Sold out visite primo sabato apertura della Fortezza

Sold out visite primo sabato apertura della Fortezza

🎦Firenze, per l’estate 2018 alla proposta di valorizzazione delle torri, delle porte e del sistema difensivo cittadino si aggiunge un’importante novità: il Forte San Giovanni – più noto come Fortezza da Basso, monumento storico al centro dell’offerta fieristico-congressuale di Firenze Fiera.

Il fortilizio ‘mediceo’ della Fortezza da Basso si apre per la prima volta al pubblico per mostrare a cittadini e visitatori tutto il suo storico splendore.

Dopo la riapertura nel 2011 della Torre di San Niccolò – a cui si sono aggiunte nel corso degli anni la Torre della Zecca, Porta Romana e Baluardo a San Giorgio – un altro importante tassello va a comporre l’importante progetto di valorizzazione e riscoperta del sistema difensivo della città di Firenze.

Una proposta particolarmente apprezzata dai fiorentini e non solo, che hanno risposto con entusiasmo con il tutto esaurito per i primi turni di visita (sabato 7 luglio) e grande richiesta anche per gli appuntamenti successivi.

“Il sold out per le visite di questo primo sabato di apertura – afferma il presidente di Firenze Fiera Leonardo Bassilichi – è la prova tangibile della forza attrattiva che la Fortezza esercita sui fiorentini e sui turisti in visita a Firenze. Si tratterà di un’esperienza unica, coinvolgente ed emozionante, una visita indimenticabile che guiderà il visitatore dalle viscere del fortilizio fino al mastio, da dove si gode una veduta spettacolare sui principali monumenti della città. E sarà solo l’inizio di un percorso di apertura e fruibilità del fortilizio mediceo”. “Il nostro impegno con l’ingresso al monumento – conclude Bassilichi – è quello di restituire la fortezza ai fiorentini e far capire a tutti, ai nostri partners e clienti, l’importanza e il privilegio di organizzare il proprio evento in spazi ‘museali’ unici al mondo, dall’alto contenuto storico-artistico”.

Le visite guidate, curate da MUS.E, si svolgeranno ogni sabato mattina da luglio a settembre in tre turni (ore 9.30, 10.30, 11.30). I percorsi sono ad ingresso libero, con prenotazione obbligatoria.

L’apertura di Torri e Fortezze, portata avanti dal Comune di Firenze e dai Musei Civici Fiorentini, è curata da MUS.E, inserita nel quadro di un più ampio piano di valorizzazione di Firenze Patrimonio Mondiale UNESCO. Le visite alla Fortezza di San Giovanni sono realizzate grazie a Firenze Fiera.

L'articolo Sold out visite primo sabato apertura della Fortezza proviene da www.controradio.it.

Fortezza da Basso: apertura estiva

Fortezza da Basso: apertura estiva

La fortezza da Basso, Firenze, apre le porte agli interessati tutti i sabati d’estate: visite guidate ad ingresso libero.

Per l’estate 2018, alla proposta di valorizzazione delle torri, delle porte e del sistema difensivo cittadino, si aggiunge un’importante novità: il Forte San Giovanni, più noto come Fortezza da Basso, monumento storico al centro dell’offerta fieristico-congressuale di Firenze Fiera.

Il grandioso fortilizio ‘mediceo’ si apre per la prima volta al pubblico per mostrare a cittadini e visitatori tutto il suo storico splendore. Dopo la riapertura nel 2011 della Torre di San Niccolò, a cui si sono aggiunte nel corso degli anni la Torre della Zecca, Porta Romana e Baluardo a San Giorgio, un altro importante tassello va a comporre l’importante progetto di valorizzazione e riscoperta del sistema difensivo della città di Firenze.

Una proposta particolarmente apprezzata dai fiorentini e non solo, che hanno risposto con entusiasmo con il tutto esaurito per i primi turni di visita e grande richiesta anche per gli appuntamenti successivi.

“Fu sollecitato il Duca Alessandro dallo zio Pontefice a fabbricare una Fortezza…”: così le antiche cronache ricordano la fondazione del Forte San Giovanni, la cui progettazione fu affidata ad Antonio da Sangallo il giovane. Destinata a una doppia funzione di difesa dai nemici esterni e interni, la fortezza mostra ancor oggi gran parte dell’originaria struttura che ingloba anche la medievale porta Faenza.

