Firenze: parchi, giardini e piazze, partono i cantieri

Firenze: parchi, giardini e piazze, partono i cantieri

Il piano “Onda Verde” presentato dal sindaco Nardella e dall’assessore Bettini.

Il piano “Onda Verde”, un pacchetto di 14 interventi per un investimento di quasi 3 milioni di euro per la riqualificazione del verde pubblico, è stato presentato questa mattina a Palazzo Vecchio dal sindaco Nardella e dall’assessore all’ambiente Alessia Bettini.

“Onda Verde è un importante intervento sul verde cittadino – ha sottolineato il sindaco Nardella – da due anni è scattata una vera e propria programmazione dei lavori da fare. Il nostro obiettivo è piantare 10mila alberi in tutto il mandato e solo 3mila tra ottobre e la primavera dell’anno prossimo. Abbiamo deciso di affrontare anche questa sfida perché siamo sicuri di ottemperare ad un principio di dovere e di responsabilità verso le nuove generazioni. Firenze entro il 2019 avrà 10mila alberi nuovi, ma soprattutto avrà un patrimonio arboreo più robusto e più adatto a rispondere al cambiamento climatico e che ci consente di salvaguardare ancora meglio la salute e la vita dei nostri cittadini”.

“S tratta di tanti interventi di riqualificazioni, molti dei quali richiesti da cittadini – ha spiegato l’assessore Bettini – nei prossimi giorni inaugureremo altri spazi verdi importante, oggetto di lavori negli ultimi mesi: il giardino del Bobolino, nel Quartiere 1, il giardino e l’area giochi di piazza Elia dalla Costa, nel Quartiere 3 e il giardino del Lippi, nel Quartiere 5. In programma anche l’apertura al pubblico di altre aree verdi: il 7 di ottobre tocca al giardino di via Torcicoda, all’Isolotto poi a quello di via del Guarlone, nel Quartiere 2 e, infine, al giardino del Gelsomino, nel Quartiere 3. A partire da ottobre, infine, partiranno le operazioni per piantare gli alberi in città”.

Riqualificazione piazza della Costituzione: L’intervento prevede il recupero delle pavimentazioni esistenti e l’utilizzo della medesima tipologia (lastre spezzate di porfido cementate) per la parte che viene ampliata. Viene previsto il potenziamento dell’impianto di illuminazione e l’installazione di quello di irrigazione per i nuovi alberi. Le panchine saranno sostituite con nuovi modelli e sistemate lungo i nuovi spazi di sosta. Lungo la sponda destra del Mugnone si prevede un intervento di reintegro dell’alberata di platani, inserendo nuovi esemplari in sostituzione delle fallanze e delle ceppe. L’attuale percorso asfaltato sarà ampliato in modo da consentire il passaggio di fruitori su sedie a rotelle ripavimentato con un nuovo tappeto di usura drenante. Lungo il percorso saranno installate nuove piazzole con panchine. Investimento 150mila euro.

Parco di Ugnano: Saranno sostituiti i giochi, ormai deteriorati. Le nuove attrezzature sono state scelte per ampliare l’utenza, poiché si è tenuto conto di fasce di età diverse, che vanno da 1 anno a 12-14 anni. Verrà inoltre installata, sotto alcune piante di acero, una panca con struttura coperta, e due porte da calcetto nel prato adiacente. Saranno piantati alti alberi: due lecci, tre roveri, due mandorli e tre noccioli. Completerà l’intervento la sostituzione di uno dei cinque ponti, ormai deteriorato, e il potenziamento dell’impianto di illuminazione con l’aggiunta di quattro lampioni. Investimento di 150mila euro.

