Poletti: caporalato, tenere alta la guardia

Poletti: caporalato, tenere alta la guardia

“Tema dei controlli va sostenuto: se da un lato dobbiamo avere tutti gli strumenti perché le imprese possano crescere, dall’altra parte è importante che lo facciano rispettando le leggi, la sicurezza, i diritti dei lavoratori”.

“Possiamo dire che oggi la legge sul caporalato ci aiuta, perché in questa fase sono stati realizzati interventi importanti, si è dimostrato che si può agire, e c’è una vigilanza che va sempre mantenuta alta perché questi fenomeni purtroppo nella nostra società ci sono”. Lo ha affermato Giuliano Poletti, ministro del Welfare, commentando il caso di Marina di Ginosa (Taranto) che ha visto l’arresto di due uomini che avrebbero sfruttato 35 braccianti romeni “in nero”.

“Credo che il tema dei controlli vada sostenuto – ha detto, a margine dell’evento inaugurale di “Jobbando” a Firenze, iniziativa che punta a promuovere l’incontro tra domanda e offerta – noi lo abbiamo fatto costruendo l’Ispettorato nazionale del lavoro proprio per coordinare l’azione dei diversi ispettori: se da un lato dobbiamo avere tutti gli strumenti perché le imprese possano crescere e sviluppare bene la loro attività, dall’altra parte è importante che lo facciano rispettando le leggi, la sicurezza, i diritti dei lavoratori”.
“Noi abbiamo un dialogo aperto con le organizzazioni sindacali su una serie di elementi: questo dialogo c’è e continuerà, perché siamo convinti che da questo dialogo possano uscire delle proposte e delle risposte più adeguate ai bisogni della nostra società” ha risposto ai giornalisti che lo interpellavano sulla giornata di mobilitazione indetta da Cgil, Cisl e Uil per il 14 ottobre, dedicata alla futura manovra di bilancio.
“Naturalmente i sindacati sostengono la loro piattaforma con una iniziativa di mobilitazione dei lavoratori – ha continuato – credo che dentro questo dialogo tali iniziative abbiano un valore, se assunte in termini positivi”.
“Avere oggi una condizione di poter affrontare la legge di bilancio con un significativo margine di crescita espansiva è sicuramente un fatto positivo” ha poi commentato Poletti sull’ok del Senato allo scostamento dal pareggio di bilancio e alla risoluzione di maggioranza sulla nota di aggiornamento al Def.
“Per continuare sulla strada delle riforme – ha concluso – abbiamo bisogno di avere leggi che funzionano, e le risorse nella legge di bilancio per sostenere le assunzioni sul fronte dell’occupazione giovanile, Impresa 4.0 sul fronte dell’innovazione e dello sviluppo economico, quindi abbiamo bisogno di fare interventi sulla lotta alla povertà, abbiamo bisogno di un percorso che dia certezze agli imprenditori, alle istituzioni, a tutti quelli che guardano al futuro”.

L'articolo Poletti: caporalato, tenere alta la guardia proviene da www.controradio.it.