Durante la visite sarà possibile comprendere meglio l’architettura e le strategie difensive, ammirare la città dall’alto del mastìo e percorrere una parte del camminamento di ronda sotterraneo, per la prima volta aperto al pubblico. Un percorso attraverso i secoli, dal medioevo alle trasformazioni Lorenesi fino alla rinascita grazie agli interventi di recupero e ammodernamento degli spazi a cura di Firenze Fiera.

“Aumentiamo l’offerta e l’accessibilità di luoghi storici della nostra città per lungo tempo inaccessibili al pubblico”, commenta il sindaco Dario Nardella “convinti che Firenze abbia moltissimo da offrire anche al di là delle bellezze canoniche. La grande risposta dei cittadini per questi appuntamenti, dalla Torre di San Niccolò a Porta Romana fino alla recente preview della Torre di San Frediano, dimostra che questa è la strada giusta per ‘riappropriarci’ della nostra storia e della nostra memoria”.

“Il sold out per le visite di questo primo sabato di apertura”, afferma il presidente di Firenze Fiera Leonardo Bassilichi “è la prova tangibile della forza attrattiva che la Fortezza esercita sui fiorentini e sui turisti in visita a Firenze. Si tratterà di un’esperienza unica, coinvolgente ed emozionante, una visita indimenticabile che guiderà il visitatore dalle viscere del fortilizio fino al mastìo, da dove si gode una veduta spettacolare sui principali monumenti della città. E sarà solo l’inizio di un percorso di apertura e fruibilità del fortilizio mediceo”.

“Il nostro impegno con l’ingresso al monumento”, conclude Bassilichi “è quello di restituire la fortezza ai fiorentini e far capire a tutti, ai nostri partners e clienti, l’importanza e il privilegio di organizzare il proprio evento in spazi ‘museali’ unici al mondo, dall’alto contenuto storico-artistico”.

Le visite guidate, curate da MUS.E, si svolgeranno ogni sabato mattina da luglio a settembre in tre turni (ore 9.30, 10.30, 11.30). Fortezza di San Giovanni (Fortezza da Basso) Tutti i sabati dal 7 luglio al 29 settembre h9.30, h10.30, h11.30 Ingresso libero (prenotazione obbligatoria)

Attenzione: L’ingresso è consentito ai visitatori dagli 8 anni in su.

info su: http://musefirenze.it/ e http://museicivicifiorentini.comune.fi.it/export/sites/museicivici/materiali/torri_2018.pdf

L'articolo Fortezza da Basso: apertura estiva proviene da www.controradio.it.

Turismo, undici progetti per valorizzare tutto il territorio

Turismo, undici progetti per valorizzare tutto il territorio

🔈Firenze, presentati gli undici progetti vincitori del bando lanciato da Camera di Commercio di Firenze nel febbraio scorso per ridistribuire i flussi turistici.

Si tratta degli undici progetti vincitori del bando per destagionalizzare e delocalizzare le presenze, per la quale la Camera di Commercio di Firenze ha stanziato 659mila euro.

Dal light festival ai concerti unplugged, dall’arrivo dei cantanti country alla musica elettronica, dalla via degli Dei alle performance di arte irregolare.

E poi ancora: valorizzare i percorsi che dal centro di Firenze arrivano alle ville medicee sulle colline, gli eventi del Mugello e di Vinci, la promozione di produzioni tipiche come l’olio di Reggello e la ceramica di Montelupo: sono alcuni degli undici gli eventi vincitori del bando lanciato da Camera di Commercio di Firenze nel febbraio scorso per ridistribuire i flussi turistici nell’area fiorentina.

Complessivamente, Camera di Commercio di Firenze aiuterà questi appuntamenti con 659mila euro: una cifra rifinanziata rispetto al mezzo milione inizialmente previsto per riuscire a rendere possibili tutti gli eventi giudicati ammissibili.

Tre i festival che nasceranno quest’anno a Firenze: il Bright Festival in un week end fra ottobre e novembre 2018 con digital art, light design e musica, l’Hound Dog Festival che il 13 e 14 ottobre 2018 porterà alle Cascine le star del country rock americano e l’Unusual Florence Unplugged Festival che dal 21 al 23 febbraio 2019, grazie a una serie di performance live, metterà in luce luoghi inusuali (raggiungibili solo grazie a una caccia al tesoro) o dal grande valore artistico come il giardino delle Scuderie Reali e Pagliere, villa Bardini e le grotte di Boboli.