Giardini di via Novelli: Sarà ripristinata e messa in sicurezza l’area giochi esistente, di circa 4.500 mq, ma anche realizzata una nuova, utilizzando una porzione del giardino tra via Novelli e la scuola elementare, di circa 1.500 mq. Le due aree saranno comunicanti eliminando il cancello posto all’ingresso di via Novelli. Per l’altra parte del giardino (in tutto 6.000 mq), il progetto prevede il ripristino di alcuni vialetti asfaltati e dei tavoli da pic-nic esistenti e danneggiati dalle intemperie o da atti vandalici, la sostituzione delle panchine in ferro esistenti con panchine in legno, rendendo uniforme la tipologia con altre panchine installate in alcuni interventi effettuati negli anni passati e la rimozione di alcune ceppaie di alberi abbattuti in precedenti interventi. Investimento di 150mila euro.

Leopolda: Sarà realizzato un giardino che occuperà le aree tra via Ponte alle Mosse e via Bausi. Investimento di 215mila euro.

Parco Villa Strozzi: Saranno sostituite le staccionate di protezione dei vialetti nella zona con forte pendenza, riparati i muretti nei vialetti. Il programma di interventi prevede anche il restauro delle strade sterrate che conducono dalla Villa al Teatro della Limonaia e di ricostituire la pavimentazione asfaltata che dall’ingresso su via Pisana conduce alla Villa. L’area bambini verrà dotata di un nuovo gioco. Investimento di 150mila euro.

Piazza Santo Spirito: sono previsti interventi per la completa riqualificazione delle aiuole verdi (compreso l’impianto di irrigazione). Nuove ringhiere artistiche. Investimento di circa 100mila euro.

Parco delle Cascine: L’intervento segue la demolizione di alcune strutture presenti nell’area vicina al piazzale Vittorio Veneto, come la discoteca Meccanò, e del vicino Giardino della Catena. E’ prevista una riqualificazione complessiva dell’impianto arboreo e della sistemazione a verde. Nell’area dell’ex Meccanò saranno disegnati nuovi percorsi ed aiuole, realizzata una nuova struttura coperta da utilizzare per attività di informazione e sosta indirizzata ai frequentatori del Parco, attrezzata con servizi wi-fi, video e servizi igienici. Infine sarà completato l’impianto di illuminazione sia all’interno del Giardino della Catena che dell’area ex Meccanò. Investimento di 990mila euro.

Parco viale Tanini: Verrà realizzato un nuovo impianto di illuminazione lungo uno dei viali pedonali interni, adiacente la parte confinante con la sponda del torrente Ema. É prevista anche l’installazione di nuovi giochi. Il progetto riguarderà l’intero viale. Investimento di 180mila euro.

Giardino Stibbert: Gli interventi prevedono il consolidamento e restauro della grande cancello d’ingresso al Parco, della parte di muro vicino alla biglietteria del Museo sempre su via Stibbert e di alcuni muri a retta e della viabilità pedonale e carrabile. Investimento di 250mila euro.

Sentiero degli Scalpellini: L’intervento prevede la riapertura di percorsi non percorribili da tempo per la presenza di alberi, cespugli e arbusti spontanei, rovi, vecchie recinzioni e pietre e l’installazione di segnaletica dei percorsi. Tale intervento è inserito nell’ambito dell’iniziativa di riqualificazione e recupero della sentieristica dell’Area Naturale di Interesse Locale (ANPIL) del Torrente Mensola, posta a cavallo dei territori dei Comuni di Firenze e di Fiesole, grazie alla quale è già stato recentemente ultimato. Investimento di quasi 120mila euro.

Campo di Marte: Un piccolo parco giochi sarà realizzato ai giardini di Campo di Marte. Sarà utilizzabile anche dai bambini diversamente abili. Lo ha donato la Fondazione Niccolò Galli al Comune. Il tema proposto per il parco giochi è il calcio. Valore donazione 80mila euro.

