PISA, BIMBA UCCISA: PM CHIEDE ERGASTOLO PER COMPAGNO MADRE

Pisa Pm giustizia lucca uomo 30 anni

Questa la richiesta contro il 32enne Krstic del pm Dominijani al termine della seduta in corte d’assise a Pisa. La madre della piccola è stata condannata a 10 anni di reclusione.

Il massimo della pena previsto dal codice: ergastolo con isolamento diurno. E’ la richiesta di pena fatta dal pm Giancarlo Dominijanni oggi al termine della  requisitoria in corte d’assise a Pisa al processo che vede imputato Tonino Krstic, 32 anni, di origine serba, accusato dell’omicidio della piccola Samatha, 3 anni, figlia della sua compagna, a causa delle botte subite. La piccola morì il 27 aprile 2016, in una baracca di Calambrone, sul litorale pisano, dove viveva con la madre, legatasi all’imputato dopo la separazione dal marito e padre della piccola, un uomo originario di Rapallo (Genova).

Il sostituto procuratore ha ricostruito la condotta dell’ imputato in aula senza concedergli alcuna attenuante e ritenendo che agì con violenza e senza alcuna pietà nei confronti della piccola, arrivando anche a minacciare la madre della bambina – tra l’altro la donna nei giorni scorsi è stata condannata, con
rito abbreviato, a 10 anni di reclusione per maltrattamenti – se avesse rivelato le percosse ai soccorritori chiamati solo quando la bimba era ormai in fin di vita. La sentenza è attesa per venerdì prossima dopo le repliche delle difese.

The post PISA, BIMBA UCCISA: PM CHIEDE ERGASTOLO PER COMPAGNO MADRE appeared first on Controradio.

PISA, BIMBA UCCISA: PM CHIEDE ERGASTOLO PER COMPAGNO MADRE

Pisa Pm giustizia lucca uomo 30 anni

Questa la richiesta contro il 32enne Krstic del pm Dominijani al termine della seduta in corte d’assise a Pisa. La madre della piccola è stata condannata a 10 anni di reclusione.

Il massimo della pena previsto dal codice: ergastolo con isolamento diurno. E’ la richiesta di pena fatta dal pm Giancarlo Dominijanni oggi al termine della  requisitoria in corte d’assise a Pisa al processo che vede imputato Tonino Krstic, 32 anni, di origine serba, accusato dell’omicidio della piccola Samatha, 3 anni, figlia della sua compagna, a causa delle botte subite. La piccola morì il 27 aprile 2016, in una baracca di Calambrone, sul litorale pisano, dove viveva con la madre, legatasi all’imputato dopo la separazione dal marito e padre della piccola, un uomo originario di Rapallo (Genova).

Il sostituto procuratore ha ricostruito la condotta dell’ imputato in aula senza concedergli alcuna attenuante e ritenendo che agì con violenza e senza alcuna pietà nei confronti della piccola, arrivando anche a minacciare la madre della bambina – tra l’altro la donna nei giorni scorsi è stata condannata, con
rito abbreviato, a 10 anni di reclusione per maltrattamenti – se avesse rivelato le percosse ai soccorritori chiamati solo quando la bimba era ormai in fin di vita. La sentenza è attesa per venerdì prossima dopo le repliche delle difese.

The post PISA, BIMBA UCCISA: PM CHIEDE ERGASTOLO PER COMPAGNO MADRE appeared first on Controradio.

AREZZO, MUORE BAMBINA DI UN ANNO CHIUSA IN AUTO

Arezzo morta bambina di un anno chiusa

L’episodio è avvenuto a Castelfranco di Sopra. La madre, che avrebbe dimenticato la bambina, credeva di averla lasciata all’asilo.

Una bambina di un anno è morta per arresto cardiaco dopo essere rimasta alcune ore chiusa nell’auto della madre. E’ accaduto a Castelfranco di Sopra (Arezzo) nel primo pomeriggio di oggi. La bimba sarebbe stata già in arresto cardiaco quando è stata trovata in piazza Vittorio Emanuele. Immediatamente soccorsa da alcuni passanti con il defibrillatore e successivamente dai sanitari del 118 che avevano anche attivato l’elisoccorso Pegaso la bimba non ce l’ha fatta ed è morta.

La bambina sarebbe stata ‘dimenticata’ dalla mamma, Ilaria Naldini segretaria comunale di Castelfranco. E’ quanto hanno ricostruito gli addetti del 118 anche in base alle testimonianze raccolte. La mamma sarebbe uscita stamani con a bordo la bimba e la precisa intenzione di lasciarla all’asilo ma, questa sempre una prima ricostruzione, si sarebbe invece diretta al lavoro. La piccola è rimasta in auto, con i finestrini chiusi, per tutta la mattina, dalle 8 circa fino alle 14. “Abbiamo udito un urlo straziante”, dice chi abita sulla piazza e in quel momento era a pranzo a casa. “Nessuno prima si era accorto di niente e la bimba è rimasta nella vettura al sole per ore”. Sul posto sono arrivati i carabinieri per svolgere le indagini e capire meglio la dinamica del tragico incidente.

La donna viene descritta da chi la conosce come na madre “attenta e premurosa” e come “molto affidabile” sul lavoro. Un po’ di tempo fa sulla sua pagina facebook, aveva pubblicato un articolo di un quotidiano dal titolo “Maternità e lavoro perché le donne non ce la fanno più”. Il sostituto procuratore di Arezzo Andrea Claudiani è partito da Arezzo per ascoltarla. Ascoltati anche alcuni testimoni. Oltre alla mamma i carabinieri stanno ascoltando anche alcuni testimoni ed il padre della piccola, che era figlia unica.

Non è la prima tragedia di questo tipo per la Toscana: nel luglio dell’anno scorso in provincia di Livorno una bimba di 18 mesi era morta. La piccola era rimasta chiusa per quattro ore nella macchina parcheggiata dalla mamma. 

The post AREZZO, MUORE BAMBINA DI UN ANNO CHIUSA IN AUTO appeared first on Controradio.