UNICOOP FIRENZE TAGLIA APERTURE DOMENICALI

unicoop sacchetti

La nuova politica prevede la chiusura in 10 festività e l’apertura domenicale limitata alla mattina nel 40% punti vendita. L’obiettivo è “soddisfare i bisogni senza forzare i consumi.” Filcams Cgil: “scelta storica e in controtendenza.”

Unicoop Firenze taglia le aperture domenicali dei propri punti vendita: la nuova politica per i giorni festivi, presentata oggi dopo un percorso di ascolto interno e esterno alla presenza dei presidenti delle 38 sezioni soci, . prevede il rispetto della chiusura in 10 festività religiose e civili, e l’apertura domenicale limitata alla sola mattina nel 40% dei punti della rete di vendita. “Abbiamo preso una decisione che va controcorrente”, ha spiegato la presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze, Daniela Mori, secondo cui una cooperativa deve “soddisfare i bisogni senza forzare i consumi”, e quindi assumere una decisione che tenga insieme “etica e impresa, valori cooperativi e sostenibilità economica”.

Mori sottolinea che “ci prendiamo il rischio di avere una diminuzione delle vendite, ma non siamo fatti di sole vendite: dobbiamo vedere che valore economico producono. Abbiamo fatto i nostri calcoli, le aperture indiscriminate nei festivi e nelle domeniche producono una richiesta di servizio di un certo livello. Questo significa che tutta la filiera, non solo chi lavora nei punti vendita, dovrebbe attivarsi per rendere un servizio adeguato a quello degli altri giorni”.

La politica di “soddisfare i bisogni senza forzare i consumi”, afferma Unicoop, risponderebbe in primo luogo “alle necessità dei soci che, con i nuovi ritmi di vita, incontrano maggiori difficoltà a concentrare la spesa nei giorni feriali, senza però forzare i consumi e offrendo a chi lavora maggiori opportunità di vivere la festività come momento di relazione con la propria famiglia.

“Dalla liberalizzazione nel 2011,” continua Unicoop in un comunicato stampa “Firenze ha dato vita a diverse proposte: fra queste, l’iniziativa promossa da Confesercenti per la proposta di legge popolare “Libera la domenica” nell’aprile del 2013 con la raccolta di 23.000 firme, e il progetto Il Dìdifesta per la promozione di attività alternative per il tempo libero.”

“Rispetto al contesto generale della distribuzione commerciale e della concorrenza, che ha sposato il ‘sempre aperto’ H24 – sostiene Cinzia Bernardini, segretaria generale Filcams Cgil Toscana – quella di Unicoop Firenze è una scelta in controtendenza e distintiva. Scelta per certi versi storica, che va incontro a parte delle nostre richieste e convinzioni. Unicoop Firenze dimostra così che si può fare commercio anche con logiche diverse: chiediamo agli altri grandi marchi della grande distribuzione privata e cooperativa di seguire questo modello. In Unicoop Firenze si è dimostrato che si può. Chiediamo inoltre di estendere la chiusura nel pomeriggio anche a tutti i negozi dei centri commerciali dove opera Unicoop Firenze”.

The post UNICOOP FIRENZE TAGLIA APERTURE DOMENICALI appeared first on Controradio.