Livorno, sindaco Nogarin: tante inchieste assurde, non mi ricandido

Livorno, sindaco Nogarin:  tante inchieste assurde, non mi ricandido

“Ho cinque avvisi di garanzia per reati penali. Vanno dall’abuso d’ufficio al concorso in omicidio colposo, quello per l’alluvione, quello che ha fatto più male”, afferma Nogarin, che dice “basta: essere sindaci di una città in crisi è difficile, è dura”.

“Il mandato mi scade tra un anno. E no, non mi ricandido. Come si fa? Ho sulle spalle cinque inchieste penali e 50 civili. Alcune assurde, come una su un canto dell’upupa. Sono due le cose: o sono Al Capone, oppure c’è un accanimento nei miei confronti”. Così il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, in colloqui riportati fra gli altri da Corriere
della Sera, Repubblica e Stampa.
“Ho cinque avvisi di garanzia per reati penali. Vanno dall’abuso d’ufficio al concorso in omicidio colposo, quello per l’alluvione, quello che ha fatto più male”, afferma Nogarin, che
dice “basta: essere sindaci di una città in crisi è difficile, è dura”.
L’esponente del M5S spiega che resterà “a lavorare nel Movimento”. Sulla possibilità di candidarsi alle Europee, “vediamo, ho fatto solo un mandato. Le nostre regole me lo
impedirebbero solo in caso di condanna”.

L’articolo Livorno, sindaco Nogarin: tante inchieste assurde, non mi ricandido proviene da www.controradio.it.

My Generation il documentario sulla swinging London raccontato da Michael Caine

My Generation il documentario sulla swinging London raccontato da Michael Caine

Michael Caine icona del cinema britannico interprete e narratoredi My Generation, la storia vivida e stimolante del suo lavoro nella Londra degli anni sessanta. Al Cinema Teatro La Compagnia di Firenze dal 22 gennaio

Basato su racconti personali e su splendide riprese d’archivio, questo documentario vede Caine viaggiare nel tempo e dialogare con i Beatles, Twiggy, David Bailey, Mary Quant, i Rolling Stones, David Hockney e altre celebrità.

Il film è stato meticolosamente assemblato negli ultimi sei anni e racconta la nascita della cultura pop a Londra attraverso gli occhi del giovane Michael Caine: “Per la prima volta nella storia, i giovani della classe operaia lottavano per se stessi e dicevano: siamo qui, questa società è anche nostra e non vogliamo andarcene!”. My Generation integra l’audio delle conversazioni di Caine con le altre celebrità con materiale inedito d’archivio per riportare il pubblico nel cuore degli anni sessanta. In una struggente sequenza, vediamo Caine guidare nella Piccadilly Circus di oggi in sovrapposizione a riprese originali degli anni sessanta, a creare un singolare effetto di viaggio nel tempo.

 

INGRESSO: intero 8€/ ridotto €6
v.o. inglese sot ita.:

LUNEDì 22, ORE 21.00
MARTEDì 23, ORE 15.00
MERCOLEDì 24, ORE 21.00
SABATO 27, ORE 17.00
DOMENICA 28, ORE 21.00

L'articolo My Generation il documentario sulla swinging London raccontato da Michael Caine proviene da www.controradio.it.

My Generation il documentario sulla swinging London raccontato da Michael Caine

My Generation il documentario sulla swinging London raccontato da Michael Caine

Michael Caine icona del cinema britannico interprete e narratoredi My Generation, la storia vivida e stimolante del suo lavoro nella Londra degli anni sessanta. Al Cinema Teatro La Compagnia di Firenze dal 22 gennaio

Basato su racconti personali e su splendide riprese d’archivio, questo documentario vede Caine viaggiare nel tempo e dialogare con i Beatles, Twiggy, David Bailey, Mary Quant, i Rolling Stones, David Hockney e altre celebrità.

Il film è stato meticolosamente assemblato negli ultimi sei anni e racconta la nascita della cultura pop a Londra attraverso gli occhi del giovane Michael Caine: “Per la prima volta nella storia, i giovani della classe operaia lottavano per se stessi e dicevano: siamo qui, questa società è anche nostra e non vogliamo andarcene!”. My Generation integra l’audio delle conversazioni di Caine con le altre celebrità con materiale inedito d’archivio per riportare il pubblico nel cuore degli anni sessanta. In una struggente sequenza, vediamo Caine guidare nella Piccadilly Circus di oggi in sovrapposizione a riprese originali degli anni sessanta, a creare un singolare effetto di viaggio nel tempo.

