Viareggio: 5 arresti per sfruttamento prostituzione e favoreggiamento immigrazione

Viareggio: 5 arresti per sfruttamento prostituzione e favoreggiamento immigrazione

Quattro uomini e una donna, su disposizione del gip di Lucca Antonia Aracri, sono stati arrestati a Viareggio (Lucca) con le accuse di sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, spaccio di droga e rapina. Altre due persone, una romena e un tunisino, accusati a vario titolo di concorso, sono stati sottoposti all’obbligo di dimora.

Si tratta appunto di 5 persone: tre uomini di 31, 35 e 28 anni, tutti di origine albanese, un 28enne romeno e una donna di Viareggio di 33 anni.

Tra le attività poste in essere dal ‘sodalizio’ e bloccate dalla polizia di Lucca, l’acquisto di donne poi costrette a prostituirsi in Versilia, il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina attraverso la celebrazione di matrimoni fittizi tra italiane e marocchini o tunisini, e diverse rapine o tentativi.

Un caso recente riguarda una ristoratrice di Torre del Lago (Viareggio) che nella borsa custodiva l’incasso della serata e che, nonostante esser stata trascinata per diversi metri, è riuscita a salvare il denaro.

Ed ancora, sempre per la procura, furti in case e in un cantiere: la merce è stata rinvenuta e restituita ai proprietari.

Tutte le attività della banda erano finalizzate a finanziare lo spaccio di droga. A dar il via alle indagini l’incendio appiccato il 5 giugno 2017, a seguito del lancio di una bottiglia incendiaria, al container ove viveva il fratello del 28enne romeno.

Qualche giorno dopo vennero fermati i due autori mentre stavano per scappare all’estero.

L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Salvatore Giannino, ha permesso di scoprire che i due romeni tentarono di ottenere diecimila euro, a titolo di risarcimento, dai familiari dei due arrestati.

Alla fine le due famiglie hanno composto la lite grazie alla giustizia rom e da allora hanno iniziato a ‘lavorare’ insieme.

Sono state inoltre perquisite, sempre a Viareggio (Lucca), le abitazioni di altri sei indagati.

L'articolo Viareggio: 5 arresti per sfruttamento prostituzione e favoreggiamento immigrazione proviene da www.controradio.it.

Monte Fiocca: escursionista salvato nella notte

Monte Fiocca: escursionista salvato nella notte

Un’escursionista 34enne era rimasto bloccato sul monte Fiocca, Lucca, salvato dal soccorso alpino. Nessuna lesione per l’uomo.

Avventura a lieto fine per un 34enne escursionista originario di Viareggio (Lucca).
L’uomo, che stava effettuando un piccolo trekking itinerante in zona Monte Sumbra, dove aveva bivaccato la notte precedente, aveva deciso di salire il Monte Fiocca percorrendo il sentiero per poi discendere verso il Passo Sella.

Nella fase di discesa, anziché percorrere il sentiero, ha scelto di scendere verso valle percorrendo la difficoltosa cresta del Monte Fiocca, dove molti sono i passaggi delicati.

Con il passare delle ore e con l’aumento della stanchezza e delle difficoltà oggettive date dal terreno impervio, l’uomo ha chiesto aiuto telefonando al fratello.

Intorno alle 20.00 di ieri l’allarme è arrivato alla Stazione di Querceta del Soccorso alpino toscano.

Le squadre si sono messe in cammino ed hanno raggiunto l’escursionista che è stato messo in sicurezza e ricondotto lentamente a valle ricorrendo anche ad una serie di manovre tecniche di recupero.

L’uomo, stanco e senza riserve di acqua, è stato accompagnato quindi ad Arni dove, attorno alle 2.00 ad attenderlo c’era un’ambulanza.

L'articolo Monte Fiocca: escursionista salvato nella notte proviene da www.controradio.it.

Carlo Barbagli nuovo presidente di Fimaa-Confcommercio Toscana

Carlo Barbagli nuovo presidente di Fimaa-Confcommercio Toscana

Cambio al vertice per Fimaa-Confcommercio Toscana: Carlo Barbagli è il nuovo presidente degli Agenti immobiliari Toscani. La sua nomina è avvenuta ieri (mercoledì 11 luglio 2018) a Firenze durante la riunione del consiglio direttivo della categoria nella sede operativa di Confcommercio Toscana, in largo Annigoni.

Classe 1963, Barbagli lavora nel settore dal 1983 ed è attualmente titolare della ‘Barbagli Immobiliare’ di Castiglion Fiorentino. Succede al collega lucchese Alessandro Gabriele nella guida degli agenti toscani, in un momento molto delicato per il mercato immobiliare, che negli ultimi mesi sembra finalmente voler risalire la china dopo un periodo prolungato di stasi.