Il primo appuntamento in ordine di tempo, invece, è il Lattexplus Festival nel parco di Villa Solaria a Sesto Fiorentino venerdì 8 e sabato 9 giugno 2018, una rassegna di musica elettronica e di arti digitali con installazioni, performance audiovisive e interviste. Il week end successivo, dal 15 al 17 giugno, sarà la volta di Cèramica 2018 a Montelupo Fiorentino con un focus sulla ceramica nell’arte contemporanea: la città ospiterà installazioni artistiche insieme a un percorso alla scoperta della produzione caratteristica con iniziative per i più piccoli.

Itinerari con eventi di degustazione e promozione presentati ai buyer internazionali sono il cuore del progetto Feel Youunique, ideato per far muovere turisti dal centro storico ad aree intorno a Firenze come le ville Medicee, i luoghi di Leonardo da Vinci, Boccaccio, Niccolò Machiavelli, Enrico Caruso e il Valdarno, mentre Events in Scarperia vuol dare rilievo a un calendario di iniziative che va dalla notte romantica (23 e 24 giugno 2018) alla mostra dei ferri taglienti (fino al 28 ottobre).

Nella stessa area, il progetto Ambiente e natura in Mugello valorizzerà la via degli Dei (un cammino da Bologna a Firenze) e la via di Dante (da Firenze a Ravenna) insieme a una serie di altri percorsi di escursionismo, cicloturismo, ultratrail, canoa e rafting, collegati anche ai 700 anni dalla morte di Dante che ricorreranno nel 2021.

Amo Reggello, dal 26 ottobre al 4 novembre 2018, sarà l’occasione per abbinare arte, musica e olio nuovo, mentre la cultura fantasy sarà al centro della Festa dell’Unicorno di Vinci dal 27 al 29 luglio 2018. Infine, l’area di San Salvi dal 7 al 17 febbraio 2019 ospiterà Irregolart con esibizioni multidisciplinari di arti visive, teatro, musica, narrazione, legati alla cosiddetta arte irregolare, definita Art-Brut.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze:

L'articolo Turismo, undici progetti per valorizzare tutto il territorio proviene da www.controradio.it.

Aeroporto Firenze: nuova pista, i Sì dentro il Palaffari e i No in piazza

Aeroporto Firenze: nuova pista, i Sì dentro il Palaffari e i No in piazza

Doppio appuntamento questa sera a Firenze con al centro le differenti posizioni rispetto all’ipotesi di ampliamento dell’aeroporto Vespucci.  Al Palazzo degli Affari la prima iniziativa organizzata dal comitato Sì Aeroporto, per raccogliere tutti i soggetti che auspicano uno sviluppo dello scalo. Fuori dal palazzo, in piazza, il presidio “Basta affari e profitti!” contro la nuova pista, promosso da Assemblea per la Piana contro le nocività.

Nei giorni scorsi il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiesto alla Regione Toscana di pronunciarsi in merito all’accertamento della conformità urbanistica delle opere previste dal Masterplan dell’Aeroporto di Firenze e dei piani urbanistici ed edilizi vigenti nei Comuni interessati.  “Si tratta di un passaggio procedurale particolarmente significativo al fine di dotare finalmente Firenze e la Toscana di un’infrastruttura che il territorio aspetta da oltre 50 anni”, ha dichiarato il Presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai.

Primi firmatari e fondatori del comitato del Sì sono Confartigianato, Cna, Confesercenti, Confcommercio e Confindustria. Leonardo Bassilichi, Presidente Camera di Commercio di Firenze, ne  e’ stato designato Presidente. Obbiettivo della nuova aggregazione è di far arrivare “a residenti, cittadini e opinione pubblica una comunicazione corretta su questa infrastruttura di vitale importanza per il territorio. Si parte, appunto con un incontro che vuole affrontare con chiarezza e senza alcuna strumentalità il tema dell’impatto della nuova pista su aria, rumore, ambiente. L’ingresso sarà libero ed invitiamo tutti i nostri associati a partecipare: sul palco si alterneranno momenti di divertimento con quelli di approfondimento sul tema”.

