Acqua: fontanelli negli ospedali, M5S “Vittoria nostra battaglia”

Acqua: fontanelli negli ospedali, M5S “Vittoria nostra battaglia”

La proposta di inserire fontanelli di acqua potabile anche negli ospedali e nelle case della salute, avanzata dai consiglieri regionali del M5S Andrea Quartini e Giacomo Giannarelli, è diventata realtà dopo l’approvazione all’unanimità in Consiglio Regionale.

I consiglieri pentastellati hanno scritto in un post sul blog del M5S: “Dopo cinque mesi di melina, il Consiglio Regionale ha approvato all’unanimità la nostra proposta di impegnare la giunta regionale a promuovere l’uso dell’acqua potabile di rubinetto” con inserimento di fontanelli, “a partire dalla strutture sanitarie, garantendo una distribuzione adeguata e accessibile. In un’ottica di economia circolare volevamo ridurre al minimo la produzione di rifiuti e permettere la disponibilità di acqua in modo gratuito proprio in quelle strutture dove i cittadini vanno per necessità: gli ospedali, le case della salute e i presidi sanitari territoriali. E ci siamo riusciti!”.

Il post continua: “Aspettiamo l’attuazione della giunta regionale di questo indirizzo importante, che lascia presagire un futuro dove spariranno le migliaia di bottigliette d’acqua vendute ogni giorno a pazienti, loro familiari e cari e personale sanitario negli ospedali toscani, nelle Case della Salute e nel resto dei presidi sanitari regionali” sottolineano i Cinque Stelle “In sostituzione delle bottigliette ci saranno fontanelli d’acqua potabile come quelli che già da tempo i cittadini toscani hanno imparato a conoscere e usare in molti comuni”

“Proprio il 22 marzo scorso Acque Spa ha festeggiato i dieci anni del progetto “Acqua di alta qualità” con cui ha attivato 54 impianti nel Basso Valdarno” evidenzia Giacomo Giannarelli, vicepresidente della Commissione Ambiente e Territorio “secondo i dati forniti dal gestore questi fontanelli hanno erogato gratuitamente 38 milioni di litri di acqua, facendo risparmiare ai cittadini che se ne sono serviti ben 8 milioni di euro l’anno, e al pianeta 25 milioni di bottiglie, pari a 1000 tonnellate di plastica. Come abbiamo avuto modo di dire già in passato, la plastica rappresenta una delle principali fonti di inquinamento, soprattutto marino. Abbiamo ancora davanti agli occhi quel titolo di giornale col quale si annunciava che il CNR Ligure aveva identificato proprio nel tratto tra Capraia e Gorgona la più alta concentrazione di plastiche di tutto il mare italiano”, proseguono Quartini e Giannarelli.

“Dovevamo reagire – concludono i consiglieri regionali M5S – e l’approvazione di questa mozione, garantita anche dall’accogliemento dell’emendamento richiesto dall’aula, è un primo importante risultato per ridurre quelle 82mila tonnellate di plastiche che ogni anno noi toscani ‘buttiamo via’”.

L'articolo Acqua: fontanelli negli ospedali, M5S “Vittoria nostra battaglia” proviene da www.controradio.it.

Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina 

Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina 

Il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un evento a Loiano, nel Bolognese, sull’intesa tre le Città Metropolitane di Bologna e Firenze, ha esortato M5S e Lega a dimostrare di sapere e volere governare, dati i risultati che hanno conseguito alle elezioni.

Il sindaco fiorentino, Dario Nardella, ha detto: “Io credo che quello tracciato da Maurizio Martina sia un buon percorso. Non dobbiamo demonizzare gli italiani che hanno votato Lega o Movimento 5 Stelle: primo perché molti di questi erano anche nostri elettori, secondo perché una cosa é distinguere tra i politici, altro é invece parlare all’elettorato”.
Il primo cittadino toscano ha aggiunto che “noi dobbiamo recuperare tutti quegli italiani che hanno avuto fiducia nella riforma costituzionale, quel 40%, e tutti quegli italiani che, nel 2014, alle europee e anche alle amministrative, penso alla mia città Firenze, hanno creduto in un progetto di centrosinistra. Visto che c’è una grande fluidità del voto – ha concluso Nardella – noi non dobbiamo disperare. Ora è venuto che il Movimento 5 Stelle e Lega, per il risultato elettorale che hanno conseguito, dimostrino di volere e di sapere governare il Paese in modo coerente con le promesse che hanno fatto in campagna elettorale a milioni di italiani”.

