “Giunta riferisca in Consiglio regionale. Mi chiedo per quale ragione finora non se ne sia accorto nessuno”.

“L’assessore regionale al diritto alla salute o la Giunta toscana riferiscano con urgenza in Consiglio regionale circa la vicenda del primario di Careggi che pur risultando in servizio nell’ospedale fiorentino non sarebbe stato presente nella struttura durante alcuni interventi chirurgici.” É quanto chiesto oggi, in apertura dei lavori del Consiglio regionale, dal capogruppo Fdi Giovanni Donzelli.
Le verifiche sul primario, ha spiegato Donzelli, sono partite da una sua richiesta di accesso agli atti del 17 ottobre scorso dopo alcune segnalazioni ricevute. “Ho fatto una richiesta di accesso agli atti, a seguito di alcune segnalazioni che mi sono arrivate”, ha detto riferendosi al medico che “risultava operare, quando, in realtà, non era nemmeno presente a Careggi. In seguito a questa richiesta scopro dai giornali, perché ancora non ho avuto risposta, che Careggi ha fatto le verifiche, secondo le quali nei giorni in cui risultava firmare gli interventi chirurgici, in realtà non era all’ospedale. Per questo, ho chiesto immediatamente alla Giunta regionale di venire a riferire, perché ci sono diversi risvolti. Anzitutto, di soldi pubblici, poi c’è anche il tema dei pazienti che erano convinti di essere operati dal professore e non da altri”.
Secondo Donzelli, “c’è poi il problema politico. Mi chiedo per quale ragione finora non se ne sia accorto nessuno. In questo momento non ho una grande sintonia con l’assessore Saccardi. Dopodiché, se non viene a riferire in aula oggettivamente oltre alle sue vicende personali, sulle quali ha dimostrato poca chiarezza, dimostra anche poca chiarezza politica”, ha concluso.
Subito la risposta dell’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi. “Faremo tutti gli accertamenti necessari e dopo prenderemo gli eventuali provvedimenti del caso”.

L'articolo Sanità: primario Careggi figura in servizio, assente durante interventi proviene da www.controradio.it.

Regionali: Fdi, coalizione con Fi e Lega anche per Toscana

Regionali: Fdi, coalizione con Fi e Lega anche per Toscana

Alleanza ufficializzata da leader regionali singoli partiti.

“Indipendentemente dal “patto dell’arancino” e dalla sua durata, più o meno lunga, possiamo affermare già da ora che noi andremo uniti anche alle elezioni regionali che auspico si facciano prima possibile”. Lo ha detto il leader toscano di Fdi, Giovanni Donzelli, a margine della presentazione dell’alleanza con Forza Italia e Lega in vista delle prossime elezioni amministrative di Pisa.
“Come sempre – ha aggiunto Mugnai – le immagini dicono più delle parole e la foto dei nostri leader nazionali scattata ieri sera a Catania parla al cuore e alla testa del nostro elettorato, ma direi di tutto l’elettorato toscano che con noi non solo trova un’alternativa credibile al sistema di potere della sinistra e del Pd ma anche alla proposta raffazzonata del Movimento 5 Stelle”.
“Quando il centrodestra è unito ha dimostrato che può vincere ovunque e quindi anche a Pisa”. Lo ha detto Stefano Mugnai, leader toscano di Forza Italia, che insieme agli altri due leader regionali di Fdi, Giovanni Donzelli, e Lega, Manuel Vescovi, ha ufficializzato oggi l’alleanza per le elezioni amministrative di Pisa in programma entro la prossima estate 2018.
“Saremo una coalizione solida – ha aggiunto Donzelli – ma guarderemo anche alle esperienze civiche per intercettare una domanda di cambiamento che è ormai diffusa in Toscana”.
Anche il leghista Vescovi ha sottolineato la necessità di cambiare: “Pisa è una delle città più belle del mondo ma che il centrosinistra e il Pd in questi anni hanno lasciato nel degrado. Ora i cittadini possono scrivere la storia, mandandoli a casa e scegliendo il rinnovamento”.
Nella selezione del candidato sindaco non sarà adottato il metodo delle primarie. “Noi – ha concluso Mugnai – siamo una classe dirigente pienamente legittimata, anche dai recenti successi elettorali toscani, a scegliere attraverso il ruolo dei partiti e delle loro prerogative il miglior candidato possibile. Riteniamo dunque di essere all’altezza, insieme ai livelli provinciali e comunali delle nostre organizzazioni politiche, di trovare la sintesi giusta per presentare una candidatura capace di conquistare la guida della città”.

L'articolo Regionali: Fdi, coalizione con Fi e Lega anche per Toscana proviene da www.controradio.it.

Saccardi querela per diffamazione Giovanni Donzelli (Fdi)

Saccardi querela per diffamazione Giovanni Donzelli (Fdi)

Dopo la polemica di ieri riguardo ad immobili di propiretà dell’assessore regionale non dichiarati, Stefania Saccardi ha deciso di querelare il consigliere

L’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi ha dato mandato ai suoi legali di querelare per diffamazione il consigliere regionale Fdi Giovanni Donzelli, che ieri l’ha attaccata su questioni di immobili in affitto e di proprietà.

L’assessore Saccardi ha chiarito la sua posizione sia rispondendo all’interrogazione di Donzelli in Consiglio, sia attraverso i giornali. “Non voglio più intervenire sulle dichiarazioni del consigliere Donzelli, che trovo molto sgradevoli e piene di falsità – dice – Ma visto che lui insiste con insinuazioni e palesi violazioni della privacy, ho dato mandato all’avvocato Gambogi di querelarlo e avanzare richiesta danni; il ricavato sarà devoluto all’Albergo popolare”.

Nella giornata di ieri Saccardi era stata accusata dal consigliere regionale Giovanni Donzelli di non aver dichiarato di essere proprietaria di altri immobili, oltre a quello a Gavorrano che risulta sul sito della Regione Toscana. Donzelli nella sua interrogazione ha dichiarato che l’assessore vivrebbe in un’immobile dell’Istituto diocesano per il sostentamento del clero, e dalla visura catastale risulta essere proprietaria di altri immobili tra Firenze e Campi Bisenzio. “Si tratta di immobili che io ho ricevuto in eredità da mio babbo in comproprietà con i miei due fratelli: su questi grava l’usufrutto di mia mamma, quindi da quegli immobili non ci prendo un euro, e non li dichiaro ai fini di Imu perché paga tutte le tasse conseguenti mia mamma essendo usufruttuaria. Se ho commesso un errore, ditemelo”. Questa la difesa, ieri, dell’assessore.

 

L'articolo Saccardi querela per diffamazione Giovanni Donzelli (Fdi) proviene da www.controradio.it.