“Una kermesse, un incontro, una manifestazione. Un momento, come altri ce ne sono stati, per mostrare il proprio potere sui territori e affermare un progetto che ritengono strategico per le loro imprese e business plan. Eppure un momento particolare che, all’interno della lunga strategia di lobbing e tra i continui tentativi di direzione delle politiche territoriali, segna un passaggio importante”, si legge nel post su Fb di invito alla contro manifestazione del NO.

“Confindustria, grandi imprese, affaristi vecchi e nuovi uniti per convincere i fiorentini che un nuovo Aeroporto è utile, necessario e vantaggioso per tutti. Proprio tutti. Un aeroporto sostenibile, green, talmente rispettoso dell’ambiente che è solo grazie a questo che si faranno boschi e parchi dove oggi è ‘abbandono’. Il tentativo di mascherare l’interesse privato dietro il ‘bene comune’ è evidente ma la scelta del luogo è un segno importante; Il Palaffari di Firenze. A chi non vuole più subire e vede nella difesa del territorio e nella resistenza alle Grandi Opere proposte un’occasione per riprendersi ciò che gli spetta”, conclude l’Assemblea per la Piana contro le nocività che dà appuntamento dalle 18.30 in piazza Adua.

Controradio seguirà entrambi gli eventi con dirette radiofoniche del nostro inviato Gimmy Tranquillo  all’interno della trasmissione di Domenico Guarino ‘Situation Room’ dalle 18 alle 19 e con dirette video sulla nostra pagina Fb Controradio Firenze.

 

L'articolo Aeroporto Firenze: nuova pista, i Sì dentro il Palaffari e i No in piazza proviene da www.controradio.it.

Firenze: nasce ‘Comitato del Sì’ per nuova pista Peretola

Firenze: nasce ‘Comitato del Sì’ per nuova pista Peretola

Nasce il comitato del sì per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze Peretola con la nuova pista: primi firmatari fondatori del ‘Comitato Sì Aeroporto’ sono Confartigianato Firenze, Cna Firenze, Confcommercio Firenze, Confesercenti Firenze, Confindustria Firenze. Come presidente è stato scelto Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio.

Prima attività annunciata dal comitato, una manifestazione “per chiedere a gran voce alle istituzioni la realizzazione della nuova pista dell’aeroporto di Peretola utile a tutta la Toscana, nel pieno rispetto di quanto già deciso dagli organismi competenti”. La manifestazione si terrà lunedì 7 maggio al Palaffari alle 19. “Sarà una vera e propria festa – afferma il comitato – promossa dalle imprese di Firenze e della Toscana, alla quale potranno partecipare liberamente tutti i cittadini. Sul palco si alterneranno momenti di divertimento con approfondimenti su un’opera pubblica giudicata dal mondo delle imprese irrinunciabile per la stessa sopravvivenza del sistema produttivo”.

“Sì al nuovo aeroporto di Peretola e sì alla grande manifestazione in programma a maggio”: lo afferma Giorgio Dell’Artino, presidente dell’associazione Azione Ncc, annunciando l’adesione all’iniziativa annunciata dalle categorie economiche favorevoli al potenziamento dello scalo di Firenze con la realizzazione della nuova pista. Ogni giorno gravitano intorno all’aeroporto 200 Ncc: “E’ il nostro centro nevralgico, dove si concentra una gran fetta delle nostre attività”, ha ricordato Dell’Artino, sottolineando però che il regolamento dell’aeroporto Vespucci ha, da questa estate, ridotto la sosta gratuita da 30 a 15 minuti. “Oggi – ha aggiunto – è diventato impossibile accogliere adeguatamente il cliente e uscire dal parcheggio in soli 15 minuti, considerando anche i tempi di consegna dei bagagli. Come è impossibile farci carico del costo del parcheggio che andrebbe a influire per il 10% sulla tariffa”. Il presidente di Azione Ncc ha ricordato che “abbiamo chiesto un confronto da mesi con sindaco e prefetto, ma non abbiamo ricevuto risposta. La categoria degli Ncc sta subendo un danno importante e la soluzione è più che mai urgente”.

L'articolo Firenze: nasce ‘Comitato del Sì’ per nuova pista Peretola proviene da www.controradio.it.