CANNABIS, GIUNTA TOSCANA APPROVA MOZIONE SI’: “GARANTIRE DISPONIBILITA’ A CAREGGI”

Cannabis

La mozione Sì Toscana a Sinistra richiama quanto denunciato dall’associazione Luca Coscioni circa la carenza cannabis terapeutica a Careggi. Fattori: “arrivare a coprire il fabbisogno nazionale di cannabis medica.”

Favorire la disponibilità di cannabis terapeutica all’ospedale di Careggi. E’ quanto chiede una mozione presentata da Sì Toscana a sinistra, primo firmatario il capogruppo Tommaso Fattori, approvata oggi dal Consiglio regionale. La mozione, ha spiegato Fattori, richiama quanto denunciato dall’associazione Luca Coscioni, riguardo alla carenza “del farmaco olandese Bedrocan, che il sistema sanitario importa a costi elevati e non è disponibile a Careggi da varie settimane”.

“Si tratta di un farmaco fondamentale, anche in considerazione del fatto che altri farmaci analoghi sono irreperibili”, ha aggiunto. La Regione dovrà dunque attivarsi con urgenza e a lungo termine, così prevede la mozione approvata, per far sì che “venga garantita adeguata fornitura” dei preparati a base di cannabis alla farmacia di Careggi, “nonché delle aziende sanitarie toscane, consentendo così il pieno godimento del diritto alla salute”. Servono anche, ha detto ancora Fattori, “campagne informative e vanno superati ostacoli burocratici”.

“E’ una questione molto seria dato che anche altri farmaci cannabinoidi, come il Bediol e la FM2, ossia la cannabis prodotta nello stabilimento militare di Firenze, sono da tempo irreperibili” hanno fatto sapere in un comunicato i consiglieri Sì. “Col nostro atto ci uniamo alle richieste che già a maggio sono emerse durante il Congresso della Società Italiana Ricerca sulla Cannabis: arrivare quanto prima a coprire il fabbisogno nazionale di cannabis medica, aumentando conseguentemente la produzione di FM2 nell’Istituto Chimico Farmaceutico Militare di Firenze” hanno concluso.

The post CANNABIS, GIUNTA TOSCANA APPROVA MOZIONE SI': “GARANTIRE DISPONIBILITA’ A CAREGGI” appeared first on Controradio.

ASL TOSCANA GARANTISCE PRODUZIONE ESTIVA CANNABIS TERAPEUTICA

Asl Toscana Cannabis

Lo afferma la responsabile servizio dott.ssa Ruffino: “inalterata la produzione cannabis a uso terapeutico anche per l’estate per non lasciare soli pazienti.”

Anche durante il periodo estivo il laboratorio galenico dell’Asl toscana centro garantirà a tutti i suoi pazienti le preparazioni a base di cannabinoidi. Lo afferma la responsabile del servizio, dottoressa Irene Ruffino: “il laboratorio mantiene inalterata l’attività anche nel periodo estivo – spiega – per non lasciare soli i pazienti nel periodo più difficile dell’anno”. Il laboratorio allestisce preparati per i pazienti esterni e per i ricoverati nei reparti oncologici, neurologici, per i servizi di algologia e per i ricoverati degli hospice.

Attualmente per i preparati viene usata come materia prima sia la cannabis olandese sia quella prodotta dall’Istituto chimico farmaceutico militare di Firenze. Nell’ultimo periodo il laboratorio ha incrementato del 70% la produzione di medicamenti a base di cannabis. Particolare attenzione viene dedicata alla cure dei piccoli pazienti, ai quali viene riservato un percorso particolare. La preparazione delle formulazione prevede sei livelli di controllo e un monitoraggio continuo, per garantire la massima qualità e la sicurezza dei pazienti. I preparati vengono realizzati sotto forma di cartine o di olio.

“Abbiamo appreso da una nostra iscritta fiorentina che il Bedrocan-il farmaco olandese a base di cannabis che il sistema sanitario nazionale importa dall’Olanda a caro prezzo come terapia supplementare per varie condizioni, è mancante alla farmacia ospedaliera di Careggi da diverse settimane, e non è la prima volta”. Così lo scorso 21 giugno la denuncia dell’associazione Luca Coscioni sulla carenza del farmaco nell’ospedale fiorentino.

“Il Bedrocan – aveva puntualizzato l’associazione – è, anzi era visto che ad oggi non è disponibile, per pazienti seguiti dall’azienda ospedaliero universitaria di Careggi fondamentale e insostituibile. Infatti altri preparati come il Bediol, un olio prodotto dalla stessa azienda Olandese, e l’Fm2, la cui produzione è avviata in via sperimentale dall’Istituto chimico Farmaceutico militare fiorentino – sono da tempo irreperibili, il primo per un problema di raccolto nei Paesi Bassi il secondo perché la quantità prodotta a Firenze non soddisfa minimamente la domanda”. “Occorre che la ministra Lorenzin se ne occupi” avevano concluso.

The post ASL TOSCANA GARANTISCE PRODUZIONE ESTIVA CANNABIS TERAPEUTICA appeared first on Controradio.