Omicidio Ciatti, padre: un ceceno resta in carcere

Omicidio  Ciatti,  padre: un ceceno resta in carcere

Il padre di Niccolò: “parlato con ministro Orlando, credo che la prossima settimana sarò a Roma per incontrarlo”

“Ho avuto conferma ieri sera dall’avvocato che l’unico dei ceceni in carcere ci rimarrà”: lo ha detto a Lady Radio Luigi Ciatti, il padre di Niccolò, il 22enne di Scandicci ucciso in discoteca a Lloret de Mar. Il padre della vittima ha spiegato che ci sono intanto i primi risultati del suo appello ai presenti in discoteca la notte dell’omicidio: “Qualcuno mi sta rispondendo, sono convinto che molti altri erano presenti perché nei fotogrammi che mi ha mandato una ragazza ci sono persone in maglietta bianca: sono gli accompagnatori dell’associazione Scuolazoo, che probabilmente hanno visto anche l’inizio del pestaggio. Qualcuno sta rispondendo, io spero che la coscienza di tutti i presenti si faccia avanti”.
Luigi Ciatti ha poi riferito del sostegno ricevuto dalle istituzioni: “Mi sono state vicine, a partire dal comune di Scandicci col sindaco Sandro Fallani e il comune di Firenze.
Sono stati a trovarmi la vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi e il sottosegretario Cosimo Ferri, oltre al vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri che ha chiamato il ministro Orlando con cui ho potuto parlare, credo che la prossima settimana sarò a Roma per incontrarlo. Penso che per arrivare ad avere giustizia ci voglia il loro intervento e l’intervento dell’Interpool. Ho piena fiducia e sono convinto che arriverò ad avere giustizia”.

L'articolo Omicidio Ciatti, padre: un ceceno resta in carcere proviene da www.controradio.it.