Giardino Officine Galileo: Sarà realizato un pergolato lungo il lato confinate con l’edificio che ospitava il Meccanotessile. Servirà a garantire zone di ombra. Il pergolato è costituito da elementi metallici, mentre le vasche contenenti le piante saranno in cls. La zona del pergolato, attualmente a ghiaino, verrà pavimentata in calcestruzzo architettonico come la restante parte. Viene inoltre previsto l’allacciamento alla rete di alimentazione dell’illuminazione, di irrigazione ed all’impianto di smaltimento delle acque meteoriche. Investimento di oltre 28mila euro.

Parco di Villa Vogel: Gli interventi serviranno a migliorare sia le condizioni di sicurezza che di custodia del giardino. In particolare si prevede il ripristino di porzione della recinzione lungo via Canova, con recupero di tutti i cancelli e delle staccionate interne in legno, la sostituzione delle altalene in legno con altalene in acciaio, la sostituzione di panchine in legno e tavoli picnic, l’integrazione e spostamento di alcuni punti luce, la rigenerazione di alcuni punti del manto erboso e l’eliminazione di ceppaie. Investimento di 140mila euro.

Sistemazione a verde lungo la linea 1 tramvia nel tratto del Parco delle Cascine – Il progetto riguarda il ripristino di aiuole, cordonati e la sistemazione lungo la linea tramviaria 1 nel tratto di attraversamento del parco delle Cascine: viale degli Olmi – viale Stendhal – piazzale Jefferson – piazza Vittorio Veneto. Investimento di 250mila euro.

L'articolo Firenze: parchi, giardini e piazze, partono i cantieri proviene da www.controradio.it.

Firenze, Isolotto: affonda vecchia passerella

Firenze, Isolotto: affonda vecchia passerella

Incidente durante la rimozione della vecchia passerella in cemento armato, è affondata trascinandosi le due chiatte di galleggiamento.

La vecchia campata in cemento armato, posizionata su due chiatte, doveva essere portata sulla riva destra (lato Cascine) dove poi essere demolita. Nella giornata di ieri la vecchia passerella è però affondata trascinandosi le chiatte di galleggiamento sul fondo del fiume a causa del peso.

Nel frattempo il Comune, su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, sta completando la nuova passerella ciclo-pedonale che sorgerà in corrispondenza del viale Petaso delle Cascine.

 

Lunga 114 metri e dalla modesta pendenza per renderla fruibile alle persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale, sia la travata che l’impalcato presenteranno un andamento curvilineo.

I cavalletti laterali saranno in acciaio Cor-Ten, mentre la trave reticolare e il parapetto saranno realizzati in acciaio verniciato bianco avorio. L’impalcato della passerella e le sedute verranno rivestiti con listoni in legno massello per esterni. Sulle rampe laterali per il rivestimento sarà usato il Cor-Ten, per la pavimentazione delle corsie ciclabili pedonali il calcestruzzo architettonico mentre per i parapetti laterali è stato preferito il vetro. Infine l’illuminazione notturna, concepita per esaltare l’andamento curvilineo della passerella senza per questo determinare inquinamento ottico.

L'articolo Firenze, Isolotto: affonda vecchia passerella proviene da www.controradio.it.

Rapina in abitazione Firenze, 66enne legata con fascette

Rapina in abitazione Firenze, 66enne legata con fascette

Portati via contanti e gioielli per un valore di circa 400 euro e un telefono cellulare.

Rapina in abitazione ieri in via Madonna del Piano, nella zona dell’Isolotto a Firenze. Intorno alle 16 due uomini hanno fatto irruzione nella casa e hanno ordinato alla proprietaria di 66 anni, sola in casa, di sedersi sul letto, poi le hanno legato i polsi con delle fascette da elettricista e hanno frugato nelle stanze portando via alcune decine di euro in contanti, gioielli per un valore di circa 400 euro e un telefono cellulare. Sull’episodio di rapina indaga la polizia.
La donna, rimasta illesa, ha raccontato di essersi allarmata dopo aver sentito armeggiare alla porta d’ingresso. Quando è andata a controllare si è trovata davanti due uomini, probabilmente italiani, uno dei quali col volto coperto da un passamontagna. Uno dei malviventi le ha messo una mano davanti alla bocca intimandole di stare zitta, poi le ha ordinato di andare a sedersi sul letto, dove le ha legato i polsi con delle fascette di plastica. I due le hanno chiesto di indicare loro la cassaforte, ma la donna ha negato che in casa ce ne fosse una. A questo punto uno dei due è andato nel soggiorno e scoperto la cassaforte dietro un quadro. Quando la donna ha detto che non aveva la chiave della cassaforte, affidata al marito, hanno rinunciato ad aprirla e hanno iniziato a frugare nelle stanze per poi sono fuggire via con la refurtiva.