”Il mercato è in ripresa, nonostante persistano ancora tante criticità come l’incertezza politica, l’instabilità economica ed occupazionale, i timori del futuro che frenano le famiglie italiane, per non parlare del carico fiscale che grava sugli immobili”, sottolinea il neo presidente di Fimaa-Confcommercio Toscana Carlo Barbagli, ”i segnali positivi arrivano soprattutto dal mercato degli immobili residenziali: secondo i nostri rilevamenti le compravendite sono aumentate in quasi tutte le province toscane, ad eccezione di Pisa, Livorno e Pistoia.”

Sul fronte degli immobili commerciali, invece, l’andamento è ancora fiacco: ”c’è chi registra una lieve crescita, nell’ordine di pochi punti percentuali, in città come Firenze, Lucca e Pistoia.

In generale, nei centri storici i fondi delle strade più frequentate hanno un turn over ancora vivace, ma altrove si fa più fatica e il cartello ‘vendesi o affittasi’ resta affisso più a lungo.

Per i prossimi mesi confidiamo nella stabilizzazione dei prezzi e in un numero di scambi più alto, ma la cautela è diventata ormai la nostra parola d’ordine. Pensare che, in situazione di normalità, il comparto immobiliare contribuisce alla ripresa economica del Paese con oltre il 20% del Pil”.

Molto positiva per i professionisti del settore immobiliare è stata l’entrata in vigore, dal 15 febbraio scorso, della legge 3/2018, che prevede un inasprimento delle sanzioni penali anche per chi esercita in forma abusiva l’attività di agente.

Ora, in caso di recidiva dopo la prima multa, si rischiano infatti fino a tre anni di carcere.

“Un provvedimento utile a tutelare i consumatori e a colpire chi fa concorrenza sleale alle nostre imprese. L’importante è che vengano effettuati i controlli e applicate le sanzioni, altrimenti la legge resta lettera morta”.

“Oltre ai controlli e alla repressione gioverebbe anche una migliore informazione e formazione ai consumatori. Qualcuno fa ancora fatica a distaccarsi dalla vecchia immagine del sensale, ma oggi le cose sono molto cambiate.

A tutela dei clienti, gli agenti immobiliari sono tenuti ad osservare una serie di regole molto stringenti, a stipulare una copertura assicurativa annuale, per non parlare degli obblighi in materia di privacy o di antiriciclaggio”, sottolinea Carlo Barbagli, “misure che comportano un notevole impegno di tempo e risorse. È giusto quindi che la legge tuteli chi fa bene il proprio mestiere difendendolo dalla concorrenza sleale degli abusivi”.

 

L'articolo Carlo Barbagli nuovo presidente di Fimaa-Confcommercio Toscana proviene da www.controradio.it.

Si rovescia barchino lago Massaciuccoli, morto un uomo

Si rovescia barchino lago Massaciuccoli, morto un uomo

Massarosa in provincia di Lucca, subacquei dei vigili del fuoco hanno trovato il cadavere dell’uomo disperso oggi pomeriggio nel lago di Massaciuccoli, per il rovesciamento di un barchino a motore su cui si trovava insieme a un amico che invece si è salvato.

Il corpo era sul fondale, non troppo lontano dal punto del rovesciamento del barchino, secondo quanto risulta, la vittima si chiamava Carlo Tambellini, aveva 46 anni ed abitava a Bozzano (Lucca).

Secondo una prima ricostruzione fra le cause del rovesciamento dell’imbarcazione potrebbe esserci il meteo: vento e pioggia avrebbero fatto finire in acqua i due uomini.

Mentre l’amico superstite, 45 anni di Massarosa, è riemerso subito dall’acqua, l’altro non ce l’ha fatta, dalle prime informazioni sembra che alla guida del barchino ci fosse la vittima, che risulta anche proprietario del piccolo natante.

L’amico superstite avrebbe detto ai soccorritori che improvvisamente il barchino si è rovesciato e che entrambi sono finiti in acqua e che ha cercato subito l’altro ma non vedendolo riemergere ha dato l’allarme al numero di emergenza della capitaneria di porto.

Sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco del Comando di Lucca e del nucleo sommozzatori VF di Livorno, sono intervenuti anche i carabinieri. Questi ultimi hanno sequestrato l’imbarcazione per gli accertamenti.

L'articolo Si rovescia barchino lago Massaciuccoli, morto un uomo proviene da www.controradio.it.

Muore 26enne in incidente tra moto e auto

Muore 26enne in incidente tra moto e auto

Coreglia, in provincia di Lucca, un 26enne è morto ieri sera in un incidente stradale avvenuto sulla via Nazionale a Pian di Coreglia.

Il giovane, Rudy Biagioni, di Ghivizzano, nel comune di Coreglia, viaggiava in sella a una moto che si è scontrata con una Fiat Punto.

Sul posto sono subito intervenute una automedica e un’ambulanza ma per il 26enne non c’è stato nulla da fare, a chiamare i soccorsi il conducente della Fiat Punto che successivamente è stato colto un lieve malore.

Sulla dinamica dell’incidente accertamenti sono ancora in corso da parte dei carabinieri e sul luogo dell’incidente si è recato anche il sindaco di Coreglia Valerio Amadei.

L'articolo Muore 26enne in incidente tra moto e auto proviene da www.controradio.it.