L'articolo Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina  proviene da www.controradio.it.

Elezioni, Toscana: M5S, noi prima forza in tre province 

Elezioni, Toscana: M5S, noi prima forza in tre province 

“Siamo la prima forza politica in tre province toscane, Massa Carrara Grosseto e Lucca, e in numerosi comuni toscani”, così il gruppo consiliare in Regione del Movimento 5 Stelle, in un post sul sito web www.movimento5stelletoscana.it , commenta i risultati del voto del 4 marzo.

“Soprattutto in ogni territorio regionale il risultato ci indica come forza di governo consolidata che cresce costantemente e ha interamente recuperato lo scarto delle europee 2014 e più che raddoppiato i consensi rispetto alle regionali 2015. Ringraziamo i toscani e le toscane che domenica hanno scelto il Movimento 5 Stelle come forza politica capace di rappresentarli, 526.921 alla Camera e 484.281 al Senato – aggiunge il post – Hanno partecipato ad un risultato nazionale storico”.

L'articolo Elezioni, Toscana: M5S, noi prima forza in tre province  proviene da www.controradio.it.

Elezioni: Toscana, eletti in totale 56 parlamentari

Elezioni: Toscana, eletti in totale 56 parlamentari

E’ ‘pareggio’ in Toscana tra centrodestra e centrosinistra per numero di eletti in regione alle politiche di domenica scorsa. Dei 56 che andranno in Parlamento grazie al voto toscano (18 senatori e 38 deputati), 23 appartengono al centrodestra, altrettanti al centrosinistra. Nove invece gli eletti da M5s e uno da Leu.

Come spiega il direttore dell’Osservatorio elettorale e del settore ‘Politiche per la partecipazione della Regione Toscana Antonio Floridia, al Senato “il centrosinistra ha eletto 7 senatori, 4 nel proporzionale e 3 nell’uninominale (6 il Pd e 1 Insieme), il centrodestra ne ha eletti 8, 4 nel proporzionale (2 la Lega, 1 Fi, e 1 Fdi), e altrettanti nell’uninominale (2 Fi, 1 Fdi e Lega). Tre i senatori M5s, tutti eletti nel proporzionale”. Alla Camera, ha spiegato ancora Floridia, “nell’uninominale sono stati eletti 7 deputati dal centrosinistra (tra cui uno con Civica popolare), e 9 in quota proporzionale dal Pd. Il centrodestra ha eletto 7 deputati in quota uninominale e nel proporzionale altri 8: 4 della Lega, 3 di Forza Italia, e 1 di Fratelli d’Italia. M5s ne ha eletti 6 nel proporzionale e 1 Leu”.

L'articolo Elezioni: Toscana, eletti in totale 56 parlamentari proviene da www.controradio.it.

Elezioni: in Toscana avanza Centrodestra, Pd al 30%, M5S al 25%

Elezioni: in Toscana avanza Centrodestra, Pd al 30%, M5S al 25%

In Toscana la differenza tra centrodestra, passato dal 21,29% al 33%, e centrosinistra (oggi al 34,61% contro il 43,46% del 2013) è ai minimi storici, quasi azzerata, mentre il M5s, da solo ha il 25% (era al 22,7%).

Il crollo del Pd, che comunque resta il primo partito, è forte anche nell’ormai ex regione ‘rossa’. Nel 2013 aveva sfiorato al Senato il 40% (39,52%): se i dati finali saranno confermati avrà poco più del 30%. Anche con Leu (vicino al 4%) il calo è evidente.

La vera sorpresa è anche in Toscana la Lega che con un risultato superiore al 18% diventa il primo partito del centrodestra: Forza Italia si fermerebbe poco sopra l’11% (cinque anni fa aveva il 18%).

Per quanto riguarda Matteo Renzi, nel collegio uninominale del Senato di Firenze-1 nelle prime 93 sezioni scrutinate su 461 il suo risultato si attesta al 44,09%, mentre il candidato del centrodestra Alberto Bagnai si ferma intorno al 25,5%. Staccato Nicola Cecchi (M5s), sotto il 19%.
Affluenza è superiore 77,40% (era 79,02%).

L'articolo Elezioni: in Toscana avanza Centrodestra, Pd al 30%, M5S al 25% proviene da www.controradio.it.