L'articolo Rapina in abitazione Firenze, 66enne legata con fascette proviene da www.controradio.it.

Rapina a Firenze: ferita una 70enne

Rapina a Firenze: ferita una 70enne

Aggredita da due uomini,spinta a terra e rapinata: una 70enne è stata ferita in località Isolotto. Intervento tempestivo del pronto soccorso e sul posto anche i carabinieri.

Vittima dell’episodio, avvenuto ieri mattina nella zona dell’Isolotto a Firenze, una donna di 70 anni. Secondo quanto ricostruito la donna è stata aggredita da due uomini che l’hanno sorpresa alle spalle, spinta a terra e derubata delle due collane d’oro che aveva al collo.

Mentre uno le tappava la bocca con la mano per non farla gridare, l’altro le ha strappato le catenine.La vittima Medicata dal pronto soccorso, ha riportato lievi lesioni giudicate guaribili in sette posti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Poco prima nella stessa zona si era verificato un episodio simile. Due uomini a bordo di una bici si sono avvicinati a un 82enne e gli hanno strappato la collana d’oro dal collo per poi darsi alla fuga. L’anziano non ha riportato ferite.

Per gli investigatori le due rapine potrebbero essere state messe a segno dalle stesse persone.

L'articolo Rapina a Firenze: ferita una 70enne proviene da www.controradio.it.

FIRENZE, TURBATIVA PISCINE: DIRIGENTI ‘SCAGIONANO’ POLITICI

dirigenti scagionano

Rispondendo al gip di Firenze, i dirigenti comunali Troppino e Corti hanno ribadito l’estraneità politica da gare appalti per gestione piscine. Il Pm vuole l’interdizione.

Non c’è stata influenza di politici sulle gare per l’assegnazione della gestione di due piscine comunali di Firenze, e i relativi bandi sono stati legittimi, hanno seguito le regolari procedure amministrative: si sono difesi così, davanti al gip Angelo Pezzuti, due funzionari dell’assessorato allo sport di Firenze, Elena Troppino e Loris Corti, per i quali i pm Giuseppina Mione e Filippo Focardi hanno chiesto l’interdizione dai pubblici uffici. Il gip Pezzuti si è riservato la decisione.

Troppino e Corti hanno risposto alle domande del gip, la prima per oltre un paio d’ore, l’altro per un tempo minore. Entrambi sono indagati per turbativa d’asta in concorso con altre persone, non solo imprenditori privati ma anche, secondo quanto emergerebbe, altre figure dell’amministrazione comunale. L’inchiesta della procura riguarda la gestione, affidata dal Comune, di due piscine importanti per la pratica sportiva in città, la piscina Paganelli e quella a San Marcellino.

L’interdizione per Troppino e Corti sarebbe stata chiesta dai pm anche in vista del prossimo bando, previsto a luglio, per un’altra piscina di Firenze, quella storica nel quartiere Isolotto. In realtà secondo quanto emerge in ambiti giudiziari, l’inchiesta potrebbe risultare un faro acceso sulle modalità di affidamento in gestione a privati degli impianti sportivi comunali fiorentini e sul ruolo delle associazioni sportive.

The post FIRENZE, TURBATIVA PISCINE: DIRIGENTI ‘SCAGIONANO’ POLITICI appeared first on Controradio.