Aferpi , commissario: Cevital non ha adempiuto a obblighi

Aferpi , commissario: Cevital non ha adempiuto a obblighi

Il minstro Calenda: “ritengo sia prossimo il momento di ricercare soluzioni alternative”. Lo afferma nella nota sulla situazione dell’ex Lucchini di Piombino il ministro dello Sviluppo Calenda.

Il Commissario della Lucchini in amministrazione straordinaria, Pietro Nardi ha formalmente
contestato alle società Aferpi e Cevital l’inadempimento degli obblighi di prosecuzione delle attività produttive contrattualmente assunte, da ultimo il 30 giugno scorso, per lo
stabilimento ex Lucchini di Piombino, avendo constatato che alla data del 30 agosto scorso lo stabilimento era inattivo. Lo riferisce una nota del Mise, secondo cui le mancanze riscontrate sono “una manifestazione della gravità della situazione in cui
si trova l’azienda”.
  “Il confronto con Cevital è sempre stato franco e da parte nostra è stato fornito ogni possibile supporto”, ma “la mancanza di attendibilità degli impegni assunti da Cevital, confermati anche dalle difficoltà riscontrate in queste ultime settimane, sono difficilmente
accettabili e superabili. Per questo ritengo sia prossimo il momento di ricercare soluzioni alternative”. Lo afferma nella nota sulla situazione dell’ex Lucchini di Piombino il ministro
dello Sviluppo Calenda.

L'articolo Aferpi , commissario: Cevital non ha adempiuto a obblighi proviene da www.controradio.it.

AFERPI: PROROGATI CONTRATTI SOLIDARIETA’ FINO A DICEMBRE 2018

ADDENDUM

Sottoscritto addendum contratto con Cevital. Prolungato fino al 30 giugno 2019 il periodo di sorveglianza da parte degli organi della Procedura di amministrazione straordinaria per Aferpi. Intanto,viene autorizzata la prosecuzione dei contratti di solidarietà.

Lo prevede un addendum al contratto del 2015 siglato questa mattina al Mise con il gruppo Cevital. Si prevede inoltre l’impegno di Cevital/Aferpi, a individuare, entro il 31 ottobre 2017, una partnership per la parte siderurgica del Progetto Piombino o a presentare, nello stesso termine, un piano industriale con evidenza delle fonti di finanziamento certe.

“La violazione di quanto inserito nell’Addendum in merito alla ripresa produttiva, alla ricerca della partnership ed alla presentazione del piano industriale, costituirebbe grave inadempimento di Aferpi e quindi causa di risoluzione”, si legge nel testo che spiega come questo nuovo accordo “si è reso necessario dopo la contestazione ad Aferpi dell’inadempimento sulla esecuzione degli investimenti previsti nel programma industriale”.

L’addendum sancisce tra l’altro l’impegno di Aferpi a riprendere l’attività produttiva con le tempistiche del Piano di Azione: per la parte siderurgica la scadenza per la ripresa dell’attività di laminazione è ad agosto 2017 per le rotaie e ad ottobre per barre e vergella. Per il piano di liberazione aree c’è un termine per gli smantellamenti di impianti piccoli con fine lavori a settembre 2017 e l’assegnazione degli ordini entro ottobre 2017 per lo smantellamento di grandi impianti, con la fine lavori nell’ottobre 2019. È prevista poi la verifica ad ottobre 2017 sull’emissione degli ordini e successivamente ogni sei mesi a partire da gennaio 2018.
Quanto alla parte Logistica e Agroalimentare , Aferpi si impegna a presentare le relative proposte operative entro sei
mesi dalla approvazione del Piano siderurgico.

I contratti di solidarietà per lo stabilimento Aferpi sono stati autorizzati fino al 31 dicembre 2018, “con mantenimento per i lavoratori del livello di reddito garantito dal contratto di solidarietà vigente nel biennio 2015-2017″ È quanto emerge dalla nota del Ministero dello Sviluppo economico, sulla firma dell’addendum all’accordo per la ex Lucchini di Piombino, che fa riferimento all’emanazione del “decreto interministeriale in data 23 giugno 2017 che autorizza la prosecuzione dei contratti di solidarietà”

The post AFERPI: PROROGATI CONTRATTI SOLIDARIETA’ FINO A DICEMBRE 2018 appeared first on Controradio.