Assessori e dirigenti a lezione di leadership dai formatori dell’Aeronautica Militare

Assessori e dirigenti a lezione di leadership dai formatori dell’Aeronautica Militare

d57671 06 Ottobre 2018

Mercoledì il primo appuntamento con il sindaco Nardella e il generale Nuzzo

Assessori e dirigenti del Comune a lezione di leardership dai militari dell’Aeronautica. Grazie alla collaborazione avviata tra Amministrazione comunale e ISMA, l’Istituto di Scienze Militari Aeronautica,  65 figure dirigenziali (tra coordinatori, direttori e dirigenti) e l’intera giunta seguiranno seminari dedicati alla consolidamento delle competenze in materia di leadership e lavoro in team applicato alla pubblica amministrazione.

Mercoledì prossimo sarà il sindaco Dario Nardella insieme al generale di brigata aerea Vincenzo Nuzzo comandante dell’Istituto a portare il saluto nel corso della prima lezione introduttiva in cui il colonnello Luca Mazzini, comandante del Reparto Formazione Didattica e Manageriale, presenterà le attività e il programma della formazione.

Il seminario per i dirigenti si terrà presso l’ISMA è sarà articolato in 16 giornate nelle quali i frequentatori affronteranno attività didattiche ove i formatori militari lavoreranno nell’ambito delle quattro dimensioni del modello di  leadership sviluppato dall’Aeronautica Militare. Per quanto riguarda invece gli assessori, la formazione è stata articolata in due seminari di 6 ore ciascuno.

Tornando all’oggetto della formazione, la prima dimensione consiste nell’approfondire i concetti di self leadership ovvero la capacità di avere consapevolezza degli stati d’animo propri e altrui;  la seconda dimensione punta a favorire e rafforzare le capacità di costruzione del team.  Il terzo settore di approfondimento è quello della leadership organizzativa mentre il quarto livello del modello aeronautico prevede una crescita nell’ambito della leadership strategica rivolta prevalentemente alla dirigenza di livello più elevato. Il corso è stato per così dire concepito ad hoc per il Comune di Firenze sia nei contenuti specifici sia nella cadenza della formazione, sulla base del modello già sperimentato con successo dall’ISMA.