Rossi presente il nuovo Progetto speciale cave. Conferenza stampa domani alle 12,30

FIRENZE – Parte una nuova stagione di controlli mirati sui siti estrattivi delle Alpi Apuane. Obiettivo: migliorare la gestione ambientale delle cave e ridurre l'inquinamento sia nelle acque superficiali che in quelle sotterranee. E' questa l'anima del Progetto speciale Cave che il presidente Enrico Rossi presenta domani insieme all'assessore all'ambiente Federica Fratoni e ai tecnici di Arpat.

La conferenza stampa è fissata per le ore 12.30 in sala stampa Cutuli, Palazzo Strozzi Sacrati, piazza Duomo 10, Firenze

Ad Asciano un consorzio per grano e pasta di qualità

FIRENZE – Un Consorzio per produrre grano e pasta di qualità: è quanto costituiranno domani, presso la presidenza della Regione Toscana, nove aziende senesi di Asciano.

I contenuti dell'iniziativa saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà domani, mercoledì 28 settembre alle ore 13.15 nella Sala Cutuli di Palazzo Strozzi Sacrati in piazza Duomo 10 a Firenze.

Vi parteciperanno l'assessore regionale all'agricoltura, Marco Remaschi, il sindaco di Asciano, Paolo Bonari e il consigliere regionale Stefano Scaramelli. 

Due milioni e mezzo per le strade rurali, in autunno bando della Regione

FIRENZE - La Regione porge una mano agli agricoltori per sistemare le strade che attraversano i campi coltivati e per realizzarne di nuove. Si tratta del primo intervento di questo tipo. A disposizione per il 2016 ci sono due milioni e mezzo di euro, con contributi che copriranno l'intero ammontare delle spese sostenute.

La giunta ha approvato la delibera, presentata dall'assessore all'agricoltura della Toscana Marco Remaschi e che fissa i paletti, per poi attivare successivamente il bando: il primo del genere, appunto. E' un aiuto allo sviluppo agricolo e forestale, ma anche alla cura e difesa dell'immagine più tipica della Toscana.

"Le strade bianche sono un elemento tipico del paesaggio della nostra regione – sottolinea il presidente della Toscana, Enrico Rossi -. Come giunta ci siamo impegnati molto, la scorsa legislatura, sulla difesa del paesaggio, con un piano dedicato. Con questo bando diamo un contributo affinché queste strade continuino ad essere un elemento essenziale della Toscana". "Si tratta infatti di un aiuto – spiega l'assessore Remaschi - per realizzare vie rurali e forestali di libero accesso a superfici agricole. Vi potranno partecipare i privati, ma anche soggetti pubblici che quelle strade hanno in progetto di realizzare per più utenti". Le vie oggetto di contributo dovranno essere aperte al pubblico.

I contributi sono destinati anche a sistemare strade rurali inadeguate o poco sicure che  già esistono, attraverso una migliore regimazione delle acque, con la posa in opera ad esempio di tombini, cunette e tubazioni che l'attraversino, realizzando guadi, ponti in legno o nuovi tracciati, rimodellando pure le scarpate con la costruzione magari di muri e muretti. "Il provvedimento - conclude Remaschi - si pone un duplice obiettivo: sostenere l'attività imprenditoriale agricolo forestale, ma anche contribuire al minuto mantenimento dei terreni e alla difesa del suolo, con vantaggi per tutti".

Il bando, che ora sarà comunicato all'Unione Europea per le necessarie autorizzazioni, è atteso per metà novembre.

Arpat, Fratoni incontra i sindacati:”Cruciale il ruolo dell’agenzia per le politiche regionali”

FIRENZE – L'assessore all'ambiente e energia Federica Fratoni ha incontrato le rappresentanze sindacali di Arpat a seguito dell'avvicendamento del direttore generale.

"Un incontro positivo – ha detto Fratoni – che ha dato modo di fare il punto ma soprattutto è stata l'occasione per ribadire la volontà della Regione non solo di presidiare la situazione di passaggio al nuovo direttore ma anche di non arretrare rispetto alla volontà di consolidare e semmai rilanciare il ruolo dell'agenzia alla luce dei prossimi progetti come il progetto Prato che vedrà un'ulteriore fase di lavoro".

Fratoni ha avuto modo di ricordare che il ruolo di Arpat adesso più che mai è cruciale, vuoi per la spiccata sensibilità sulle tematiche ambientali vuoi per le responsabilità che la Regione ha riacquisito riprendendo le funzioni dalle Province.

"Abbiamo dunque ribadito la volontà a lavorare alla riorganizzazione dell'agenzia – ha concluso l'assessore -, consolidare i livelli di attività e continuare nel lavoro delle progettualità specifiche che sono quelle che qualificano le azioni della Regione. Al tempo stesso, in questa fase di riorganizzazione del contesto, creare un rapporto di collaborazione e scambio ancora più forte e ancora più sistematico".

Dall’1 al 31 ottobre nelle biblioteche toscane si dice no ad ogni forma di violenza

FIRENZE - Sarà il tema della violenza in tutte le sue forme e declinazioni, anche se si intende sottolineare soprattutto quella di genere, al centro dell' edizione 2016 della campagna Ma dove? In biblioteca. Prendendo spunto dal pensiero del filosofo Karl Popper, possiamo affermare che le biblioteche, migliorando il grado di civiltà della nostra società, contribuiscono alla prevenzione e alla riduzione della violenza. Le biblioteche sono luoghi democratici di cittadinanza e civilizzazione che offrono alle persone l'opportunità di apprendere le abilità cognitive, emotive e relazionali di base per poi operare con competenza sia sul piano individuale che sociale.

 

Ottobre è il mese dedicato alle biblioteche e alla lettura anche a livello nazionale. Infatti questa iniziativa toscana ben si collega ad altre due manifestazioni nazionali: la Giornata nazionale delle biblioteche-Bibliopride, grande evento collettivo promosso dall'Associazione Italiana Biblioteche che, dal 23 settembre al 16 ottobre, in tutta Italia, vedrà centinaia di biblioteche insieme ai propri utenti, partecipare alla manifestazione e dar vita il 1 ottobre ad un flash mob per sottolineare l'importanza della presenza delle biblioteche sul territorio. E #ioleggoperché, iniziativa organizzata dall'Associazione Italiana Editori per promuovere la lettura, partendo dalla passione dei lettori di ogni età ed estrazione, che si svolge dal 22 al 30 ottobre.

 

Dunque ottobre per scoprire le biblioteche toscane, partecipando alle iniziative che organizzano e sperimentando i servizi che offrono gratuitamente. In biblioteca infatti si possono fare tante cose: ci si può informare, leggere giornali, accedere ad Internet, prendere in prestito libri, film ed ebook; si può studiare, leggere, consultare i libri della biblioteca; si può partecipare alle tante iniziative; si può semplicemente parlare e socializzare con gli altri.