 

INGRESSO: intero 8€/ ridotto €6
v.o. inglese sot ita.:

LUNEDì 22, ORE 21.00
MARTEDì 23, ORE 15.00
MERCOLEDì 24, ORE 21.00
SABATO 27, ORE 17.00
DOMENICA 28, ORE 21.00

L'articolo My Generation il documentario sulla swinging London raccontato da Michael Caine proviene da www.controradio.it.

Lucca: alpinista scivola e muore alla Pania della Croce

Lucca: alpinista scivola e muore alla Pania della Croce

Un alpinista è morto a seguito delle ferite riportate per una caduta nel
Vallone dell’Inferno sul versante occidente della Pania della Croce (Lucca).

L’uomo, secondo quanto si appreso, sarebbe finito nella Buca della neve.  A dare l’allarme al 118, intorno alle 17, gli altri componenti del gruppo che si trovavano con l’uomo. L’elicottero Pegaso 3 a causa delle condizioni atmosferiche e dell’approssimarsi del buio non ha potuto raggiungere l’alpinista ma è riuscito a trasportare gli uomini della stazione di Lucca, insieme con il medico, a circa 1 ora e 20 minuti di distanza, lungo il sentiero del pastore che sale al Rifugio Rossi.

Sul posto si è diretta anche la squadra di Querceta(Lucca). Il Sast (Soccorso alpino e speleologico Toscano) ricorda che in quota le condizioni della neve non sono
buone: vento e pioggia hanno fatto affiorare strati di neve molto ghiacciata.

Sono stati invece recuperati in serata dal Soccorso alpino dell’Emilia-Romagna, gli escursionisti che verso le 18 erano scivolati in un canalone, mentre stavano scalando con i ramponi una parete del Corno alle Scale, sull’Appennino Bolognese. Si tratta di quattro uomini , tra i quali due guide della zona e due escursionisti che, secondo i soccorritori, sono le due persone scivolate nel canalone. I due escursionisti hanno riportato un principio di ipotermia e uno di loro ha anche un trauma cranico. Nessun problema invece per gli altri due uomini. Dopo la medicalizzazione sul posto i feriti sono destinati al
trasporto in ospedale a Bologna. I quattro facevano parte di una comitiva di 15 persone
partite da Pracchia (Pistoia) e alle ricerche hanno collaborato anche i Vigili del fuoco pistoiesi.

 

L'articolo Lucca: alpinista scivola e muore alla Pania della Croce proviene da www.controradio.it.

Lucca: alpinista scivola e muore alla Pania della Croce

Lucca: alpinista scivola e muore alla Pania della Croce

Un alpinista è morto a seguito delle ferite riportate per una caduta nel
Vallone dell’Inferno sul versante occidente della Pania della Croce (Lucca).

L’uomo, secondo quanto si appreso, sarebbe finito nella Buca della neve.  A dare l’allarme al 118, intorno alle 17, gli altri componenti del gruppo che si trovavano con l’uomo. L’elicottero Pegaso 3 a causa delle condizioni atmosferiche e dell’approssimarsi del buio non ha potuto raggiungere l’alpinista ma è riuscito a trasportare gli uomini della stazione di Lucca, insieme con il medico, a circa 1 ora e 20 minuti di distanza, lungo il sentiero del pastore che sale al Rifugio Rossi.

Sul posto si è diretta anche la squadra di Querceta(Lucca). Il Sast (Soccorso alpino e speleologico Toscano) ricorda che in quota le condizioni della neve non sono
buone: vento e pioggia hanno fatto affiorare strati di neve molto ghiacciata.

Sono stati invece recuperati in serata dal Soccorso alpino dell’Emilia-Romagna, gli escursionisti che verso le 18 erano scivolati in un canalone, mentre stavano scalando con i ramponi una parete del Corno alle Scale, sull’Appennino Bolognese. Si tratta di quattro uomini , tra i quali due guide della zona e due escursionisti che, secondo i soccorritori, sono le due persone scivolate nel canalone. I due escursionisti hanno riportato un principio di ipotermia e uno di loro ha anche un trauma cranico. Nessun problema invece per gli altri due uomini. Dopo la medicalizzazione sul posto i feriti sono destinati al
trasporto in ospedale a Bologna. I quattro facevano parte di una comitiva di 15 persone
partite da Pracchia (Pistoia) e alle ricerche hanno collaborato anche i Vigili del fuoco pistoiesi.

 

L'articolo Lucca: alpinista scivola e muore alla Pania della Croce proviene da www.controradio.it.