Siena, studenti Erasmus donano panettoni a degenti ospedale pediatrico

Siena, studenti Erasmus donano panettoni a degenti ospedale pediatrico

La bella iniziativa nata da una raccolta fondi del Gruppo Erasmus Siena in favore di una Onlus che ha convertito i soldi raccolti nei doni per i bambini

Un dolce pensiero di Natale per i piccoli pazienti dell’UOC Pediatria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, diretta dal professor Salvatore Grosso. È quello degli studenti Erasmus di Siena che hanno consegnato dei panettoni ai degenti e alle famiglie della Pediatria del policlinico Santa Maria alle Scotte.

L’iniziativa è nata da una raccolta fondi della ESN-Siena GES (Gruppo Erasmus Siena): i contributi sono stati devoluti all’Associazione “CDKL5-Insieme verso la cura onlus” che in cambio ha fornito i panettoni da donare alla pediatria. “Si tratta di un nobile gesto, di grande generosità – commenta il professor Salvatore Grosso, direttore dell’UOC Pediatria -. Fa piacere che gli studenti Erasmus abbiano avuto un pensiero speciale per i bambini ricoverati, al fine di rendere la loro permanenza in ospedale più dolce e serena”.

L’articolo Siena, studenti Erasmus donano panettoni a degenti ospedale pediatrico proviene da www.controradio.it.

Valutazione ambientale sul Piano Urbanistico di Castello

Valutazione ambientale sul Piano Urbanistico di Castellod29474
21 Dicembre 2017

La giunta ha avviato la procedura per la valutazione ambientale strategica (VAS) sulla variante al piano attuativo del Piano Urbanistico Esecutivo (Pue) di Castello. Si tratta di un atto importante in vista dello spostamento della Mercafir e della conseguente possibilità di realizzazione del nuovo stadio nell’area di Novoli così liberata.

La proposta di variante sottoposta a Vas prevede a questo fine l’eliminazione della quota residua di direzionale pubblico e la conversione della quota ‘direzionale/servizi privati’ verso la destinazione ‘produttiva (artigianale e industriale)’, che potrà così contenere il nuovo mercato ortofrutticolo. Questo si renderà possibile attraverso la realizzazione di un insediamento concentrato a nord dell’area interessata dal Pue (in diretta continuità con la zona produttiva esistente).

Si prevede quindi il ridimensionamento della capacità edificatoria della destinazione direzionale/servizi privati originaria e la localizzazione di un’area destinata alla residenzialità/ricettività di transizione fra la zona produttiva/commerciale a nord e il complesso della scuola Marescialli nella parte più prossima al parco urbano.  

 

Fonte immagine corrierefiorentino.it