Resistenza. Addio a Sugo, partigiano ribelle

Resistenza. Addio a Sugo, partigiano ribelle

E’ morto Marcello Citano, nome di battaglia “Sugo” nato il 3 dicembre 1926 a Firenze. Membro della Brigata Sinigaglia, Sugo era diventato, dopo la guerra, un riferimento importante per tutta la sinistra fiorentina.

«Eravamo arrivati a un punto di non ritorno. Va detto però che oggi c’è una maggiore cultura di base: tra noi, quelli che avevano studiato erano veramente pochi. Ma c’erano una morale e un’onestà fuori dal comune. Cosa che oggi vedo molto meno. C’era un senso di insofferenza verso le ingiustizie che oggi non ritrovo più. Almeno non così forte. Io dico che se allora i governanti avessero fatto quello che si permettono di fare oggi, gli sarebbe toccato scappare il giorno dopo. Loro e la loro famiglia. Parola di Sugo!»

La sua storia di partigiano combattente  è contenuta nel libro “Ribelli” di Domenico Guarino e Chiara Brilli ed. Infinito, 2011)da cui vi proniamo questi stralci.
«Quando il livello delle ingiustizie e delle disuguaglianze arriva al punto in cui siamo oggi – racconta ancora il Sugo – è normale vedere nei giovani una gran voglia di combattere questo sistema che li ha traditi e sta rubando i migliori anni della loro vita. D’altro canto è pur vero che senza i partiti, senza un’organizzazione solida, non si realizza un vero cambiamento. La nostra lotta ebbe successo anche perché avevamo un’organizzazione che, in gran parte, per quel che mi riguarda, era data dal Partito comunista. Oggi non è più così. Certo, le condizioni erano diverse, perché noi uscivamo dalla guerra, dalla distruzione che questa aveva determinato anche a livello morale, psicologico, per cui allora la ribellione per un certo verso era più semplice».

L'articolo Resistenza. Addio a Sugo, partigiano ribelle proviene da www.controradio.it.

Maltempo in Toscana: prolungato fino lunedì codice giallo per piogge e temporali

Maltempo in Toscana: prolungato fino lunedì codice giallo per piogge e temporali

Prolungato dalla Sala operativa della Protezione civile, fino alle 24.00 di domani lunedì 23 luglio, il codice giallo per piogge e temporali in Toscana.

Oggi le precipitazioni riguarderanno prevalentemente il centro nord, mentre domani si estenderanno a tutta la regione.
Nel corso del pomeriggio di oggi, possibilità di forti temporali a carattere sparso sulle zone centro settentrionali, più probabili sui settori appenninici con possibili colpi di vento e
grandinate.
Domani, lunedì, forti temporali a carattere sparso saranno possibili su tutta la regione, più probabili e frequenti nottetempo sulle zone settentrionali, e successivamente tra fine
mattinata e pomeriggio su quelle centrali e meridionali, mentre una temporanea attenuazione sarà possibile nelle ore mattutine; possibili colpi di vento e grandinate. Tendenza al miglioramento a partire da martedì.
Un violento temporale ha colpito in mattinata la provincia di Pisa, soprattutto la Valdera, nelle zone di Ponsacco e Lari: una decina gli interventi per allagamenti e piccoli smottamenti lungo le strade locali senza interruzione della viabilità. Un fosso nella zona di Perignano ha rotto gli argini invadendo una strada e i terreni limitrofi.
A Fauglia, invece, un fulmine ha colpito un albero che si è incendiato e il piccolo rogo è stato spento dai vigili del fuoco che poi hanno provveduto ad abbattere il tronco carbonizzato, mentre un altro fulmine si è abbattuto su un annesso agricolo
del Comune di Capannoli incendiando il materiale custodito. Nessun danno invece alle persone ma in tutta la provincia sono ancora al lavoro squadre di vigili del fuoco e protezione civile.

L'articolo Maltempo in Toscana: prolungato fino lunedì codice giallo per piogge e temporali proviene da www.controradio.it.

Temporali, domani allerta gialla per rischio idrogeologico

Temporali, domani allerta gialla per rischio idrogeologico

d41846 22 Luglio 2018

Scatterà alla mezzanotte e si concluderá 12 ore dopo. Interessati i corsi d'acqua secondari: in particolare Ema, Mugnone e Terzolle

Domani ancora un'allerta gialla per temporali forti e conseguente rischio idrogeologico/idraulico nel cosiddetto 'reticolo minore' che comprende i corsi d'acqua secondari (soprattutto Ema, Mugnone e Terzolle). Lo segnala il centro funzionale regionale nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda sia il Comune di Firenze che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa. L'allerta scatterà alla mezzanotte di lunedì 23 luglio e si concluderà 12 ore dopo. 

 

Fenomeni previsti (fonte Cfr):

condizioni di marcata instabilità fino alla sera di domani, lunedì.

PIOGGIA: nel pomeriggio di oggi, domenica, precipitazioni sparse a prevalente carattere temporalesco sulle zone centro-settentrionali, più frequenti e probabili sui settori appenninici; cumulati medi non significativi, con massimi fino a 50-70 mm che si potranno raggiungere anche in un ora. Domani lunedì, dalle prime ore, possibilità di precipitazioni sparse a prevalente carattere temporalesco possibili su tutta la regione; le precipitazioni sono attese con maggior probabilità e maggior frequenza nottetempo sul nord della regione, e successivamente tra fine mattinata e pomeriggio sulle zone centrali e meridionali, mentre una temporanea attenuazione sarà possibile in mattinata. Si prevedono cumulati medi fino a 10 mm su alcuni settori appenninici e sulla Maremma, non significativi altrove; massimi fino a 50-70 mm raggiungibili anche in un ora.

TEMPORALI: nel corso del pomeriggio di oggi possibilità di forti temporali a carattere sparso sulle zone centro settentrionali, più probabili sui settori appenninici; possibili colpi di vento e grandinate. Domani, lunedì, forti temporali a carattere sparso possibili su tutta la regione, più probabili e frequenti nottetempo sulle zone settentrionali, e successivamente tra fine mattinata e pomeriggio su quelle centrali e meridionali, mentre una temporanea attenuazione sarà possibile nelle ore mattutine; possibili colpi di vento e grandinate. 

Per informazioni sui fenomeni previsti:

http://www.regione.toscana.it/allertameteo

http://www.cfr.toscana.it

Per informazioni sui rischi e su come comportarsi:

http://www.regione.toscana.it/-/rischio-idrogeologico-idraulico

 

(fn)